GIOIA E RAMMARICO Miglior risultato della stagione per il team Alfa Romeo e miglior risultato in carriera per Antonio Giovinazzi, ma il quarto posto di Kimi Raikkonen e il quinto dell'italiano nel GP Brasile lasciano lo stesso un po' di amaro in bocca al team svizzero. A Interlagos la C38 è tornata a essere una monoposto competitiva dopo un lungo periodo di appannamento, con ben quattro gran premi senza nemmeno un punto conquistato, ma il caos degli ultimi giri avrebbe potuto regalare anche qualcosa in più. È soprattutto Raikkonen a rammaricarsi per il podio solo sfiorato.

KIMI IN SCIA AL PODIO Il finlandese nel finale di gara non è riuscito a superare Carlos Sainz, con lo spagnolo sulla difensiva per via di gomme molto più vecchie rispetto agli avversari. La penalizzazione di Lewis Hamilton per il contatto con Alex Albon ha poi promosso sul podio proprio il portacolori della McLaren: "È fantastico poter festeggiare il nostro miglior risultato stagionale come squadra - ha dichiarato Raikkonen - È stata una giornata positiva e finalmente siamo riusciti a ottenere il risultato per cui abbiamo lavorato così duramente. Sono deluso dal fatto che non siamo riusciti a superare Sainz per quella che si è rivelata la posizione finale sul podio: avevamo la velocità, abbiamo avuto due occasioni ma non siamo riusciti a superarlo. Ma vuoi sempre qualcosa di più: alla fine, è bello ottenere punti importanti con entrambe le auto". Iceman ha annusato il terzo posto anche dopo la bandiera a scacchi, con un'investigazione che ha riguardato Sainz per utilizzo illegale del DRS in regime di doppia bandiera gialla, ma gli steward dopo oltre due ore dal termine del gran premio hanno deciso di non punite il pilota della McLaren.

F1 GP Brasile 2019, Interlagos: Carlos Sainz (McLaren), Kimi Raikkonen, Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo)

GIOIA GIOVINAZZI Grande felicità invece per quanto riguarda Giovinazzi che in una sola gara ha ottenuto più punti (10) che in tutto il resto della stagione (4). L'italiano ha commentato così il suo GP Brasile: "Sono davvero molto felice, sia per me sia per il team. Che bella gara, è stato un modo fantastico per celebrare il mio contratto per il prossimo anno. Abbiamo avuto un'ottima partenza, la migliore di quest'anno: ho guadagnato tre posizioni ed ero nella top10. La strategia è stata grandiosa, le ripartenze molto importanti, soprattutto l'ultima quando avevo la pressione di Daniel Ricciardo. Gli ultimi 10 giri sono stati pazzi, ma siamo riusciti a resistere. Tutti nel team hanno fatto un ottimo lavoro".


TAGS: alfa romeo f1 Raikkonen giovinazzi interlagos BrazilGP 2019