Pubblicato il 16/07/20

AL CENTRO DELL'ATTENZIONE Il giovedì del GP Ungheria è ovviamente condizionato dalle tante voci di mercato che ruotano attorno a Sebastian Vettel. Questa settimana, il tedesco è accostato al nome della Racing Point: uno scenario emerso prepotentemente negli ultimi giorni e sul quale si è espresso molto chiaramente l'altro pilota chiamato in causa dall'affare, il messicano Sergio Perez. Dal canto suo, Vettel ha spiegato di non avere novità riguardo il suo futuro, non dando conferma a quanto si riporta sui media.

SEB PREDICA CALMA Secondo le ultime indiscrezioni, il contratto tra Vettel e la Racing Point sarebbe ormai ai dettagli e l'annuncio dovrebbe arrivare domenica 2 agosto, al termine del GP Gran Bretagna. Il pilota della Ferrari ha però spiegato di non voler prendere una decisione in tempi così stretti: ''Le voci sono chiamate voci per un motivo. Non ho notizie e ho già detto che ci vorrà del tempo prima di prendere una buona decisione. Tutto è aperto. Non sento la pressione di dover decidere rapidamente''.

F1, GP Ungheria 2020: Sebastian Vettel (Ferrari)

NESSUNA NOVITA' Anche se le indiscrezioni sono passate dall'accostarlo alla Red Bull al darlo per quasi certo alla Racing Point, Vettel ha ribadito che non ci sono stati cambiamenti nel corso dell'ultima settimana: ''Nulla è cambiato. La settimana scorsa ho detto che probabilmente ci vorrà del tempo per prendere la decisione per mio conto. Tutto è ancora aperto: guidare il prossimo anno, non guidare il prossimo anno, non guidare più''.

PAROLE SCIOLTE Se non fosse stato ancora chiaro il concetto, Vettel ha chiuso l'argomento sminunendo le voci di mercato: ''Sono in giro da molto tempo in F1 e non si sa mai. Indipendentemente da ciò, devo prendere la decisione da solo. A questo punto sono solo chiacchiere. La verità è che non c'è nulla da annunciare, niente di concordato. Solo parole sciolte''.


TAGS: mercato vettel f1 HungarianGP 2020