Pubblicato il 01/08/20

LA PEGGIOR POSIZIONE Il weekend complesso di Sebastian Vettel a Silverstone prosegue, nonostante il passaggio alla Q3 potesse illudere in un risultato migliore delle aspettative. In realtà, col senno di poi, il decimo posto finale del tedesco verrebbe volentieri barattato con un'eliminazione al termine della Q2. Il quattro volte campione del mondo, infatti, nell'ultima parte delle qualifiche non ha trovato feeling con la sua Ferrari SF1000, ottenendo solo il decimo tempo. Un risultato che domani lo obbligherà a partire da centro griglia, ma rispetto ai piloti subito dietro dovrà farlo con la gomma Soft utilizzata durante la seconda eliminatoria. Un vero handicap su un tracciato che vede questo tipo di copertura andare rapidamente in sofferenza.

MACCHINA NON ADATTA Vettel, che ieri nelle libere ha potuto girare molto poco a causa di due problemi tecnici, ha spiegato così la prestazioni di oggi: ''Probabilmente ho faticato a trovare il ritmo, la macchina non era particolarmente male, ma non era adatta a me quest’oggi. Ieri ho faticato anche perché ho fatto molti pochi giri e stamattina mettermi in ritmo non è stato semplice''.

IL PROBLEMA SOFT In vista del GP Gran Bretagna, Vettel non nasconde l'handicap rappresentato dalla partenza con le Soft: ''Domani le proverò tutte e poi vedremo quale sarà il risultato. Le gomme Soft non sono l’ideale, vedendo gli altri. Ma la situazione è questa, dobbiamo cercare di sfruttarla al massimo”.


TAGS: ferrari vettel f1 BritishGP 2020