Autore:
Salvo Sardina

CAOS CARIOCA Una gara abbastanza lineare per quasi 60 giri, prima di una decina di passaggi caratterizzati dal caos assoluto: questo il GP del Brasile 2019, vinto da un Max Verstappen unica costante nelle due fasi della folle corse di Interlagos. Partito bene dalla pole position, in ben due occasioni l'olandese si è andato a riprendere la leadership in pista, scavalcando in staccata verso curva-1 un osso durissimo come Lewis Hamilton.

AUTOSCONTRO FERRARI La gara passerà però alla storia - un po' come accaduto con il Gp di Turchia 2011 - per il clamoroso incidente che ha visto protagonisti, proprio nelle fasi finali di gara, Sebastian Vettel e Charles Leclerc. La Safety Car (chiamata in causa per rimuovere la Mercedes di Bottas, ko per un problema al motore) ha fatto saltare tutti gli schemi strategici, ma poi sono stati i ferraristi a fare il resto. Charles, in pista con gomme Soft più fresche rispetto a quelle di Seb, è andato all'attacco sorprendendo il compagno in curva-1, prima che quest'ultimo rispondesse nel rettilineo verso la Descida do Lago, spostandosi verso sinistra a pizzicare l'anteriore destra del monegasco. Risultato? Due SF90 nelle vie di fuga e fuori dai giochi (clicca qui per le parole dei due e il video completo dell'incidente) per il podio.

GASLY DA SOGNO Con il ritiro di Bottas e l'harakiri delle due Ferrari, le luci della ribalta si sono accese su Pierre Gasly: il giovane di casa Toro Rosso, che non aveva mai ottenuto un podio prima della clamorosa reetrocessione estiva, ha addirittura tagliato il traguardo in seconda posizione arrivando proprio appaiato al campione del mondo Lewis Hamilton, terzo. Proprio il britannico è però finito sotto investigazione per aver tamponato al penultimo giro il povero Alexander Albon, secondo alle spalle del compagno e pronto a regalare alla Red Bull una storica doppietta. Il sei volte iridato, salito sul podio a ritirare il trofeo del terzo classificato, ha però poi subito una (giustissima) penalità di cinque secondi, che lo ha fatto scivolare in settima piazza regalando a Carlos Sainz, partito dall'ultima posizione, la gioia del primo podio della carriera.

ALFA ROMEO AL TOP Dopo alcuni Gran Premi di assenza quasi ingiustificata, torna ad alti livelli anche l'Alfa Romeo: Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi sono rispettivamente quarto e quinto dopo la penalizzazione di Hamilton (scivolato al settimo posto), un risultato che non si verificava dagli anni '50. Raccolgono punti nella caotica gara di Interlagos anche Daniel Ricciardo - penalizzato nelle battute iniziali per un contatto con Kevin Magnussen ma bravissimo a recuperare fino alla top-10 - Lando Norris, Sergio Perez e Daniil Kvyat. Non si assegna questa volta il punto extra per il giro più veloce, portato a casa da Valtteri Bottas pochi giri prima del mesto ritiro che ha dato il via al caotico finale.

Pos Pilota Team Distacco Giri
1 Max Verstappen Red Bull-Honda 1:33:14.678 71
2 Pierre Gasly Toro Rosso-Honda +6.077s 71
3 Carlos Sainz McLaren-Renault +8.896s 71
4 Kimi Räikkönen Alfa Romeo-Ferrari +9.452s 71
5 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo-Ferrari +10.201s 71
6 Daniel Ricciardo Renault +10.541s 71
7 Lewis Hamilton* Mercedes +11.139s 71
8 Lando Norris McLaren-Renault +11.204s 71
9 Sergio Perez Racing Point-Mercedes +11.529s 71
10 Daniil Kvyat Toro Rosso-Honda +11.931s 71
11 Kevin Magnussen Haas-Ferrari +12.732s 71
12 George Russell Williams-Mercedes +13.599s 71
13 Romain Grosjean Haas-Ferrari +14.247s 71
14 Alexander Albon Red Bull-Honda +14.927s 71
15 Nico Hulkenberg** Renault +18.059s 71
16 Robert Kubica Williams-Mercedes +1 giro 70
17 Sebastian Vettel Ferrari Ritiro 65
18 Charles Leclerc Ferrari Ritiro 65
19 Lance Stroll Racing Point-Mercedes Ritiro 65
20 Valtteri Bottas Mercedes Ritiro 51

In grassetto il pilota che ha ottenuto il giro più veloce della gara (ma non il punto extra, assegnato solo se si conclude la gara in top-10)
*Lewis Hamilton, cinque secondi di penalità per contatto con Alexander Albon
**Nico Hulkenberg, cinque secondi di penalità per aver sorpassato Magnussen in regime di Safety Car.

