Pubblicato il 10/07/20

TUTTI NEGATIVI Seconda settimana di gara e secondo giro di tamponi per il Covid-19 per il personale presente al Red Bull Ring. La FIA ha comunicato quest'oggi che i 4566 campioni raccolti tra venerdì 3 e giovedì 9 luglio tra piloti, team e proprio personale sono risultati tutti negativi. Lo stesso risultato era stato ottenuto la scorsa settimana, permettendo al Mondiale 2020 di partire regolarmente.

VETTEL E  LECLERC DISOBBEDIENTI Un risultato ottenuto anche grazie alle rigide misure di sicurezza imposte a tutte le persone presenti nel paddock. La Federazione ha però richiamato la Ferrari, in quanto entrambi i suoi piloti sono stati pizzicati in situazioni vietate dalle attuali normative igieniche. In particolare, sia Sebastian Vettel sia Charles Leclerc sono stati visti mescolarsi con persone esterne ai loro gruppi di lavoro nel team. Lo scorso weekend, il tedesco è stato ripreso dalle telecamere tv mentre parlava con Chris Horner ed Helmut Marko della Red Bull, senza indossare la mascherina. Il richiamo per Leclerc non riguarda invece il suo viaggio a Monte Carlo, un momento di break che si è concesso anche Valtteri Bottas.

L'AVVERTIMENTO Un portavoce della FIA ha spiegato: ''La Ferrari ha ricevuto un promemoria ed è stata avvertita che eventuali ulteriori violazioni delle normative Covid-19 potrebbero essere riferite agli steward''. Le direttive impongono a tutti i presenti ai gran premi di frequentare al di fuori del circuito solo altri membri dello stesso gruppo di lavoro, mantenendo al minimo le interazioni con persone esterne a questa cerchia.


TAGS: ferrari f1 Coronavirus StyrianGP 2020