Anteprima:

Lamborghini Murciélago LP 670-4 SuperVeloce


Avatar Redazionale , il 22/03/09

12 anni fa - Si è messa a dieta e corre più che mai.

Quattro wallpaper, molte immagini esclusive e tutti segreti della più arrabbiata tra le Murciélago, che si mette a dieta e cresce di potenza per prestazioni ancora più mozzafiato. Un gioiello da leccarsi i baffi, riservato a soli 350 fortunati.

Benvenuto nello Speciale SALONE DI GINEVRA 2009 - L'ELENCO COMPLETO, composto da 65 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SALONE DI GINEVRA 2009 - L'ELENCO COMPLETO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

TAUTOLOGIA Alla faccia della crisi dilagante, in Lamborghini vanno dritti e relativamente sereni per la loro strada, sfornando novità a ritmo piuttosto incalzante. All'ultimo Salone di Ginevra, per esempio, teneva banco un'inedita versione che va a rifare la punta alla gamma Murciélago. Come spesso accade ultimamente dalle parti di Sant'Agata, il nome svela già molto: LP 670-4 SuperVeloce è infatti solo apparentemente criptico. Alla sua ennesima apparizione, LP è ormai sinonimo della posizione del motore, Longitudinale Posteriore, 670 sono i cavalli, 4 sono le ruote motrici e SuperVeloce è... una tautologia, un'affermazione cioè vera per definizione, vista l'auto.

FLASHBACK La sottolineatura, comunque, ci sta, alla luce delle numerose modifiche rispetto alle Murciélago vulgaris, alcune evidenti al primo sguardo, altre celate lontano dalla vista. E la sigla SVche sintetizza il concetto è di quelle da lacrimuccia per i nostalgici del marchio, richiamando alla memoria un'omonima versione della Miura.

ALI PER VOLARE Da un punto di vista estetico, LP 670 si riconosce soprattutto per le nuove appendici aerodinamiche, che danno alla linea un'aria cattiva e pistaiola. Nel frontale spiccano uno spoiler in carbonio grande quasi come la pala di uno spazzaneve e prese d'aria maggiorate per il raffreddamento dei freni. In coda, invece, i riflettori sono puntati sul diffusore, sul terminale del silenziatore piatto e sulla nuova ala posteriore, disponibile in due configurazioni,una più compatta e filante e una più grande e pronunciata, che garantisce un maggior carico aerodinamico. Con questo Aerowing Pack resta leggermente penalizzata la velocità massima che scende a "soli" 337 km/h contro i 342 ottenibili con l'alettone più smilzo.

VEDI ANCHE



A PIENI POLMONI Se è possibile raggiungere simili punte il merito è soprattutto del motore, la cui potenza cresce di 30 cv, toccando quota 670 a 8.000 giri, con un picco di coppia di 660 Nm a 6.500 giri. Ciò si ottiene grazie al lavoro di fino dei motoristi, che hanno cercato di far respirare al meglio il possente V12 6.5 che fa bella mostra di sé sotto i pannelli in policarbonato del cofano. Sul fronte distribuzione aumenta l'alzata delle valvole, l'alimentazione spetta a collettori di aspirazione a geometria variabile e sul lato opposto c'è un impianto di scarico inedito e leggerissimo.

DIETA FERREA Il peso è stato l'altro chiodo fisso dei tecnici Lamborghini, che sono riusciti a risparmiare con la SuperVeloce un centinaio di chili. Di questi, circa un quarto sono frutto proprio della dieta fatta dagli scarichi e 13 kg sono stati tirati giù adottandoparafanghi e fiancate in materiale composito a base di carbonio. Altri 34 li ha persi per strada l'abitacolo, che è privo di radio e navigatore (comunque disponibili come optional) e che è confezionato alternando Alcantara e carbonio, che è impiegato anche per i gusci dei sedili sportivi. Per il resto, altri 7 kg li ha smaltiti la meccanica mentre gli ulteriori 20 sono stati limati utilizzando nuovo acciaio ad alta resistenza per i tubi del telaio, che vede così aumentare del 12% la rigidezza torsionale. A conti fatti, la SuperVeloce ha un rapporto peso/potenza di 2,3 kg/cv.

CAMBIO SUPERVELOCE Se nella classica prova di accelerazione 0-100 il cronometro si ferma dopo soli 3,2 secondi il merito va però anche alla motricità e alla rapidità del reparto trasmissione. Quest'ultimo ha come principale protagonista il cambio robotizzato e.gear, che dispone anche delle funzioni Corsa e Low Adherence. Per chi non vuole rinunciare al "fai da te" nelle cambiate c'è comunque la possibilità di ordinare senza sovrapprezzo la Murciélago con un selettore manuale a sei marce.

DIAMO I NUMERI In ogni caso, a fare da denominatore comune c'è la trazione integrale permanente che in condizioni standard manda il 35% della coppia motrice alle ruote anteriori da 245/35-18 e il 65% a quelle posteriori da 335/30-18. Chiudendo con altre percentuali, i differenziali anteriore e posteriore sono autobloccanti rispettivamente al 25 e al 45% e la distribuzione dei pesi vede il 58% gravare sul posteriore.

SCARICA I WALLPAPER










Pubblicato da Paolo Sardi, 22/03/2009
Gallery
Salone di Ginevra 2009 - l'elenco completo
Logo MotorBox