Autore:
Paolo Sardi

INVESTIMENTO SUL FUTURO I ragazzi, si sa, vanno educati bene sin da piccoli e anche alla KTM sono convinti che coltivare le nuove leve del motociclismo (una merce terribilmente rara...) sia un buon sistema per guardare al futuro con ottimismo. Ecco dunque che a Mattighofen si accingono a lanciare, accanto all'attesa 1290 Super Duke e sull'onda del successo delle piccole Duke, una nuova famiglia di sportivette monocilindriche: le KTM RC 125, 200 e 390, le cui prime foto sono apparse sul sito asphaltandrubber.com 

DURA LEX SED LEX Le tre moto hanno una impostazione comune, con un telaio tubolare a traliccio in acciaio che ospita un motore monocilindrico raffreddato ad acqua. Delle tre versioni, la più piccola si rivolge chiaramente ai sedicenni e, in assenza di comunicazioni ufficiali, si può ipotizzare che avrà una potenza massima di 15 cv, come impone la legge anche agli smanettoni in erba. Allo stesso modo, la KTM RC 390 difficilmente andrà a superare il limite di 48 cv, per non bruciarsi la clientela titolare di patente A2, mentre la 200 dovrebbe aggirarsi nell'orbita della trentina di cavalli.

Per il resto si può dire che le KTM RC 125, 200 e 390 si distingueranno per le diverse grafiche, mentre la carrozzeria dovrebbe restare sostanzialmente la stessa, con il terminale di scarico a fare capolino dalla pancia della carena. Tra i componenti comuni ci sono anche i freni, realizzati in India dal Gruppo Brembo con il marchio Bybre e in queste foto tutti dotati di ruota fonica per il sistema ABS.


TAGS: ktm rc 125 200 e 390 Eicma 2013: tutte le novità