Gli orari tv del weekend di InterlagosTutte le info e i risultati del GP Brasile 2019 | Classifica piloti e costruttori | Calendario F1 2019

Gran Premio del Brasile 2019 terminato, rivivilo su MotorBox con la nostra cronaca minuto per minuto.

20.05 - Terminata l'esecuzione degli inni nazionali olandese e austriaco, è il momento per noi di salutarci. Ma restate con noi perché sono in arrivo tante news, commenti e dichiarazioni su questa pazza domenica a Interlagos.

20.02 - Il più contento è però ovviamente lui: Pierre Gasly, che porta la Toro Rosso sul podio per la seconda volta quest'anno, dopo il terzo posto di Kvyat in Germania.

20.00 - È il momento della festa del podio, con Verstappen, Gasly e Hamilton. Dunque l'investigazione per la manovra su Albon, che potrebbe consegnare il primo podio della carriera a Carlos Sainz, sarà portata avanti più in là nel corso del pomeriggio brasiliano.

19.58 - C'è anche un'investigazione in corso perché alcuni piloti hanno utilizzato il Drs in regime di bandiera gialla.

19.55 - Hamilton nelle interviste post-gara con Rubens Barrichello si è intanto scusato con Albon. Per il momento Lewis resta terzo. Questa la classifica finale ma provvisoria del Gp del Brasile 2019.

19.50 - Aspettiamo notizie dalla Direzione gara prima di salutarvi: intanto c'è la conferma della penalità di Hulkenberg, sanzionato di 5 secondi per aver scavalcato Magnussen in regime di Safety Car.

19.48 - Quello che è certo è che Max Verstappen è il vincitore della gara e che Pierre Gasly sale sul podio per la prima volta in carriera, secondo con la Toro Rosso. Poi Hamilton, seguito da Sainz e Raikkonen. A punti anche Giovinazzi, Ricciardo, Norris, Perez e Kvyat. Ma occhio alle decisioni della Direzione gara.

19.47 - Bandiera a scacchi! Vince Max Verstappen, seguito da un incredibile Pierre Gasly, riuscito a tenere dietro Hamilton con l'alettone anteriore danneggiato. Ma è Carlos Sainz a sperare di salire per la prima volta sul podio con la McLaren con Hamilton che potrebbe essere sanzionato.

19.46 - Incredibile! Hamilton attacca Albon in curva-10 e lo manda in testacoda! Il britannico è sotto investigazione, Albon in coda alla classifica!

19.44 - Finale infuocato! Hamilton scavalca subito Gasly e si mette a caccia di Albon per la seconda posizione.

19.43 - Si riparte, con Verstappen seguito da Albon, Gasly e Hamilton.

19.41 - Intanto Hamilton è finito in quarta posizione dopo essersi fermato ai box con gomme finite. Chi c'è in terza posizione? Pierre Gasly!

19.40 - Questa la situazione di pista: chi ha ragione? In effetti Vettel sembra leggermente spostarsi verso sinistra.

19.37 - Clamoroso! Finisce malissimo la gara dei due ferraristi! Leclerc ha sorpassato a sorpresa Vettel in cruva-1, ma poi Seb ha risposto in uscita di curva-3: i due si sono toccati e sono entrambi finiti fuori gara! Safety Car in pista.

19.36 - Intanto Hulkenberg è sotto investigazione per aver scavalcato Magnussen prima del consentito in fase di ripartenza.

19.35 - Albon sembrava andare all'attacco di Hamilton, ma nelle ultime curve del giro si è fatto sotto Vettel! Il tedesco ha attaccato in curva-1, all'esterno per riprendersi la terza posizione. Ma Albon, cattivissimo, si è tenuto il terzo posto! Bellissimo questo finale di gara.

19.33 - Questa l'immagine del doppio sorpasso in curva-1: Verstappen all'esterno su Hamilton, Albon all'esterno su Vettel. Capolavoro Red Bull! E adesso Albon prova a prendersi il secondo posto ai danni di Hamilton.

19.31 - Ripartenza decisamente vantaggiosa per le Red Bull, con Albon bravissimo a prendersi la terza posizione ai danni di Vettel! Adesso il tedesco deve più che altro difendersi dal compagno di squadra, in pista con gomme nuove.

