Russell e Horner: il problema del posizionamento del GP Australia
F1 2022

Il posizionamento in calendario del GP Australia scontenta team e piloti


Avatar Redazionale , il 08/04/22

1 mese fa - Non piace la collocazione scelta dalla F1 per il GP Australia

Non piace la collocazione scelta dalla F1 per il GP Australia, con una soluzione che crea problemi logistici e di fuso orario
Benvenuto nello Speciale AUSTRALIANGP 2022, composto da 31 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario AUSTRALIANGP 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

PROBLEMA LOGISTICO - Il ritorno del Circus della Formula 1 in Australia dopo il temporaneo abbandono causa COVID-19 e pandemia globale ha sicuramente riacceso la passione del popolo australiano per i motori, ma è stato anche oggetto di qualche polemica. Il suo posizionamento nel calendario infatti ha fatto storcere più di qualche naso, con piloti e team principal che criticano la scelta di posizionarla come gara separata dalle altre geograficamente più vicine, aumentando le problematiche a causa del fuso orario e della logistica.

SITUAZIONE DIFFICILE PER PILOTI E TEAM - A tal proposito ha parlato il pilota Mercedes George Russell, il quale sostiene che ci dovrà essere maggiore considerazione in futuro riguardante il posizionamento del GP d'Australia nel calendario, suggerendo che dovrebbe essere unito con una gara nel Medio Oriente per facilitare gli spostamenti. ''Avere Melbourne in mezzo alle gare, specialmente come gara separata (2 settimane di pausa prima e dopo), è troppo difficile per i team e per tutti'', ha detto Russell. ''Le persone arrivano il sabato e la domenica precedenti per abituarsi alle condizioni climatiche, ai cambiamenti di fuso orario, ed è davvero troppo. Credo che questo debba essere ulteriormente ragionato'', ha continuato il pilota britannico, criticando di fatto la scelta della F1. ''Non c'è alcuna ragione per cui non avremmo potuto fare un back-to-back con una delle gare del Medio Oriente. Si percepisce come un altro doppio appuntamento per tutti i team, con tutto il tempo che spendono in questa parte del mondo. Con le stagioni che si stanno allungando sempre di più, dobbiamo trovare un bilanciamento migliore'', ha concluso Russell, volenteroso a trovare una soluzione migliore per gli anni a venire.

VEDI ANCHE



TAPPA DISPENDIOSA - Sempre di questo argomento ha parlato anche il boss di Red Bull Christian Horner, dicendo che avere l'Australia come gara a sé stante è stata una scelta logisticamente ''molto dispendiosa'' per i team . ''Venire qua per un week-end, credo che per tutti sia un cambiamento enorme di tempistiche ed è costoso'', ha detto Horner. ''Da un punto di vista del calendario, sarebbe stato meglio avere un'altra gara attaccata in cui saremmo andati da qui”, ha spiegato sostenendo dunque il ragionamento di Russell. Alla domanda se ci fosse qualcosa che la F1 dovrebbe provare a risolvere per i programmi futuri, Horner ha detto: ''È molto complicato per loro con il calendario, perché per esempio settimana prossima è Pasqua. Nell'inserire la giusta programmazione per le gare c'è sempre qualche problema su cui devono lavorare. Ovviamente è dura per i team venire fin qua solo per un week-end'', ha concluso Horner, anch'egli non entusiasta del posizionamento nel calendario del gran premio d'Australia.


Pubblicato da Alex Ramazzotti, 08/04/2022
Tags
AustralianGP 2022
Logo MotorBox