PROGRESSI E DIFFICOLTA' Settimo e terzo tempo per Charles Leclerc nella giornata di prove libere del GP Abu Dhabi. Dopo aver accusato un pesante distacco nelle PL1, superiore ai due secondi, nella sessione disputata al tramonto il monegasco si è avvicinato di molto al vertice, chiudendo a 3 decimi dal leader Valtteri Bottas. Così come il compagno di squadra Sebastian Vettel, anche Leclerc ha toccato le barriere in uscita di curva 19, a testimoniare le difficoltà della Ferrari SF90 nel tortuoso tratto finale del circuito di Yas Marina.

L'ANALISI DI CHARLES Leclerc non ha nascosto le difficoltà della Rossa nell'ultima parte del circuito, ma ha anche sottolineato i progressi quando le monoposto hanno girato nelle stesse condizioni che troveranno domenica in gara: “La prima sessione è stata piuttosto complicata per noi. Il bilanciamento della vettura non era a posto, ma nei secondi novanta minuti abbiamo fatto un passo avanti significativo che ci ha permesso di migliorare la nostra performance. Questo direi che è piuttosto positivo perché nella seconda sessione ad Abu Dhabi le condizioni della pista di solito sono molto più rappresentative dal momento che si gira in notturna, in condizioni simili a quelle di qualifica e gara. Il degrado delle gomme è un fattore molto importante qui. Per quanto ci riguarda sembra che siamo veloci nel primo e nel secondo settore mentre abbiamo ancora del lavoro da fare per riuscire ad essere competitivi nel terzo. Sarà soprattutto su quella parte del circuito che ci focalizzeremo nell’analisi dei dati in modo da cercare di migliorare domani”.

F1, GP Abu Dhabi 2019: Charles Leclerc (Ferrari)

ATTENZIONE AI RIVALI Quest'oggi la Mercedes ha particolarmente impressionato, mostrandosi subito in palla. La Red Bull nella seconda sessione è parsa nascondersi di più, come fatto spesso nel corso della stagione. Leclerc non si illude e mette in guardia sulle prestazioni degli avversari: “Non credo che questa sera abbiamo visto per davvero il potenziale dei nostri avversari: credo che avremo un’idea realistica dei valori in campo solo domani”.


TAGS: ferrari abu dhabi f1 leclerc AbuDhabiGP 2019