Autore:
Danilo Chissalè

EVVIVA SUA MAESTÀ Il re degli scooter sportivi è sempre lui, l’intramontabile Yamaha TMAX. Nonostante 6 generazioni e nuovi competitor che hanno provato a detronizzarlo lui rimane saldo al comando. Quest’anno la casa di Iwata ha deciso di fornire agli appassionati di sua maestà, e non solo, una versione ancora più sportiva. Potevo non provarla? Ovviamente no, eccomi dunque dinanzi al nuovo TMAX Sport Edition, il più sportivo di sempre.

RISOLVIAMOLA SUBITO Per gli smanettoni incalliti è come il fumo negli occhi, per i fan boy è una divinità in grado di portarli ovunque nel mondo. Cos’è dunque il TMAX? La risposta più oggettiva e salomonica possibile, secondo il sottoscritto, è la seguente: il miglior scooter su piazza per dinamismo, l’unico (quasi) comparabile ad una moto… senza esserlo. Il giusto connubio tra la sportività e il piacere di guida, tipici delle moto, e la praticità di uno scooter.

LE NOVITÀ Rispetto alla tradizionale versione Sx, il nuovo Yamaha Tmax Sx Sport Edition é dotato di serie dell'esclusivo scarico Akrapovič con cover in carbonio sulla quale si staglia lo speciale logo Sport Edition. E non è tutto, ci sono anche il parabrezza sportivo fumè e il portatarga in alluminio, al fine di enfatizzare ancora di più le linee dinamiche ed aggressive della sua carena.

SOLUZIONI DA MOTO Il nuovo TMAX Sport Edition non si discosta dalla versione da cui deriva, ovvero il TMAX SX. Sotto le carene telaio in alluminio pressofuso, come quello delle super sportive, e forcella i cui steli sono irrigiditi da una doppia piastra: come sulle moto.

LA POSIZIONE IN SELLA Salgo in sella e mi accorgo che la posizione è comoda e rilassata come mi aspetto da uno scooter. Ma basta spostare i piedi e metterli più indietro per trovare un feeling più dinamico, ben supportato dalla conformazione del manubrio. La sella, va detto, è molto ampia e induce a tenere le gambe larghe appoggiare saldamente il piede a terra per chi è corto di gamba può essere meno semplice del previsto. Altra pecca sono i pulsanti per aprire il vano sottosella e il tappo del serbatoio che Yamaha ha deciso di piazzare proprio sulla punta e finisco per urtarli spesso senza volere.

DOCILE E PRECISO Do lo start tramite il blocchetto (assente la tradizionale chiave) e apprezzo fin da subito il comando dell'acceleratore by wire, che conserva il cavo per dare il giusto feeling: con un filo di gas si passeggia sornioni, se si gira la manetta al massimo si scatta come felini. La trasmissione, proprio come sul modello “base”, sfrutta una cinghia in fibra di carbonio larga appena 25 millimetri, messa lì in bella vista, proprio come sulle moto.

TECNOLOGICO La dotazione è di alto livello, con dettagli ricercati come il quadro strumenti misto analogico/digitale: lancette per giri motore e velocità, display digitale per navigare nei menù o verificare la mappatura selezionata. Oppure il sistema keyless, che mi permette di avviare il motore tenendo le chiavi in tasca: comodo, anche se non tutte le funzioni sono intuitive quanto vorrei. La capacità del vano sottosella è un indiscutibile pregio del TMAX, che ospita agevolmente due caschi demi-jet o le borse della spesa.

AGILE, NONOSTANTE IL PESO Fin dalla città il TMAX SX Sport Edition si dimostra docile e preciso a seguire la volontà del pilota. Il rumore cupo del bicilindrico di 530 cc e 46 cavalli di potenza è esaltato ancor di più dal terminale di scarico Akrapovic dedicato. Il peso di 213 chili (9 in meno rispetto al TMAX precedente) non penalizza la maneggevolezza, che rimane elevata grazie al baricentro basso.

FEROCE IN CURVA Ma lo Yamaha TMAX stupisce da sempre nei percorsi extraurbani. Affronta con naturalezza ogni tipo di curva, dalle curve strette fino ai curvoni in percorrenza. Qui apprezzo l’avantreno preciso e comunicativo. La ciclistica consente angoli di piega notevoli e regala una rassicurante stabilità sul veloce. E il controllo di trazione, regolabile su due livelli, salva il pilota da spiacevoli eccessi di... entusiasmo.

CONSUMI E PREZZI Molto buoni i consumi, che sono nell'ordine dei 24 km/litro, secondo quanto ho misurato con il computer di bordo. La velocità massima supera ampiamente i limiti consentiti su strada: oltre 170 km/h di tachimetro, i viaggi in autostrada non intimoriscono. Disponibile in blue o grigio costa 13.190 euro, non mancano inoltre accessori come schienalini per il comfort di pilota e passeggero e accessori ricavati dal pieno.

 


TAGS: yamaha tmax sx sport edition prezzo yamaha t max sport edition 2018 yamaha tmax sx sport edition 2019 yamaha tmax sx sport edition 2018