Autore:
Alessandro Codognesi

SQUADRA CHE VINCE NON SI CAMBIA…O NO? Stando al proverbio, meglio non cambiare una formazione vincente. E il ruota alta di Piaggio, il Liberty, è una di quelle squadre al limite dell’imbattibile sul fronte dei numeri: con oltre 800 mila esemplari venduti, è uno dei best-seller della Casa di Pontedera e sarebbe stupido stravolgere un progetto tanto vincente. Con queste premesse, il nuovo Piaggio Liberty 3V è stato aggiornato sia sopra (poco) sia sotto (molto), per tornare a ribadire la supremazia nel proprio settore. Sarà una delle novità del gruppo Piaggio al Salone di Milano.

SI PARTE DA QUI Si è partiti dall’estetica del nuovo Piaggio Liberty 3V, simile ma comunque diversa  rispetto al passato. Rimangono infatti i segni particolari tipici, come il faro triangolare e l’ormai celebre cravatta. Ora però ci sono nuovi dettagli come gli inserti cromati, presenti sulla piastra nella quale è incastonato il logo Piaggio, sulle cornici degli indicatori di direzione, sulla maniglia dello sportello porta oggetti e sulle protezioni degli steli della forcella. Inedita è anche la strumentazione, completa di orologio con datario, tachimetro, contachilometri e indicatore del livello carburante, oltre che dotata di una grafica più moderna. Inoltre, ora è di serie l’antifurto immobilizer. Dulcis in fundo, ci sono il nuovo maniglione posteriore verniciato, dotato di portapacchi per il montaggio del bauletto, e le pedane del passeggero estraibili.

PIÙ CONFORT PLEASE Gande attenzione sul nuovo Piaggio Liberty 3V è stata data anche al confort e alla capacità di carico. La sella è completamente nuova ed è più rastremata ai lati. L’imbottitura, sia per il pilota sia per il passeggero, utilizza uno schiumato più confortevole, rivestito da un tessuto antiscivolo. Aumenta la capacità di carico del vano sottosella, che passa da 8,8 a 10,8 litri grazie allo spostamento della batteria, ora situata nel cassetto del retroscudo.

SCHELETRO PORTANTE Sulla meccanica e sulla ciclistica si è intervenuti più radicalmente. È vero, il telaio rimane in tubi d’acciaio ad alta resistenza, ma sono cambiate le quote principali per via delle nuove dimensioni di pneumatici e cerchi ruota: il cerchio anteriore passa da 16 a 15 pollici e monta un pneumatico più stretto, ma dalla spalla più alta (80/90 anziché 90/80); quello posteriore invece rimane da 14” ma monta un pneumatico di 100/80 (al posto del precedente 110/80). Il risultato è che ora il Piaggio Liberty 3V è più corto (1.920 mm contro i 1.935 mm del modello precedente). Le nuove dimensione di cerchi e pneumatici hanno avuto il gradito effetto collaterale di ottimizzare l’assorbimento delle asperità grazie alla spalla più alta del pneumatico anteriore.

CUORE A TRE VIE Come facilmente ci si può immaginare dal nome, sul nuovo Piaggio Liberty 3V debutta il motore Piaggio 3V, nelle cilindrate 125 e 150 cc. Per chi ha poca memoria, si tratta di un monocilindrico 4 tempi raffreddato ad aria, con distribuzione monoalbero a camme in testa a 3 valvole (2 in aspirazione e 1 in scarico) e iniezione elettronica. Il risultato sono 7,6 kW (10,3 cv) di potenza per il 125 (8,7 kW ovvero 11,8 cv il 150) e 10,4 Nm (13 Nm  il maggiore), con consumi ridotti all’osso: procedendo a 50 km/h, con il 125 si percorrono 59 km/litro, con il 150 invece siamo a quota 57 km/litro. Da segnalare anche la ridotta manutenzione: i principali intervalli sono programmati ogni 10.000 km.

TANTA ROBA Il nuovo Piaggio Liberty 3V è disponibile da subito nelle cilindrate 125 e 150 cc entrambe nell’unico allestimento “Full Optional” che prevede di serie parabrezza antigraffio e il bauletto in tinta con la carrozzeria. Tre le varianti cromatiche: Blu Midnight, Bianco Perla e Nero Grafite.


TAGS: piaggio liberty 3v eicma Eicma 2013: tutte le novità