Pubblicato il 09/07/20

AGGIORNAMENTI C’è grandissima attesa, nel secondo weekend di gara tra le colline di Spielberg, per il primo piccolo pacchetto di aggiornamenti che gli ingegneri di Maranello sono riusciti a finalizzare in vista del Gran Premio di Stiria. Ufficialmente, la tranche di upgrade sarebbe dovuta arrivare per il prossimo Gp, quello del 19 luglio in Ungheria, ma le difficoltà palesate dalla SF1000 al Red Bull Ring la scorsa settimana hanno imposto un’ulteriore accelerazione negli sviluppi. A confermare l’arrivo di qualche novità tecnica è stato direttamente Charles Leclerc nella conferenza stampa di presentazione del Gp di Stiria.

F1 GP Stiria 2020, Red Bull Ring: Charles Leclerc e Sebastian Vettel (Ferrari) in conferenza stampa

LE NOVITÀ Proprio il monegasco, reduce da un secondo posto che è frutto del suo talento, di una strategia di gara azzeccata ma anche della sorte avversa dei rivali, si è detto contento della possibilità di provare qualcosa di nuovo sulla SF1000. Da Maranello è arrivata un’ala anteriore leggermente modificata nel disegno dei flap e anche un nuovo fondo che dovrebbe aiutare la monoposto nel generare carico, ma non è da escludere che venerdì altre scatole rosse vengano consegnate a Spielberg. “Abbiamo portato delle cose in questo weekend – ha spiegato Leclerc nella classica conferenza stampa del giovedì – ma è chiaro che non sappiamo ancora dire quanto potrà migliorare le performance della macchina. È una cosa che potremo provare soltanto scendendo in pista, ma di sicuro sarà importante appurare che gli aggiornamenti porteranno un vantaggio perché vorrebbe dire che la direzione intrapresa è quella corretta. Non si tratta di una rivoluzione, sono solo piccoli aggiornamenti ma, vedendo i distacchi della prima gara, sono sicuro che ci potranno aiutare molto”.

F1 GP Austria 2020, Red Bull Ring: Charles Leclerc (Ferrari) dopo la gara

PODIO? Aggiornamenti a parte, Leclerc però non crede che la SF1000 sarà subito in condizione di lottare le dirette rivali per il titolo mondiale, né che sia possibile, in condizioni di gara normali, ripetere il secondo posto di domenica scorsa: “Mercedes e Red Bull sono davanti a noi, ma lo scorso fine settimana abbiamo dimostrato che se riusciamo a fare bene il nostro lavoro, specie se ci assiste un po’ la fortuna, possiamo ottenere dei buoni risultati. Quindi sono fiducioso. Per adesso non siamo da podio, ma stiamo lavorando per esserlo in futuro”. Charles è stato anche al centro di una piccola polemica per essere uscito dalla “bolla” anti-Covid creata dalla Formula 1 per evitare il contagio, tornando invece a Monte Carlo nei giorni scorsi: “Sono stato testato due volte ed è tutto ok”, ha chiosato il ventiduenne della Ferrari.


TAGS: ferrari formula 1 f1 Charles Leclerc SF1000 GP Stiria 2020 StyrianGP 2020