Prezzi e quotazioni usato Yamaha TMAX(MY 2016, 2017, 2019, 2021)

Yamaha TMAX

Re indiscusso dei maxi-scooter sportivi, lo Yamaha TMAX si aggiorna e diventa ancora più prestante e tecnologico. Anche dal punto di vista del look.

MY 2016/2021 A partire da 10.790 €
Scheda tecnica
Marca / ModelloYamaha TMAX
Prezzi a partire da: 10.790 €
Omologazione: Euro3
Valutazione Media:
PRO

Guida sportiva Sui percorsi impegnativi, con tanto di tornanti, il TMAX ricorda più una moto che non uno scooterone convenzionale

Tecnologia Scaricando l'app My TMAX, sai sempre dove si trova il tuo mezzo. E puoi persino azionare il clacson a distanza

CONTRO

Posizione di guida Le pedane sono strette, il tunnel centrale ingombrante. Come spesso accade, la sportività impone sacrifici

Sottosella Con la nuova generazione ha acquistato centimetri cubi, ma resta meno capiente di altri competitor

Quale versione scegliere

Con un listino così alto, la scelta più saggia è l'entry level TMAX ABS. Chi non ha problemi di budget, vada pure sulla comodissima versione DX.

Quale colore scegliere

Più delicato il Phantom Blue, più aggressivo il Liquid Darkness. Il TMAX conserva comunque una presenza forte in ogni combinazione cromatica.

Quotazioni TMAX
Modello 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012
9.200 - - - - - - -
- - - 6.700 - - - -
8.800 8.400 7.600 7.100 - - - -
10.200 9.800 8.800 8.300 - - - -
- - - 7.300 - - - -
9.000 8.600 7.800 7.300 - - - -
9.400 9.000 8.100 7.600 - - - -
10.500 - - - - - - -
Com'è la T-Max 560?

Yamaha TMAX passa sotto i ferri del chirurgo ed evolve innanzitutto nello stile, ora individuato da un muso affilato e arrabbiato, i quattro fari a Led e la coda all'insù con gruppo ottico sdoppiato. Nuovo anche il telaio in alluminio pressofuso, lo stesso materiale di cui è fatto il forcellone, ora allungato di 40 mm. La forcella è a steli rovesciati da 41 mm ed è stata rivista nella taratura. A cambiare però sono anche l'interasse, che si accorcia di 5 mm (1.575 mm), l'inclinazione del cannotto, che si apre di un grado (26°), e l'avancorsa, che passa da 92 a 98 mm. Nuova infine la cinghia di trasmissione in fibra di carbonio, più leggera (-130 g), stretta e resistente. Poche nuove nel motore, il solito bicilindrico parallelo frontemarcia da 530 cc, 46 cv e 53 Nm, ora in regola con la normativa Euro 4. 

Come va la T-Max 560?

Se parliamo di percorsi guidati, il nuovo TMAX ricorda più una moto che uno scooter convenzionale. Sempre ben bilanciato, non si alleggerisce davanti, è stabilissimo nei curvoni veloci ma, nonostante questo, non disdegna i tornanti e lo stretto. Morbido il mono posteriore – regolabile nel precarico e in compressione sul DX –, più sostenuta la forcella, che lavora comunque piuttosto bene: si salta solo sugli avvallamenti presi a gran velocità. Ottimi inoltre i freni, modulabili e della giusta potenza. Un accenno alle modalità D-Mode: la T è pensata per il bagnato e i fondi viscidi in generale, mentre in posizione S il bicilindrico acquista una spinta che ringalluzzisce, specie in prima apertura. Un cuore che dà sempre piacere, questo due cilindri. Fluido e corposo ai medi, s'incattivisce il giusto agli alti. Senza mai vibrare.

Logo MotorBox