Motorizzati Ferrari: a Silverstone si prevede mai una gioia
F1 2020

Motorizzati Ferrari, a Silverstone si prevede sofferenza: "Non ci sarà gioia"


Avatar di Luca Manacorda , il 28/07/20

1 anno fa - Il circuito di Silverstone farà emergere le carenze del motore Ferrari

Gunther Steiner, team principal della Haas motorizzata Ferrari, si aspetta grandi difficoltà dai due appuntamenti di Silverstone
Benvenuto nello Speciale BRITISHGP 2020, composto da 28 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario BRITISHGP 2020 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

SILVERSTONE PISTA NEMICA Se il tortuoso circuito dell'Hungaroring presentava caratteristiche che potevano in parte nascondere le difficoltà del motore Ferrari, e nonostante ciò abbiamo visto le due SF1000 venire doppiate in gare, il veloce tracciato di Silverstone potrebbe evidenziare ancora una volta l'handicap di potenza dei propulsori di Maranello, azzoppati dalle direttive tecniche della FIA. Una situazione simile se non peggiore a quanto visto in Austria, con una Rossa sempre eliminata in Q2 nelle due qualifiche e gli altri due team motorizzati Ferrari a chiudere o quasi lo schieramento di partenza.

WEEKEND SENZA GIOIE A proposito di questi ultimi due, Alfa Romeo e Haas hanno finora conquistato tre punti in tutto, un magro bottino che permette loro di sopravanzare solo la Williams nella classifica Costruttori. I due gran premi consecutivi in programma a Silverstone non sembrano essere l'occasione giusta per dare una svolta alla stagione, come ammette Gunther Steiner: ''Sappiamo che Silverstone è un tracciato molto sensibile alla potenza, quindi non ci sarà gioia - ha ammesso il team principal della Haas ad Autosport, prima di analizzare la lotta in fondo alla classifica - Tra noi ci stiamo mischiando e penso che dipenda dalle piste chi è al di sopra degli altri: è una pista ad alta o bassa velocità? C'è un po' di differenza, ma penso che siamo in mezzo a queste squadre''.

VEDI ANCHE



GP Ungheria 2020, Budapest: Sergio Perez (Racing Point) e Kevin Magnussen (Haas) GP Ungheria 2020, Budapest: Sergio Perez (Racing Point) e Kevin Magnussen (Haas)

COGLIERE LE OCCASION Con un jolly strategico e una gran condotta di gara da parte di Kevin Magnussen, la Haas nel GP Ungheria ha conquistato il primo punto stagionale. Nello stesso modo, e così come fatto da Charles Leclerc nel primo appuntamento del 2020, bisognerà essere bravi a cogliere le opportunità che si presenteranno, in particolare sottoforma di imprevisti meteo o ingressi della Safety Car: ''Al momento è abbastanza difficile per noi ottenere punti e in particolare alcune delle gare che stanno arrivando non sono a nostro favore - ha aggiunto Steiner - Cerchiamo sempre di fare del nostro meglio e forse potremo trovare qualche opportunità come in Ungheria, non si sa mai. Se ti arrendi non ne troverai mai, quindi devi continuare a cercare di trovare qualcosa, ma non ce lo stiamo aspettando...''


Pubblicato da Luca Manacorda, 28/07/2020
BritishGP 2020
Logo MotorBox