Marko soddisfatto della retrocessione di Hamilton
F1 2021

Marko avvisa il retrocesso Hamilton: "Dovrebbe fare il nostro gioco"


Avatar di Luca Manacorda , il 08/10/21

1 settimana fa - Il consigliere della Red Bull ha commentato la penalità del britannico

Il consigliere della Red Bull non è convinto che Hamilton possa risalire facilmente il gruppo
Benvenuto nello Speciale TURKISHGP 2021, composto da 33 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario TURKISHGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

RETROCESSIONE DA AMMORTIZZARE La Mercedes è fiduciosa di poter limitare i danni dalla retrocessione di Lewis Hamilton sulla griglia di partenza del GP Turchia. Dopo approfondite analisi, il team campione del mondo ha optato per la sostituzione del solo motore endotermico della power unit, un cambio che costerà 10 posizioni al britannico. Nelle due sessioni di prove libere di oggi, il sette volte iridato ha fatto segnare sempre il miglior tempo e per lui  - in caso di qualifica senza sorprese - si può pronosticare una partenza dalla sesta fila, in undicesima o dodicesima posizione.

F1, GP Turchia 2021: Lewis Hamilton (Mercedes) F1, GP Turchia 2021: Lewis Hamilton (Mercedes)

I DUBBI DI MARKO In casa Red Bull, al contrario, si pensa che gli effetti di questa retrocessione possano essere maggiori di quanto auspicato dai rivali. Helmut Marko ha commentato così la situazione: ''Sono solo dieci posizioni, perché il turbo e le altre parti non sono state cambiate. Ma, se presumiamo che sarà in pole position, partirà comunque undicesimo. In pista il sorpasso non è facile, quindi dovrebbe fare il nostro gioco''. La Mercedes la pensa diversamente e ha optato per questa sostituzione proprio in Turchia perché ritiene l'Istanbul Park adatto alle rimonte, come già mostrato proprio da Hamilton in una celebre gara di GP2 del 2006.

VEDI ANCHE



RED BULL DA SISTEMARE Oltre che alla rimonta di Hamilton, la Red Bull deve però anche concentrarsi su se stessa. La ricerca del miglior setup quest'oggi è stata difficoltosa e il passo mostrato da Max Verstappen e Sergio Perez non era ancora dei migliori: ''Speriamo di essere abbastanza veloci da tagliare per primi il traguardo'' si è limitato ad aggiungere Marko.

GP Messico 2019, Helmut Marko e Christian Horner nel paddock dell'Hermanos Rodriguez GP Messico 2019, Helmut Marko e Christian Horner nel paddock dell'Hermanos Rodriguez

HORNER E LE DIFFICOLTA' DEL REGOLAMENTO Sull'argomento si è espresso anche il team principal della Red Bull, Chris Horner, il quale ha avanzato dei dubbi sul fatto che la Mercedes abbia scelto liberamente questo weekend per prendere penalità: ''Da quello che abbiamo capito è stata più una scelta forzata che una scelta selezionata. Ovviamente avete visto che hanno avuto problemi anche con alcune delle loro squadre clienti. Non riguarda noi e quello che stiamo facendo, ma mostra quanto sia difficile arrivare alla fine della stagione con soli tre motori, qualcosa che nessuno di noi è riuscito a fare. Speriamo di poterlo fare con quattro motori''.

POSSIBILI SORPRESE Negli ultimi due weekend sia Verstappen sia Hamilton hanno dovuto ricorrere alla sostituzione totale o parziale della power unit. Una decisione che in teoria dovrebbe portarli fino a fine stagione senza ulteriori sorprese, ma Horner mette in guardia: ''Puoi fare tutte le simulazioni e i modelli che ti piacciono ma poi può succedere qualche variabile. Non esiste una stabilità totale come quella che hai in un mondo simulato fino alla fine dell'anno. Potrebbero esserci altri colpi di scena in questo, aspettiamo e vediamo. Ovviamente noi abbiamo preso una penalità. Ci siamo messi in una buona posizione, abbiamo cambiato anche le parti aggiuntive: la batteria, la MGU-K e la MGU-H. Lewis ha solo cambiato il motore a combustione interna che ovviamente è meno di una penalità intera, ma metterà ancora molto stress sulle altre componenti da qui alla fine dell'anno''.


Pubblicato da Luca Manacorda, 08/10/2021
Tags
TurkishGP 2021
Logo MotorBox