MASSIMO RISULTATO POSSIBILE Charles Leclerc ha chiuso al terzo posto il GP Abu Dhabi, il massimo risultato possibile considerando le prestazioni messe in mostra dalla SF90 sul circuito di Yas Marina. Il monegasco ha a lungo occupato la seconda posizione, guadagna nel corso del primo giro su Max Verstappen, ma dopo il pit-stop nulla ha potuto contro l'olandese, forte di una Red Bull decisamente superiore. La Ferrari ha conservato per un soffio il podio, con Valtteri Bottas che ha chiuso la gara negli scarichi del numero 16.

COMPITI DELLE VACANZE A Leclerc sfugge però il terzo posto in classifica generale, rimasto saldamente nelle mani di Verstappen. Il 22enne si consola con il podio di oggi: "Sono contento da una parte, finire una stagione così con un podio è buono, fa del bene e fa piacere prima delle vacanze, ma ci manca ancora qualcosa in gara, dobbiamo capire perché per essere sicuri che non succeda l'anno prossimo". Parlando del 2020, Leclerc sottolinea l'aspetto su cui la Ferrari deve più lavorare: "Secondo me sul degrado gomma facciamo più fatica, da dove venga più o meno non lo so ancora dire. Serve anche a questo la pausa, sono fiducioso che il team troverà una soluzione".

TANTA ROBA Per Leclerc si chiude la prima stagione da pilota della Scuderia Ferrari. Un anno sicuramente positivo, durante il quale ha conquistato più pole position di tutti (7) e due belle vittorie, di cui una di fronte alla marea di tifosi di Monza: "Guardando le ultime gare, sicuramente due GP fa volevo essere assolutamente terzo e c'erano buone probabilità - ha ammesso Leclerc - Ma è così, succede. Riguardando indietro sono molto soddisfatto della mia prima stagione, sicuramente con alti e bassi, ho fatto errori e devo migliorare per l'anno prossimo, ma penso che ogni volta che sbaglio analizzo bene e sono sicuro che la prossima sarà la stagione giusta. Dobbiamo lavorare bene, ma per me è stata un anno eccezionale. Vincere a Monza, sette pole, dieci podi, tanta roba per me che sono al primo anno in Ferrari. Sognavo questo da bambino. Primo anno molto speciale, non lo dimenticherò mai, da adesso mi concentro sul 2020 per fare meglio".


TAGS: ferrari f1 leclerc AbuDhabiGP 2019