Prezzi e quotazioni usato Yamaha MT-07(MY 2016, 2017)

Yamaha MT-07

Una naked bicilindrica dalla guida frizzante, la Yamaha MT-07. La capostipite di una famiglia di successo, che va bene praticamente sempre.

MY 2016/2017 A partire da 5.990 €
Scheda tecnica
Marca / ModelloYamaha MT-07
Prezzi a partire da: 5.990 €
Omologazione: Euro3
Valutazione Media:
PRO

Ciclistica Svelta ma rigorosa, per un grado di agilità più da motard che non da naked in senso stretto

Motore Non un mostro di potenza, eppure il bicilindrico è fluido e corposo, sempre ricco di coppia a qualunque apertura del gas

CONTRO

Sospensioni Nella guida da battaglia, il mono si siede e la forcella cede leggermente in frenata, arrivando quasi a fondo corsa

Sound Fin troppo ovattato. D'accordo che la MT-07 non nasce per fare lo spaccone, ma almeno due tacche in più di volume...

 

Quale versione scegliere

La versione standard o altrimenti, se siete in vena, l'edizione Moto Cage ispirata nel look al mondo dello stunt riding.

Quale colore scegliere

Il blu e il nero sono più conservativi, mentre agli eccentrici Yamaha rivolge il Powder White e soprattutto l'esclusivo Night Fluo.

Quotazioni MT-07
Modello 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012
- - 4.500 4.200 - - - -
- - 3.900 3.700 - - - -
- - 4.400 4.100 - - - -
Com'è la MT-07?

La Yamaha MT-07 è moto vera, un prodotto a basso prezzo ma distante dalle logiche low cost. Dettagli curati, niente plastiche posticce, il bicilindrico parellelo in bella vista e tutto quel che serve per divertirsi senza svenarsi, manubrio alto compreso nel pack. A proposito del motore: la cilindrata è di 689 cc, la potenza di 75 cv. Combinazione vincente, almeno se applicata al leggero (179 kg in ordine di marcia) telaio monotrave in tubi di acciaio della MT-07, naked che si avvale anche di forcella a steli tradizionali e, come impianto frenante anteriore, due dischi a margherita da 282 mm lavorati da pinze assiali.  

Come va la MT-07?

La MT-07 è una di quelle moto dalla guida serena, intuitiva e che non impegna. Ma che al tempo stesso diverte, e conquista. Diverte il bicilindrico, fluido ma anche corposo. Diverte la guida, spensierata ma anche ignorante: derapa e impenna come le dirette concorrenti non farebbero nemmeno nei sogni più proibiti. Tra gli aspetti da correggere, il portatarga attaccato alla coda (rovina in parte lo stile), una frenata non proprio aggressiva, la forcella tarata piuttosto morbida, infine gomme più attente a non farvi cascare sul bagnato che non a macinare aderenza sull’asciutto. Dettagli che comunque non influenzano un giudizio più che positivo.

Logo MotorBox