19.30 - Si riparte con Hamilton lentissimo prima di lanciarsi verso il traguardo. Il britannico però non è riuscito a tenersi dietro Verstappen, bravissimo a riprendersi la leadership con una staccatona all'esterno!

19.27 - La vettura di sicurezza ha spento le luci: segno inequivocabile che la gara sta per ripartire con un Hamilton che dovrà difendersi da un Verstappen pronto a fare fuoco!

19.25 - La Safety Car è stata scavalcata dalle vetture doppiate. Sta dunque per ripartire una minigara di 12 giri con Verstappen e Leclerc pronti ad andare all'attacco con gomme Soft appena montate...

19.22 - Questa la classifica dopo l'ingresso della Safety Car.

19.20 - C'è una gru nella zona della Mercedes di Bottas, che forse era rimasta con il cambio bloccato. Si ferma Verstappen per montare gomme Soft mentre Hamilton prosegue con le Medium. Poi Vettel, Albon e Leclerc, che si è appena fermato per montare le Soft nuove.

19.18 - Safety Car! Non è chiaro il motivo per cui si è deciso di mettere in pista la vettura di sicurezza: la macchina di Bottas era parcheggiata in posizione abbastanza sicura...

19.17 - Bottas accosta e si ritira nelle vie di fuga di curva-4. Nessun problema per la Direzione gara, che si è limitata a esporre la bandiera gialla tra il primo e il secondo settore.

19.16 - Fumo dal motore di Bottas, che però non ha alzato il piede ed è rimasto alle spalle di Leclerc.

19.15 - Bottas sta letteralmente impazzendo intanto alle spalle di Leclerc. Il monegasco si difende bene, e forse anche il finlandese della Mercedes è tutt'altro che irresistibile nei suoi attacchi.

19.14 - Pit-stop per Sebastian Vettel. che rientra in pista adesso in quarta posizione con gomme Soft usate ieri in qualifica. Il tedesco è alle spalle di Albon, che però dovrebbe fermarsi ancora.

19.13 - Verstappen intanto si porta a 1.4 da Vettel: Seb potrebbe anche arrivare fino alla fine, ma non è facile pensare a 50 giri sullo stesso treno di Medium.

19.11 - Bottas nel frattempo si trova alle spalle di Leclerc, che ovviamente sta provando ad arrivare in fondo con una tattica a un solo stop. Il finlandese attacca in fondo al rettilineo ma per il momento il monegasco resiste.

19.08 - Verstappen reagisce subito al giro successivo e riesce a tenersi la posizione su Hamilton. Entrambi sono in pista con gomme Medium per arrivare fino in fondo. Al comando c'è Sebastian Vettel, che però dovrebbe ancora effettuare una sosta.

19.06 - Rientra adesso anche Lewis Hamilton: nuovo tentativo di undercut, ma stavolta il gap da Verstappen era di poco più di tre secondi. Il che vuol dire che, a meno di sorprese, Max dovrebbe riuscire a tenere la prima posizione provvisoria.

19.04 - Si ferma per la seconda volta Valtteri Bottas! Dunque, almeno sulla sua Mercedes, le Hard non hanno funzionato. Pirelli "gialle" per il finlandese di casa Mercedes.

19.01 - Sia Hamilton che Bottas nel frattempo si lamentano via radio per il vento, che continua a variare in termini di intensità e direzione.

18.58 - Dal replay comunque appare abbastanza chiaro che Hamilton ha sofferto qualche problemino al motore in occasione del controsorpasso di Verstappen. Il britannico si è poi molto lamentato via radio con il team, colpevole di non avergli indicato i settaggi corretti da utilizzare in quel frangente.

18.56 - Nell'ultimo passaggio Verstappen e Hamilton sono riusciti a guadagnare su tutti gli inseguitori. 3.2 di gap tra Max e Lewis, con Vettel che paga 9.6 sul britannico.

18.53 - Cinque secondi di penalità per Robert Kubica, colpevole di aver ostacolato Verstappen dopo la sosta ai box.

18.52 - Questa la classifica dopo 31 giri di gara. Vettel è a più di dieci secondi dalla coppia al vertice.

18.50 - Leclerc va ai box per montare un nuovo treno di gomme Hard. Molto diverse le strategie al vertice: Verstappen e Hamilton sono al primo e secondo posto con le Soft, Vettel e Albon sono terzo e quinto e hanno le Medium, mentre Bottas e Leclerc hanno le Hard e si trovano in quarta e sesta piazza.

