Pubblicato il 18/07/20

RECORD Già dalle prime prove libere del Gp d’Ungheria si era forse intuito lo strapotere Mercedes sulla tortuosa pista di Budapest. Le qualifiche ci hanno però portato una realtà di un dominio persino più netto del previsto, con un Lewis Hamilton capace di demolire il record della pista e di portarsi a quota 90 pole position in carriera. Numeri stratosferici, che vanno ovviamente condivisi con la scuderia di Brackley, in grado ancora una volta di mettere in pista una macchina che è al contempo una leggiadra come una farfalla ma solida e imbattibile come un carrarmato. Di seguito tutte le dichiarazioni del sabato di qualifiche del Gp d’Ungheria 2020.

LEWIS HAMILTON, MERCEDES: P1, 1:13.447

Pole position numero 90? Mi sono quasi dovuto dare un pizzicotto, davvero non ci credo ancora. A essere onesti è un successo che va condiviso con un gruppo intero di persone, senza il quale semplicemente non avrei avuto l’opportunità di raggiungere certi risultati. Sono grato a questi ragazzi, quelli in fabbrica e quelli qui presenti in pista. Fanno tutti un lavoro pazzesco. Valtteri? Non me l’ha resa certo facile, ci vuole praticamente la perfezione per riuscire a batterlo e fare dei giri di qualifica come questo è una delle cose che mi diverte maggiormente. In gara comunque sarà lunghissima prima di arrivare a curva-1, niente va dato per scontato. Dobbiamo continuare a lavorare questa sera e provare a raggiungere il risultato domani. La gara sarà molto dura, c’è anche l’incognita meteo da valutare e non sappiamo quale sarà il clima domani… Di sicuro sarò a testa bassa e concentrato al massimo per provare a portare a casa un’altra doppietta per il mio team”.

F1 GP Ungheria 2020, Budapest: Lewis Hamilton (Mercedes) con il trofeo Pirelli della pole position

VALTTERI BOTTAS, MERCEDES: P2, 1:13.554

Siamo davvero a un livello molto alto anche oggi, il che è davvero positivo per noi. Sapevo che, dopo le prove libere 3, sarebbe stata una battaglia ravvicinata con Lewis in qualifica, i miei giri sono anche stati buoni e l’ultimo tentativo in Q3 è stato molto veloce. Onestamente non credo che avrei potuto fare molto meglio di così… Hamilton ha fatto un lavoro fantastico per prendere la pole position oggi, e credo che domani sarà una specie di drag race per chi arriverà primo in curva-1. Non vedo l’ora, il primo giro sarà sicuramente molto interessante. Sono il leader del campionato, ma devo anche vincere delle gare se voglio continuare a mantenere la vetta, quindi l’unico obiettivo su cui sono completamente concentrato è proprio questo”.

GP Ungheria 2020, Budapest: Valtteri Bottas (Mercedes)

LANCE STROLL, RACING POINT: P3, 1:14.377

Sono molto contento per il risultato di oggi, la macchina era fortissima per tutte le qualifiche e credo che in generale le prestazioni siano state molto buone per tutto il fine settimana. Avevamo il passo per stare lì davanti, quindi dovevamo solo mettere insieme tutti i pezzi del puzzle in Q3. È stato fatto un gran lavoro da parte di tutto il team e sono anche molto soddisfatto per la scommessa di passare il taglio della Q2 con le Medium. Un rischio, ma si è rivelata la giusta chiamata. Siamo in una buona posizione, proveremo a ottenere il massimo dei punti per la squadra”.

GP Ungheria 2020, Budapest: Lance Stroll (Racing Point)

SERGIO PEREZ, RACING POINT: P4, 1:14.545

In qualifica non mi sentivo fisicamente al 100%, ho avuto un po’ di vertigini durante la sessione e questo non è stato il massimo. Faremo una verifica su cosa sta succedendo ma dovrebbe essere tutto a posto per domani. Il risultato di oggi è fantastico per il team, siamo stati molto veloci per tutto il weekend e sono felice per questa seconda fila anche se ho la sensazione che il mio ultimo giro in Q3 poteva essere migliore di così. Speriamo domani di poter mettere tutto insieme e portare a casa un bel po’ di punti. Partire con le gomme Medium è proprio quello che volevamo, quindi speriamo di poter mettere nel mirino un bel risultato in gara”.

F1 GP Ungheria 2020, Budapest: Sergio Perez (Racing Point)

MAX VERSTAPPEN, RED BULL RACING: P7, 1:15.495

Ovviamente siamo tutti molto dispiaciuti per come sono andate queste qualifiche. Non so di preciso cosa sia successo, ma è evidente che c’è qualcosa che non funziona rispetto allo scorso anno, in cui avevamo un ottimo bilanciamento della macchina in questo circuito. Il fine settimana è stato fin qui molto complicato, difficile comprendere il perché visto che abbiamo cambiato molte cose ma i tempi sul giro comunque non arrivano. In gara dovrò cercare di restare lontano dai guai, partire settimo è giusto in mezzo al gruppo. Spero che sarà comunque possibile portare a casa un bel po’ di punti. Come sempre, non molleremo mai anche se in questa pista non è facile sorpassare come altrove”.

F1 GP Ungheria 2020, Budapest: la Red Bull RB16 di Max Verstappen


TAGS: mercedes formula 1 red bull valtteri bottas lewis hamilton f1 max verstappen sergio perez lance stroll Racing Point GP Ungheria 2020 HungarianGP 2020