Autore:
Salvo Sardina

FATTORE MAX Una gara pazza, quella andata in scena ieri pomeriggio a Interlagos. Con un’unica costante: le performance di Max Verstappen. L’olandese di casa Red Bull è stato infatti grandissimo protagonista del weekend: prima grazie a una pole position strepitosa, poi con due sorpassi – di cui uno decisamente spettacolare, all’esterno in curva-1 – ai danni di un osso durissimo come Lewis Hamilton, prima di uscire indenne dal caos degli ultimi giri. Una manifestazione di forza che è valsa a Max l’ottava vittoria in carriera, la numero 3 di un campionato in cui l’obiettivo terzo posto è adesso molto più che una possibilità.

GARA DIVERTENTE Insomma, un fine settimana certamente movimentato, ma che è finito nel migliore dei modi: “Devo dire che anche Lewis era molto veloce, abbiamo dovuto spingere ogni volta perché lui rientrava un giro prima. Abbiamo dovuto fare dei pit-stop perfetti, e in un paio di occasioni l’ho anche superato con belle manovre che mi hanno permesso di recuperare il primo posto. Infine ho controllato la gara dopo la Safety Car con le gomme che avevo. È stato divertente, grandioso vincere così. I sorpassi su Hamilton? Ho cercato di spingere a tutta e avvicinarmi quanto più possibile perché sapevo che l’unica possibilità sarebbe stata quella di farlo in zona Drs. Sapevo di avere una buona velocità di punta, è stato così per tutto il weekend e sono sicuramente molto contento di essere riuscito a completare la manovra”.

F1 GP Brasile 2019, Interlagos: Max Verstappen (Red Bull Racing) vince il ventesimo Gp della stagione

PASSO DETERMINANTE Al di là dei molti capovolgimenti di fronte, il “fattore Max” si è confermato proprio grazie al gran ritmo, che di fatto ha permesso a Verstappen di primeggiare un po’ in tutte le diverse situazioni della corsa: “È stata una gara folle, sono successe molte cose ma per fortuna noi abbiamo avuto sempre il passo per reagire e superare la Mercedes in ogni scenario. Non è stato semplice ma siamo riusciti a stare davanti e tenerci fuori dal caos, il che è stato soddisfacente visto il risultato. Ho gestito bene le gomme, credo che la nostra sia stata la strategia più giusta in assoluto. Il finale? Sì, penso che anche in quel caso sia stato corretto rientrare in regime di Safety Car per montare le Soft”.


TAGS: formula 1 red bull brasile f1 Hamilton verstappen interlagos f1 2019 GP Brasile BrazilGP 2019