18.49 - Giro 30/71: Vettel scavalca Leclerc, unico tra i piloti di vertice a non aver ancora effettuato il pit-stop.

18.47 - Intanto Kubica è finito sotto investigazione per unsafe release nei confronti di Verstappen. Dalle immagini la penalità sembra inevitabile.

18.45 - Sosta ai box anche per Bottas, che rientra in pista con un nuovo treno di Hard. Dunque abbiamo adesso Verstappen di nuovo al comando, seguito da Hamilton a 2.1 secondi di gap. Poi Leclerc (che si deve ancora fermare), Vettel, Bottas e Albon.

18.43 - Si ferma adesso anche Sebastian Vettel: il tedesco torna in pista con le Medium e quindi potrebbe in teoria finire la gara.

18.41 - Che spettacolo! Hamilton passa Leclerc alla Juncao, seguito subito da Verstappen. L'olandese ha aperto poi il Drs sul rettilineo dei box e si è andato a riprendere la leadership virtuale della gara!

18.39 - Risponde Verstappen all'attacco di Lewis: gomme Soft anche per Max, che però si trova la Williams di Kubica all'uscita dei box e perde un secondino, essenziale per restare al comando virtuale della gara!

18.38 - Pit-stop per Lewis Hamilton, che prova l'undercut su Max Verstappen! Gomme Soft per il britannico, che dunque dovrà sicuramente fermarsi ancora prima della fine della gara. Il campione del mondo è rientrato in pista in sesta posizione, giusto alle spalle di Leclerc e Albon, che tra poco potrebbero trovarsi in lotta per il quinto posto.

18.35 - Nonostante la vibrazione sull'anteriore sinistra, Verstappen continua a tenere un vantaggio superiore ai due secondi su Hamilton. Vettel è invece crollato a 4.7 da Lewis, con Leclerc che invece si avvicina a 1.7 da Albon.

18.32 - Cinque secondi di penalità per Daniel Ricciardo, adesso giudicato colpevole per il contatto con Kevin Magnussen, che in effetti gli aveva lasciato lo spazio all'interno.

18.31 - Siamo nel corso del giro 15/71, con Verstappen che comanda la classifica seguito da Hamilton, Vettel, Bottas, Albon, Leclerc, Gasly, Raikkonen, Grosjean e Giovinazzi. L'olandese intanto si lamenta di avere grosse vibrazioni sull'anteriore e, in effetti, dal replay si vedono piccoli pezzi di gomma staccarsi dalla sua anteriore sinistra.

18.29 - Torniamo un attimo sulla lotta al vertice perché Hamilton e Verstappen sembrano avere un passo gara leggermente migliore rispetto a quello di Vettel, che perde sempre qualcosina giro dopo giro. Adesso Seb è a 3.1 da Lewis...

18.27 - Il contatto tra Magnussen e Ricciardo è sotto investigazione. Vedremo se arriverà una penalità per Daniel, che in effetti potrebbe essere giudicato colpevole dal collegio dei commissari guidato da Emanuele Pirro.

18.26 - Verstappen continua a guidare la corsa con poco meno di due secondi e mezzo su Hamilton. Vettel paga a sua volta un distacco analogo dal britannico. Leclerc? Adesso è sesto, ma con 16 secondi dal leader e 3.5 da Albon.

18.25 - Leclerc scavalca anche Gasly e si porta in sesta posizione. Si ferma ai box intanto Ricciardo per sostituire l'alettone anteriore.

18.23 - Contatto tra Daniel Ricciardo e Kevin Magnussen! L'australiano ha attaccato all'interno della Descida do Lago, colpendo la posteriore destra della Haas, poi finita in testacoda. Probabilmente un incidente di gara, ma Magnussen non è d'accordo: "Che idiota!".

18.21 - Per il momento è Charles Leclerc il vero mattatore della gara, e non poteva essere altrimenti vista la sua partenza dal quattordicesimo posto: il monegasco ha scavalcato (facilmente) Raikkonen in rettilineo portandosi dunque in settima posizione.

18.20 - Leclerc scavalca anche Grosjean ed è adesso ai ferri corti con Raikkonen. Tornando invece al vertice, Verstappen ha già preso 2.3 secondi di gap su Hamilton, con Vettel che segue il britannico a 1.6.

18.17 - Continua la rimonta di Leclerc, che adesso si va a prendere anche la nona posizione ai danni di Magnussen. Bello anche il sorpasso di Sainz su Sergio Perez in curva-1.

