Autore:
Paolo Sardi

SECONDA GIOVINEZZA Nel catalogo degli scooter Sym c'è davvero di tutto. Si va dalle proposte più modaiole a quelle più concrete, che negli anni hanno fatto la fortuna del marchio. Tra queste ultime spicca sicuramente il Sym Joyride, apprezzato a tutte le latitudini per sua la praticità e la maneggevolezza assicurata dalle ruote basse, da 12 pollici. Per questo modello classico è arrivata l'ora di un aggiornamento che lo riporta sotto i riflettori dell'Ecima 2015 con l'etichetta di "novità" e un nuovo nome: Sym Joyride S.

GIU' PIATTA Gli interventi dei designer si notano soprattutto nella parte frontale, dove spiccano nuovi fari, con due file di Led a fare da sopracciglia, e una presa frontale inedita. Per il resto, la parte bassa dello scudo punta sul grigio della plastica grezza, soluzione che, in abbinamento all'aggiunta di semplici grafiche, dà all'insieme un'aria un po' più sportiva e giovanile. Straconfermate sono invece la pedana piatta e l'ampia sella biposto, con tanto di schienalino per il passeggero, sempre molto apprezzate dalla clientela.

125 O 200 Quanto detto vale chiaramente per entrambe le versioni del Sym Joymax S, la piccola 125 e la più prestante 200, il cui motore, in effetti, cuba 175 cc. Tra gli altri highlight della scheda tecnica (vedi gallery) ci sono gli ammortizzatori posteriori con precarico regolabile su cinque posizioni e l'impianto frenante a doppio disco con Abs e sistema di frenata combinata CBS


TAGS: scooter Eicma 2015 Sym joyride S