Pubblicato il 22/11/2019 ore 07:00

STRIGLIATA PUBBLICA Sono passati quattro giorni dal "fattaccio" di Interlagos, e dal disastroso (per la Ferrari) incidente che ha visto coinvolti Charles Leclerc e Sebastian Vettel. Fatta sbollire la rabbia, o magari semplicemente dopo aver atteso che calasse a sufficienza l'adrenalina dei due responsabili, il presidente del Cavallino, John Elkann, ha commentato quanto accaduto in Brasile, strigliando pubblicamente i suoi piloti.

F1, GP Brasile 2019: l'incidente tra le Ferrari di Vettel e Leclerc

CHE ARRABBIATURA! "Mi sono molto arrabbiato" - ha svelato parlando ai margini di un incontro con gli analisti, in occasione dei dieci anni della holding della famiglia Agnelli - "Quello che è successo domenica non solo mi ha reso furiso, ma ha ricordato a tutti noi a Maranello quanto sia importante la Ferrari. I piloti saranno sempre dei piloti della Ferrari, e quello che è più importante è che vinca la Ferrari. Questo aspetto non si può dimenticare, e Mattia Binotto è stato chiaro in tal senso."

BENE IN QUALIFICA Il presidente ha colto l'occasione anche per fare una breve battuta sulla stagione, che è arrivata alla sua ultima gara, prevista per il weekend del 1 dicembre ad Abu Dhabi: "Quella 2019 è stata una stagione straordinaria per la Ferrari, ma solo per quanto riguarda le pole position. Purtroppo però non sono state convertite tutte in vittorie in gara."


TAGS: ferrari formula 1 sebastian vettel Charles Leclerc John Elkann f1 2019 BrazilGP 2019 GP Brasile 2019 F1 GP Brasile 2019 Incidente Vettel Leclerc