Pubblicato il 18/07/20

“GEOOOORGE” Uno è il grande eroe di questa ripartenza e guida, complice la grande spinta del motore Mercedes e una macchina finalmente in grado di competere con le rivali di fondo classifica, la riscossa della Williams. L’altro, dopo aver rischiato di vincere il Gp inaugurale in Austria, è finito sotto la lente d’ingrandimento dei dirigenti Red Bull per le sue prestazioni troppo distanti da quelle del (fortissimo) compagno di squadra Max Verstappen. Entrambi sono stati grandi protagonisti del lockdown a suon di sorpassi, ruotate e risate virtuali, con il pacioso Alex spesso preso di mira dal furbacchione George. Oggi, però, il morale di Russell e Albon, non potrebbe essere più diverso…

F1 Test Barcellona 2020: George Russell (Williams) e Alexander Albon (Red Bull)

TENSIONE Dopo due piazzamenti in dodicesima posizione in qualifica, George Russell è ormai l’eroe del team di Sir Frank (che lo ha riconfermato nel 2021). Al contrario Alex Albon è già sulla graticola, inseguito da voci di mercato che mettono nel mirino il suo sedile in Red Bull. Il sabato del Gp d’Ungheria non ha certo aiutato a riportare il sereno, con Albon tredicesimo ed eliminato in Q2, addirittura alle spalle dell’amico e rivale della Williams, e con un team radio (in cui il thailandese addita il muretto di averlo mandato in pista in mezzo al traffico) che è anche il termometro del momento di tensione nel box. Proprio il giovane di scuola Mercedes, però, ha però voluto spezzare una lancia in favore del compagno di mille battaglie.

F1 GP Ungheria 2020, Budapest: George Russell (Williams)

LA DIFESAConosco Alex – ha spiegato George Russell ai microfoni di Sky Sports Ukda 15 anni, abbiamo passato tanto tempo insieme negli stessi paddock e posso dire che è uno dei migliori piloti con cui ho mai corso. Max Verstappen, Charles Leclerc, tutti possono confermare che lui è sempre stato lì davanti a lottare in ogni categoria. E non ho idea di cosa diamine stia succedendo! Mi sento molto molto a disagio per lui, pare stia passando per un idiota e non è assolutamente così! Ha vinto in tutte le categorie in cui ha partecipato, quindi non so bene cosa sta succedendo. In Red Bull devono cercare di mettere a posto le cose”.

F1 GP Ungheria 2020, Budapest: Alexander Albon (Red Bull)

PARLA ALEX Lo stesso Albon ha poi aggiunto che il traffico non lo ha aiutato a superare il taglio, ma che comunque c’era scarso feeling con la RB16: “L’eliminazione di oggi è stata un po’ per un insieme di cose. Ovviamente non ho fatto un gran giro, ma c’era a disposizione ancora un tentativo per provare a metterci in sicurezza. Sono un po’ di fattori, sarò onesto. Devo parlare con il team e cercare di capire come prepararci nel migliore dei modi per la prossima volta. Il risultato è davvero frustrante e ovviamente sono molto lontano da quello che vorrei, ma bisogna calmarsi e raccogliere le idee. Sorpassare qui non sarà facile, quindi spero nell’arrivo della pioggia per smuovere un po’ le nostre chance di risalire il gruppo”.


TAGS: williams formula 1 red bull f1 george russell mercato piloti f1 Alexander Albon GP Ungheria 2020 HungarianGP 2020