MISSIONE COMPIUTA La Mercedes ha già vinto il titolo mondiale costruttori e il titolo piloti, con Lewis Hamilton e Valtteri Bottas già certi del primo e secondo posto in classifica, e mancano ancora due appuntamenti alla bandiera a scacchi iridata, quello di Abu Dhabi il 1 novembre e, prima, quello del prossimo fine settimana in Brasile, a Interlagos. Ma quali obiettivi porsi se ormai tutto è già stato vinto? A questo risponde Toto Wolff, team principal della dominante scuderia tedesca, che è reduce dai festeggiamenti per il doppio alloro 2019 e che ha comunicato la sua assenza a Interlagos.

FESTA E FUTURO "La scorsa settimana abbiamo avuto la possibilità di festeggiare i due titoli a Brixworth e Brackley con 1.500 uomini e donne che formano questo team e che hanno reso possibile un successo straordinario" - ha esordito Wolff sul sito internet ufficiale della Mercedes - "Ogni anno è speciale ma stavolta lo è stato di più perché con il sesto doppio titolo consecutivo stabiliamo un nuovo record, e questo ci spinge a fare ancora meglio e ottenere altri risultati. Non ci siamo ancora seduti sugli allori e sono tutti determinati a continuare e a migliorare."

RICORDI DI GLORIA "Ci restano ancora due gare da disputare in questo 2019 e vogliamo concludere questa stagione al top" - ha proseguito Toto - "La prossima domenica saremo in Brasile, un posto che ci riporta alla mente i ricordi straordinari dello scorso anno, quando siamo riusciti a vincere la gara ma anche di assicurarci il titolo costruttori a Interlagos. La pista è molto breve e questo rende le qualifiche molto impegnative, poiché i margini sono molto stretti."

ASSENTE GIUSTIFICATO "Dopo la sosta estiva generalmente non abbiamo mai avuto l'auto più veloce al sabato, eppure siamo riusciti a prendere la pole ad Austin e ci proveremo anche a San Paolo, cercando di mettere le nostre macchine in prima fila.Il Brasile sarà anche la prima gara del 2013 al quale non parteciperò" - ha annunciato Wolff - "Con entrambi i titoli già in cascina resterò in Europa per concentrarmi su altri questioni in sospeso. È fantastico poterlo fare e sapere che la squadra rappresenterà la stella a tre punte nel miglior modo possibile, sia dentro che fuori dalla pista." Il team principal della Mercedes non ha dunque spiegato il motivo della sua assenza, né comunicato chi prenderà suo posto sul muretto del team a Interlagos ma è probabile che il suo ruolo venga rivestito da uno tra Andy Cowell, consigliere delegato del team, e il direttore tecnico James Allison.


TAGS: mercedes formula 1 toto wolff interlagos f1 2019 BrazilGP 2019 GP Brasile 2019