Anteprima:

Renault Scénic 2010


Avatar Redazionale , il 10/03/09

12 anni fa - Avrà due carrozzerie, con 5 o 7 posti

La pioniera delle monovolume compatte si rinnova e diventa più pratica e spaziosa che mai. Declinata in due versioni molto diverse nel look, una a cinque e una a sette posti, arriverà sul mercato con una gamma di motori molto articolata, a benzina e a gasolio.

Benvenuto nello Speciale SALONE DI GINEVRA 2009 - L'ELENCO COMPLETO, composto da 65 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SALONE DI GINEVRA 2009 - L'ELENCO COMPLETO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

PRIMA INTER PARES La Renault è senza dubbio tra le Case più attive viste al Salone di Ginevra. In uno stand votato al verde, in senso lato e anche dal punto di vista cromatico, quelli della Régie hanno portato numerose novità. I flash dei fotografi sono stati soprattutto per la nuova Scénic, che sul mercato Italiano arriverà con una gamma profondamente rivista.

DOUBLE FACE L'MPV francese sarà proposta in due varianti di carrozzeria, corta (434 cm) e lunga (456 cm). Quest'ultima perderà però per strada l'appellativo Grand e diventerà la Scénic per eccellenza, offerta solo in configurazione a sette posti. La variante a cinque posti sarà invece disponibile solo con la versione corta che si chiamerà Dynamic Activity Vehicle o - come ormai sembra definitivo - più semplicemente X Mod.

MOSTRA I DENTI A differenza di oggi, le due nuove Scénic presentano un look diverso anche a livello del frontale. Così come accede anche per le Mégane a tre e a cinque porte, la versione più sportiva mostra i denti, sfoderando due simil-canini color argento ai lati del muso. LaScénic a sette posti ha invece forme più pulite e levigate, con la presa d'aria inferiore che si estende senza soluzione di continuità da un lato all'altro del paraurti. I tratti somatici non sono gli stessi nemmeno in codae non solo per la maggiore o minor superficie del finestrino a ridosso del montante posteriore. Entrambe le versioni hanno le luci che si sviluppano a L ma sulla sette posti il tratto orizzontale si estende sulla fiancata mentre sulla cinque posti i lembi rossi si sviluppanosul portellone.

VEDI ANCHE



VANI NON VANI Una volta aperto il bagagliaio, la monovolume Renault si dimostra ancora una volta tra le più pratiche della sua categoria, quale che sia la carrozzeria scelta. Con cinque passeggeri a bordo, la Scénic X Mod vanta una capacità di carico di 522 dmc a filo cappelliera. La sette posti, con i due sedili della terza fila ripiegati nel pavimento, dispone invece di un volume utile di 702 dmc, pronti a diventare oltre 2.000 sacrificando anche la fila centrale e viaggiando con abitacolo matrimoniale. Non meno sorprendente è il dato relativo ai vani sparsi qua e là per l'abitacolo. Il loro volume totale è infatti di 92 litri, con tanto di cassetto refrigerato, gavoni a pavimento e mobiletto centrale scorrevole.

PER TUTTE LE TASCHE Più ancora che ai bagagli, i progettisti Renault hanno pensato però ai passeggeri. Chi siede davanti si trova di fronte una plancia dalle forme molto fluide e morbide, con un taglio a losanga. La strumentazione è racchiusa al centro, sotto una grande palpebra, e comprende anche uno schermo TFT di grande leggibilità e personalizzabile, per esempio per quanto riguarda il colore. Al suo fianco posso trovare posto due diversi navigatori, uno più raffinato e uno "basic", con un costo che si annuncia inferiore ai 500 euro.

E LUCE FU Rispetto al passato anche il parabrezza aumenta di dimensioni, a tutto vantaggio della luminosità e della visibilità: il campo visivo aumenta del 15% in verticale e dell'8% in orizzontale. Anche ilpasso fa stretching, garantendo importanti progressi sul fronte dell'abitabilità. Ciò vale tanto per chi viaggia in seconda fila, le cui ginocchia hanno a disposizione 275 mm, quanto per chi dovesse occupare l'eventuale terza.

GIROTONDO Alla Renault promettono cose mirabolanti anche in tema guidabilità. Grazie a un assetto studiato ad hoc e al lavoro di fino fatto sulle sospensioni anteriori pseudo McPherson e posteriori a ruote interconnesse ereditate dalla Mégane, i tecnici promettono un rollio ai minimi della categoria. Il resto lo dovrebbe fare uno sterzo profondamente rivisto per diventare più progressivo e diretto nella guida nel misto.

CHI PRIMA, CHI POI Quanto poi ai motori, la gamma si annuncia come tradizione molto articolata. Sul fronte a benzina aprirà le danze un 1.600 da 110 cv che da fine anno sarà proposto anche con doppia alimentazione, benzina e GPL. A fargli da spalla ci saranno un 2.000 da 140 cv abbinato a un cambio automatico CVT e pare anche l'atteso 1.400 TCe, un turbo da 130 cv e da 14,1 km/litro. Quattro sono invece le alternative a gasolio: 1.5 dCi da 110 cv, 1.9 dCi da 130 cv e 2.0 dCi da 150 e 160 cv, rispettivamente con cambio automatico o manuale a sei marce. La Scénic a sette posti arriverà sul mercato a maggio, mentre la versione corta sarà nelle concessionarie a settembre.


Pubblicato da Paolo Sardi, 10/03/2009
Gallery
Salone di Ginevra 2009 - l'elenco completo
Logo MotorBox