Pubblicato il 01/08/20

RISULTATI SUPERIORI ALLE ATTESE Ci si aspettava una disfatta per la Ferrari sul circuito di Silverstone, tracciato ad alta velocità che avrebbe dovuto evidenziare i deficit della SF1000. In realtà, pur rimanendo lontana dalle imprendibili Mercedes, la scuderia di Maranello ha portato entrambi i suoi piloti nella Q3. Particolarmente positiva la prestazione di Charles Leclerc che prima ha superato il taglio della Q2 con gomma media, importantissima dal punto di vista strategico in vista della gara, e poi ha ottenuto un sorprendente quarto tempo, battuto di un solo decimo dalla Red Bull di Max Verstappen.

LECLERC SORPRESO Leclerc non ha nascosto la sua felicità per il risultato di oggi, sottolineando l'importanza di poter partire domani con la gomma media, prestazioni che hanno sorpreso anche lui: ''Grandissima soddisfazione oggi. Poi non dobbiamo dimenticare che la gara è domani e che i punti si fanno domani, però sì, sono molto contento. Non mi aspettavo di partire quarto e ancora meno di partire quarto con le medie, perché in Q2 abbiamo fatto un grande giro sulle medie. Questo è bello e ci potrà aiutare, visto che siamo in difficoltà sul passo gara a preservare le gomme più degli altri. Partire con le medie può essere di aiuto''.

IL REBUS ASSETTO Si è parlato molto dell'assetto scelto dalla Ferrari per questo weekend, con ali molto scariche per favorire la velocità di punta di cui la SF1000 pecca. Una scelta azzardata che potrebbe presentare il conto in gara, ma Leclerc è convinto si tratti della soluzione migliore: ''Potrà essere un po' più difficile, sicuramente è meglio per la qualifica che per la gara. Secondo me il compromesso era giusto, mettere più carico in questo weekend non ci avrebbe fatto finire quarti in qualifica e dopo in gara sorpassare sarebbe stato complicato. Meglio partire davanti, avendo la velocità in rettilineo, sarà più difficile per gli altri sorpassarci''.

RISCHIO PENALITA' Sul risultato di Leclerc di quest'oggi pesava un evidente ''unsafe release'' all'inizio della Q3 (immagini sopra). Nessuna colpa diretta del pilota, fatto uscire dal garage mentre sopraggiungeva la Racing Point di Lance Stroll, ma il rischio era che gli steward oltre a una multa alla Ferrari decidessero per una retrocessione sulla griglia di partenza per il monegasco. Per fortuna, si è valutata come non particolarmente pericolosa la situazione venutasi a creare e così nessuna punizione è stata inflitta né al pilota né al team.


TAGS: ferrari f1 leclerc BritishGP 2020