18.16 - Dunque: Verstappen, Hamilton, Vettel, Bottas, Albon, Gasly, Grosjean, Raikkonen, Magnussen. Leclerc sale al decimo posto dopo essere riuscito a scavalcare anche Giovinazzi.

18.15 - Belle lotte a centro gruppo con Leclerc, che si è già messo in undicesima posizione dopo aver scavalcato Norris in seguito a un bel duello ruota a ruota alla Juncao.

18.13 - Si spengono le luci dei semafori e... Parte il Gran Premio del Brasile 2019! Non eccezionale la partenza di Sebastian Vettel, che si fa beffare all'esterno da Lewis Hamilton! Verstappen, Hamilton, Vettel dunque.

18.10 - Via al giro di formazione! Tutte le monoposto si sono mosse dalla griglia di partenza. Tra circa tre minuti lo spegnimento dei semafori...

18.09 - Griglia di partenza e scelta gomme al via: solo Ricciardo, Hulkenberg, Leclerc, Kvyat, Russell e Kubica optano per le "gialle".

18.07 - Ecco le possibili strategie secondo Pirelli: attenzione però, perché i 50 gradi in pista potrebbero decisamente sconvolgere i piani. Per adesso, però, sembra avvantaggiato chi partirà con le Soft per poi montare le Hard...

18.05 - Questa è invece la Rossa di Charles Leclerc, che dovrà scattare dalla quattordicesima casella a causa della sostituzione della power unit.

18.03 - C'è il Cavallino della Ferrari e questa non è una novità, ma sugli spalti non manca una mega-bandiera Red Bull. Crescono anche in Sudamerica i sostenitori di Max Verstappen, che oggi parte in pole position per la seconda volta in carriera. Al suo fianco, come in tribuna, c'è però la Rossa con Sebastian Vettel...

18.00 - Questa la griglia di partenza del Gp del Brasile 2019. Tra dieci minuti le vetture si muoveranno per il giro di formazione.

Pos Pilota Team Tempo
1 Max Verstappen Red Bull-Honda 1:07.508
2 Sebastian Vettel Ferrari 1:07.631
3 Lewis Hamilton Mercedes 1:07.699
4 Valtteri Bottas Mercedes 1:07.874
5 Alexander Albon Red Bull-Honda 1:07.935
6 Pierre Gasly Toro Rosso-Honda 1:08.837
7 Romain Grosjean Haas-Ferrari 1:08.854
8 Kimi Räikkönen Alfa Romeo-Ferrari 1:08.984
9 Kevin Magnussen Haas-Ferrari 1:09.037
10 Lando Norris McLaren-Renault 1:08.868
11 Daniel Ricciardo Renault 1:08.903
12 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo-Ferrari 1:08.919
13 Nico Hulkenberg Renault 1:08.921
14 Charles Leclerc* Ferrari 1:07.728
15 Sergio Perez Racing Point-Mercedes 1:09.035
16 Daniil Kvyat Toro Rosso-Honda 1:09.320
17 Lance Stroll Racing Point-Mercedes 1:09.536
18 George Russell Williams-Mercedes 1:10.126
19 Robert Kubica Williams-Mercedes 1:10.614
20 Carlos Sainz McLaren-Renault No tempo

*Leclerc 10 posizioni di penalità per sostituzione elementi power unit.

17.55 - A San Paolo è tempo per l'Inno del Brasile: i piloti sono schierati davanti alle monoposto per onorare il Paese ospitante...

17.50 - Iniziamo subito con il meteo, decisamente molto diverso rispetto ai giorni precedenti: su San Paolo splende il sole e, anche se non fa caldissimo (21 gradi) la temperatura dell'asfalto è quasi a quota 50. Questo vuol dire che qualcuno potrebbe farsi sorprendere nella gestione delle gomme.

17.45 - Buonasera cari lettori di MotorBox, buonasera cari appassionati di Formula 1. Siamo in diretta per raccontarvi il Gran Premio del Brasile, ventesima e penultima prova del mondiale 2019 di F1. Tra circa 25 minuti lo spegnimento dei semafori: siete pronti per viverlo insieme a noi?


TAGS: ferrari mercedes formula 1 red bull vettel f1 Hamilton leclerc interlagos f1 2019 GP Brasile Diretta F1 Live F1 F1 in diretta BrazilGP 2019 GP Brasile 2019 LIVE Gp Brasile GP Brasile LIVE Diretta GP Brasile 2019 GP Interlagos LIVE