Autore:
Andrea Rapelli

B COME BAGGER In principio fu la Concept 101, mostrata per la prima volta al grande pubblico a Villa d'Este. Adesso, la BMW K 1600 B - che  toccheremo con mano ad Eicma 2016 - si mostra come mamma BMW Motorrad l'ha fatta. Non ci sono dubbi: la BMW K 1600 B è una bagger con i fiocchi, pensata per rivaleggiare ad armi pari con concorrenti del calibro della Moto Guzzi MGX-21.

A GOCCIA Nera come ogni bagger che si rispetti, questa K 1600 mostra il classico andamento a goccia, con il cupolino alto e il posteriore basso basso, grazie al nuovo telaietto. Ma - parliamo di una BMW, che diamine! - non sono stati sacrificati comfort e praticità: la parte anteriore presenta deflettori a protezione delle mani, nonché fianchetti arretrati verso il pilota. Inoltre, il parafango posteriore si può sollevare, per sostituire più facilmente la ruota posteriore.

FEET FORWARD Chi guida può poi contare su un display TFT da 5,7", sella (anche quella del passeggero) e manopole riscaldabili. Non mancano quickshifter in salita e scalata (optional) e la funzione di retromarcia, che aiuta a muovere i 336 kg della K 1600 B. Attingendo dalla lunga lista degli optional si possono poi scegliere accessori quali pedane feet forward, più avanzate, chiamata di emergenza SOS, luci adattive, keyless system, Hill Start Control, cerchi a 11 razze, manubrio fucinato...

ESA Dai due bassi e lunghi terminali di scarico esce il suono dello stesso sei cilindri in linea da 160 cavalli e 175 Nm a 5.250 giri (Euro 4) della K 1600 GT, che ha appena debuttato ad Intermot. Lo stesso dicasi per il telaio, a doppia trave in alluminio, e le sospensioni, tipicamente BMW: Duolever davanti e Paralever posteriore, ma Dynamic ESA di serie e due modalità (Road e Cruise). Il tutto con un'avancorsa di 106,4 mm e un'inclinazione del cannotto pari a 62,2°. La frenata è semi-combinata, con ABS Pro.

 

 


TAGS: eicma 2016 novità bmw eicma 2016 bmw k 1600 b