Mercedes crescita infinita, Red Bull e Ferrari a passo di gambero
F1 2020

Il progresso Mercedes, lo stop degli avversari


Avatar di Luca Manacorda , il 01/08/20

1 anno fa - Il confronto tra i tempi 2019 e 2020 spiega i distacchi visti oggi

Confrontando i tempi del 2019 con quelli di quest'anno a Silverstone, si comprende meglio il margine di un secondo della Mercedes
Benvenuto nello Speciale BRITISHGP 2020, composto da 28 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario BRITISHGP 2020 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

IL DIVARIO TORNA A CRESCERE Il 2020 è sempre più una stagione nel segno della Mercedes, intesa sia come scuderia sia come fornitore di motori. Le W11 monopolizzano la prima fila del GP Gran Bretagna infliggendo distacchi superiori al secondo a tutta la concorrenza e anche gli altri team che montano le power-unit costruite a Brixworth volano nel confronto con i tempi del 2019, mentre altri team arrancano.

PROGRESSO CONTINUO Proprio andando a confrontare le prestazioni nelle qualifiche di Silverstone di quest'anno con quelle del 2019 emerge ancora una volta lo stato di forma impressionante dei motorizzati Mercedes e le difficoltà degli avversari. La Racing Point, che un anno fa non era andata oltre il quindicesimo tempo di Sergio Perez, con l'1:25:839 valso il sesto posto a Lance Stroll è progredita di ben 1,089 secondi. Clamoroso è il fatto che il secondo team a migliorarsi di più sia proprio la Mercedes, la quale aveva monopolizzato la prima fila già nel 2019: sono 790 i millesimi di progresso dell'1:24.303 di Lewis Hamilton rispetto alla pole position di Valtteri Bottas di 12 mesi fa.

VEDI ANCHE



I TANTI REGRESSI L'enorme margine del team campione del mondo sulla concorrenza si spiega anche con le difficoltà degli avversari. Max Verstappen, lo scorso anno quarto in griglia con la Red Bull-Honda, quest'anno ha fatto peggio di 49 millesimi, ma ha guadagnato una posizione a scapito di Charles Leclerc. Il monegasco, con una grande prestazione, ha limitato i danni ma si è comunque peggiorato di 255 millesimi rispetto al 2019, confermando le difficoltà della SF1000. Crollo più netto per gli altri team con power-unit Ferrari: 4 i decimi persi dalla Haas e ben 6 dalla Alfa Romeo. Positiva invece la McLaren motorizzata Renault, con Norris che migliora di altri 4 decimi il tempo del 2019, salendo dall'ottavo al quinto posto sulla griglia di partenza.

QUALIFICHE GP GRAN BRETAGNA, CONFRONTO TEMPI 2019-2020

Pos Team Differenza tempo
1 Racing Point-Mercedes -1.089s
2 Mercedes -0.790s
3 Williams-Mercedes -0.697s
4 McLaren-Renault -0.442s
5 Renault -0.173s
6 Red Bull-Honda +0.049s
7 Alpha Tauri-Honda +0.156s
8 Ferrari +0.255s
9 Haas-Ferrari +0.401s
10 Alfa Romeo-Ferrari +0.645s

Pubblicato da Luca Manacorda, 01/08/2020
BritishGP 2020
Logo MotorBox