Pubblicato il 02/08/20

SUPERIORE ALLE ASPETTATIVE Tra le prestazioni di maggior rilievo viste nelle qualifiche del GP Gran Bretagna c'è senz'altro quella di Charles Leclerc. Il circuito di Silverstone avrebbe dovuto mettere in evidenza le difficoltà velocistiche della SF1000, eppure entrambe le monoposto di Maranello hanno trovato il passaggio alla Q3, con il monegasco che ha poi chiuso con il quarto tempo, ad appena un decimo da Max Verstappen. E proprio da casa Red Bull, in un déjà-vu di quando visto lo scorso anno, si avanzano sospetti sulle prestazioni Ferrari.

I SOSPETTI DI MARKO Il protagonista è Helmut Marko, il quale ad Auto Bild ha dichiarato: ''È un mistero da dove Leclerc abbia ottenuto quella velocità. Era più veloce di noi nei rettilinei, ma questo sembra essere solo il suo caso. Non l'abbiamo visto con Sebastian Vettel. In effetti, Leclerc ha perso solo due decimi al suo miglior tempo del 2019''. L'austriaco riprende quanto sottolineato dal confronto con le qualifiche del 2019 che vi abbiamo riportato ieri: la Red Bull ha leggermente peggiorato la sue prestazione di un anno fa, mentre in casa Ferrari Leclerc ha fatto peggio di 2 decimi, perdendo una posizione sulla griglia di partenza a favore di Verstappen. Vettel ha invece peggiorato di 6 decimi la sua prestazione, un risultato su cui pesano però molto le difficoltà incontrate dal tedesco fin dalle libere del venerdì. Per questo, sottolineare le differenze tra i due piloti della Ferrari appare un sospetto del tutto infondato e gratuito.

SITUAZIONE TOP SPEED Come spiegato dallo stesso Leclerc, la Ferrari a Silverstone ha puntato su un assetto molto scarico per trovare velocità di punta. Una soluzione che ha pagato in qualifica e che è più rischiosa in ottica gara. Dando un'occhiata alle top speed delle qualifiche, le Mercedes dominano alla speed trap con Lewis Hamilton che sfiora i 320 km/h, mentre le Ferrari si difendono con velocità di punta tra i 316/317, un dato che le pone a metà classifica, poco sopra le Red Bull.


TAGS: ferrari f1 leclerc Marko BritishGP 2020