Pubblicato il 17/07/20

METEO BALLERINO Una giornata poco indicativa all'Hungaroring per i team e per la Pirelli, all'interno di un weekend che potrebbe riservare altre incognite meteo. Quest'oggi solo la prima sessione di prove libere si è disputata sull'asciutto, con temperature fresche, cielo nuvoloso e qualche goccia di pioggia che ha interrotto per pochi minuti l'attività in pista. Al pomeriggio l'acqua l'ha fatta da padrona: pista allagata e solo 13 piloti in pista.

POCHE INDICAZIONI Il responsabile motorsport di Pirelli, Mario Isola, ha incontrato i media in teleconferenza tramite Zoom, facendo il punto della situazione: ''Dalle PL1 è difficile dare una risposta, le condizioni erano difficili. L'evoluzione della pista è stata diversa dal solito causa pioggia, caduta durante la sessione. Difficile comprendere i delta tra le mescole, la nostra stima è di 0,3 secondi tra Hard e Medium e di 0,5 secondi tra Medium e Soft. I team hanno differenziato il lavoro data la prevista pioggia del pomeriggio. Ad esempio la Mercedes ha effettuato subito dei long run con le Soft, poi ha utilizzato Hard e Medium. Gli altri team hanno seguito un piano di lavoro più tradizionale. La pista era molto 'verde', abbiamo notato del graining all'anteriore, in alcuni casi dell'abrasione. Nessun altro problema. Al pomeriggio le condizioni erano da full wet, hanno girato in 1:40 il tempo di crossover per passare alle intermedie era sull'1:33. Abbiamo visto alcuni piloti usare le intermedie, anche se ciò non era l'ideale data la quantità di acqua presente. Questo per trarre vantaggio dai regolamenti, che prevedono un set aggiuntivo di questo tipo di gomma in tali circostanze. Alcuni team hanno tenuto dei set nuovi per il resto del weekend. In Austria era stato più difficile per le gomme da pioggia rispetto ad oggi. In queste condizioni, scaldare le gomme non sarà un problema''. 

LAVORO IN OTTICA 2021 Isola ha poi annunciato che la Pirelli porterà dei pneumatici prototipo nel secondo weekend di gara a Silverstone e nel successivo a Barcellona. Si tratta di gomme che la casa milanese intende testare in vista della prossima stagione: ''Abbiamo spedito ai team la comunicazione sui test gomme che effettueremo nei prossimi weekend di Silverstone e Barcellona. Saranno gomme prototipo con pressioni minori, l'obiettivo è ridurre il surriscaldamento. Si tratta di lavori per il 2021, lo sviluppo poi sarà congelato. I test saranno ciechi, i team non sapranno cosa usano, le gomme saranno non marchiate. Verrano utilizzate nei primi 30 minuti di prove libere. Tutti i team useranno soluzioni diverse. Sarà Pirelli a decidere il lavoro da seguire. Le scuderie saranno obbligate a girare, come da regolamento. Al momento non sono previsti test dopo Barcellona, se Pirelli sarà soddisfatta. Altrimenti si farà un'altra sessione, ma per ora non è in programma''.


TAGS: pirelli f1 HungarianGP 2020