Nuovi sospetti Red Bull verso la Mercedes: "Qualcosa di strano"
F1 2021

Red Bull tra sospetti sul motore Mercedes e speranze di traffico a bloccare Hamilton


Avatar di Luca Manacorda , il 10/10/21

1 settimana fa - La Red Bull si interroga sulle possibilità di rimonta di Hamilton

La Red Bull si interroga sulle possibilità di rimonta di Hamilton a Istanbul, tra speranze, timori e sospetti
Benvenuto nello Speciale TURKISHGP 2021, composto da 33 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario TURKISHGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

RIMONTE E INCOGNITE Al contrario di quanto accaduto a Sochi, il GP Turchia vivrà sul tentativo di rimonta di Lewis Hamilton e su quello di massimizzare l'occasione da parte di Max Verstappen. Il britannico partirà undicesimo dopo aver fatto segnare il miglior tempo in qualifica, mentre l'olandese scatterà dalla prima fila accanto al poleman Valtteri Bottas. In mezzo, tante variabili che vanno dal meteo al traffico. In casa Red Bull, gli umori e le sensazioni in vista della gara sono molto diversi.

I DIVERSI APPROCCI RED BULL AL GP TURCHIA

VERSTAPPEN IL PESSIMISTA Fino a qui, le RB16B non hanno brillato all'Istanbul Park. Le vetture della scuderia austriaca non hanno mostrato un passo gara a livello della Mercedes nel corso delle libere e anche in qualifica il gap è maggiore del solito, con Verstappen che si è dovuto più guardare le spalle da Charles Leclerc e Pierre Gasly piuttosto che pensare a battere Hamilton e Bottas. L'olandese si è mostrato molto pessimista in vista della gara: ''Non ho il ritmo per vincere. Valtteri andrà via e Lewis si farà avanti. Con il ritmo che hanno qui questo fine settimana, non sarà facile tenere Lewis dietro di me''. Un Max quasi arrendevole come raramente lo si è visto.

F1, GP Emilia Romagna 2021: Helmut Marko (Red Bull) F1, GP Emilia Romagna 2021: Helmut Marko (Red Bull)

VEDI ANCHE



MARKO L'OTTIMISTA All'opposto del suo pilota c'è Helmut Marko, il quale è ancora convinto che la Red Bull possa massimizzare la situazione di vantaggio data dalla retrocessione sulla griglia di partenza di Hamilton. Il consigliere austriaco si affida in particolare al traffico: ''Dobbiamo ottenere il massimo da questa situazione. Sarà difficile per Hamilton superare i piloti nei primi dieci. La Ferrari sembra particolarmente veloce. Ci sono anche altri ragazzi forti davanti a Lewis, penso a Gasly, Alonso e lo stesso Leclerc. Sappiamo che Alonso non è un grande fan di Hamilton, lo abbiamo visto a Budapest (quando riuscì a tenere dietro il britannico svariati giri, salvando la vittoria del compagno di squadra Ocon, ndr). Spero che Lewis non si avvicini a noi troppo rapidamente. Poi dovremo vedere che tempo ci sarà, perché finora le previsioni sono state sbagliate''.

HORNER IL SOSPETTOSO Infine c'è Chris Horner, il team principal della Red Bull. Il britannico torna ad avanzare sospetti sulle prestazioni della Mercedes, nonostante la precedente richiesta di chiarimenti avanzata alla FIA sia stata rispedita al mittente senza risultati: ''Le Mercedes sono estremamente veloci sui rettilinei per il carico aerodinamico che stanno usando. Lo osserviamo da Silverstone. C'è qualcosa di strano lì''.

F1, GP Turchia 2021: Sergio Perez (Red Bull) e Valtteri Bottas (Mercedes) F1, GP Turchia 2021: Sergio Perez (Red Bull) e Valtteri Bottas (Mercedes)

GOMME E PEREZ Non chiamati in causa nelle dichiarazioni qui raccolte, sono due gli aspetti che potrebbere giocare un ruolo importante nel rallentare la rimonta di Hamilton. Il primo è il mancato vantaggio di gomma del britannico sui piloti che lo precedono: il solo Yuki Tsunoda, che parte appena davanti al britannico, scatterà con la gomma morbida, tutti gli altri sono sulla media che è la migliore da avere al via. Il secondo è il ruolo di Sergio Perez: il messicano partirà sesto e potrebbe rivelarsi un osso duro per Hamilton, anche sfruttando la strategia se arriverà alla prima finestra di pit stop ancora davanti alla Mercedes. In Red Bull sperano che sappia fare un lavoro di squadra migliore di quello fatto da Bottas in Russia, il quale in pratica non oppose resistenza all'accorrente Verstappen. Al contempo, proprio il finlandese sarà di nuovo chiamato a stare davanti all'olandese al via, sfruttando una monoposto che fin qui si è rivelata la migliore all'Istanbul Park.


Pubblicato da Luca Manacorda, 10/10/2021
Tags
TurkishGP 2021
Logo MotorBox