Autore:
Paolo Sardi

COME VOLEVASI DIMOSTRARE Non serviva certo lucidare tanto la sfera di cristallo per capire che la recente R 1200 GS sarebbe presto diventata la capostipite di una nuova generazione di modelli boxer. E’ dunque con relativa sorpresa che si guardano le prime immagini della BMW R 1200 RT 2014, che nasce proprio da una costola della sorella da enduro e da un punto di vista estetico non sembra uscire più di tanto dal solco tracciato dalla RT uscente. Con questi presupposti non bisogna però nemmeno sottovalutare tanto questa moto, perché la RT da sempre rappresenta un’icona per la Casa bavarese, che con lei non lascia mai nulla al caso.

MODIFICHE MIRATE La BMW R 1200 RT 2014 ha come fiore all’occhiello il nuovo motore con raffreddamento misto aria/liquido, che si riconosce per i collettori di scarico sistemati nella parte bassa dei cilindri. Rispetto alla configurazione GS, quella RT prevede un albero motore e un volano più pesanti che, assieme ad altre piccole modifiche, portano a una potenza massima di 125 cv a 7.750 giri e un picco di coppia di 125 Nm a 6.500 giri. Rispetto al vecchio boxer la curva di erogazione è migliore a tutti i regimi, con la coppia che non scende mai al di sotto dei 100 Nm a garanzia di un’ottima elasticità di marcia.

CHIP AL POTERE La BMW R 1200 RT 2014 dispone di serie di due mappature per il motore, Rain e Road, oltre che controllo elettronico della stabilità ASC. A richiesta si può ordinare anche un’elettronica più sofisticata, con la modalità Pro che intergra quella ulteriore Dynamic, la più sportiva del lotto, e l’assistenza per le partenze in salita HSC. Tra gli optional figurano anche altri gadget elettronici, come il cambio elettroassistito, che permette passaggi di marcia dolci anche senza agire sulla frizione e chiudere il gas, e le sospensioni semiattive Dynamic ESA, che regolano le smorzamento in base allo stile di guida e alle condizioni del fondo, consentendo di scegliere a monte tra tre tarature (soft, normale  hard) e di impostare il carico (pilota con e senza passeggero, in presenza o meno di bagagli).

COME UNA BERLINA Ad assicurare al pilota un comfort migliore che in passato provvedere anche un generale abbassamento della posizione di guida di 20 mm, che aiuta a poggiare più saldamente i piedi a terra e assicura di godere al meglio della protezione offerta da un parabrezza ridisegnato e ampiamente regolabile. Alla sua base c’è un inedito faro che può montare luci diurne a Led, mentre alle spalle c’è un ponte di comando dominato da uno schermo TFT a colori da 5,7 pollici, che non sfigurerebbe nemmeno su un’auto e che mette sott’occhio le informazioni del computer di bordo BMW Motorrad Pro. La BMW R 1200 RT 2014 è proposta in tre colorazioni e dispone di un chilometrica lista di optional e accessori utili anche a esaltare la vocazione ai grandi viaggi, assieme alle valigie di serie, che possono essere integrate con un assortimento di top case. 


TAGS: bmw r 1200 rt 2014 eicma Eicma 2013: tutte le novità