Safety Car troppo lenta? La dura risposta della FIA
F1 2022

Safety Car, la FIA replica ai piloti: "La priorità è la sicurezza"


Avatar Redazionale , il 15/04/22

1 mese fa - La FIA risponde alle critiche dei piloti dopo la gara di Melbourne

Dopo le critiche di alcuni piloti, la FIA risponde difendendo l'operato della Safety Car a Melbourne
Benvenuto nello Speciale AUSTRALIANGP 2022, composto da 31 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario AUSTRALIANGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

PROBLEMA VELOCITÀ - A seguito delle lamentele e delle critiche ricevute durante e dopo il gran premio d’Australia, la FIA ha rilasciato un comunicato per far comprendere la funzione principale della safety car, ovvero non mantenere la velocità ma la sicurezza. Velocità di cui si è lamentato, tra gli altri, il campione del mondo in carica Max Verstappen, il quale ha paragonato la vettura di sicurezza - fornita per la gara di Melbourne dall'Aston Martin - ad una tartaruga dato il ritmo molto lento che dettava quando è stata chiamata in causa. Non è però la prima volta che sentiamo i piloti di Formula 1 lamentarsi della velocità della safety car, il più delle volte troppo lenta rispetto alle vetture che guidano, il che spesso porta dei problemi proprio alle monoposto soprattutto in termini di temperature di gomme e freni. 

LA FIA SI DIFENDE - Di seguito il comunicato FIA precedentemente annunciato: “La FIA desidera ribadire che la funzione primaria della safety car FIA di Formula 1 non è, naturalmente, la velocità assoluta, ma la sicurezza dei piloti, commissari e dei funzionari. Le procedure della safety car prendono in considerazioni molteplici obiettivi, a seconda dell’incidente in questione, inclusa l’esigenza di raggruppare la griglia, occuparsi in maniera sicura del recupero dell’incidente o dei detriti in pista e regolare il ritmo a seconda delle attività di recupero che potrebbero essere in corso in una parte differente del tracciato. La velocità della safety car è dunque generalmente dettata dalla Race Control, e non limitata dalle capacità delle safety car, i quali sono veicoli ad alte prestazioni preparati su misura da due dei migliori costruttori del mondo (Mercedes e Aston Martin, ndr), equipaggiati per affrontare le diverse condizioni della pista e guidate da un pilota ed un co-pilota dalla grande esperienza e capacità. L’impatto della velocità della safety car sulla prestazione delle vetture che seguono è una considerazione secondaria, in quanto l’impatto è uguale tra tutti i competitori che, come sempre, sono responsabili di guidare in maniera sicura in ogni momento a seconda alle condizioni della vettura e del circuito”. 

VEDI ANCHE



SPOSTARE L’ATTENZIONE - Dopo la pubblicazione di questo comunicato l’obiettivo della FIA è quello di, in futuro, sedare sul nascere le possibili lamentele sulla safety car in modo da facilitare in primis il lavoro del pilota e del co-pilota ed in seguito anche della Direzione Gara e concentrare le attenzioni sullo spettacolo della gara stessa e non su di una vettura il cui compito è garantire la sicurezza sul tracciato.


Pubblicato da Alex Ramazzotti, 15/04/2022
Tags
AustralianGP 2022
Logo MotorBox