Formula 1, cambia la regola sui doppiati in regime di Safety Car
F1 2022

F1, caos Abu Dhabi: cambia la regola sui doppiati in regime di Safety Car


Avatar di Salvo Sardina , il 16/03/22

2 mesi fa - La Fia dà ragione a Mercedes: non si potrà ripetere una situazione come quella di Yas Marina

La Fia dà (ancora) ragione a Mercedes e fa chiarezza sulla regola che stabilisce la possibilità per i doppiati di recuperare il giro in regime di Safety Car: ecco perché non si potrà ripetere una situazione come quella di Abu Dhabi

La Formula 1 cambia le sue regole dopo i fatti degli ultimi giri del GP Abu Dhabi che hanno deciso, tra le polemiche, la contesa iridata tra Lewis Hamilton e Max Verstappen. Uno dei punti più dibattuti dopo l’ultima bandiera a scacchi del 2021 era stato quello relativo all’utilizzo della Safety Car da parte del direttore di gara, Michael Masi, e della scelta di far sdoppiare soltanto alcuni piloti – quelli che separavano i due pretendenti al titolo – e non, come solitamente accadeva, tutti i contendenti non a pieni giri. Una scelta, quella di Masi, dettata dall’esigenza di far ripartire la gara per regalare ai tifosi ancora un ultimo giro in bandiera verde, che probabilmente non ci sarebbe potuto essere nel caso in cui si fosse dovuto aspettare che tutti i doppiati sorpassassero il leader e la Safety Car. Una scelta che, dal 2022, tuttavia non sarà più possibile prendere in virtù del cambio delle regole Fia.

Lewis Hamilton (Mercedes) dietro alla Safety Car ad Abu Dhabi Lewis Hamilton (Mercedes) dietro alla Safety Car ad Abu Dhabi

VEDI ANCHE



DOPPIATI DIETRO SC, CAMBIA LA REGOLA Dalla prossima stagione F1, al via nel weekend con il GP Bahrain, non sarà infatti più lasciato alcun margine di discrezionalità alla Direzione gara. Non, almeno, in tema di piloti che devono sdoppiarsi in regime di Safety Car. La regola adesso recita: “Se il direttore di corsa lo considera sicuro e viene mostrato il messaggio ‘i piloti doppiati possono adesso sorpassare’, tutte le monoposto doppiate dal leader dovranno sorpassare il gruppo e la Safety Car”. La modifica sta proprio nella parola “tutte”, in inglese “all”, che sostituisce la precedente “any”, che si prestava in effetti a interpretazioni. Se questa regola fosse già stata in vigore nel 2021, è probabile che il campionato del mondo sarebbe stato assegnato a Lewis Hamilton: dovendo aspettare tutti i doppiati, non ci sarebbe stato infatti il tempo per ripartire in condizioni di sicurezza per un ultimo giro senza Safety Car.  


Pubblicato da Salvo Sardina, 16/03/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox