Autore:
Andrea Rapelli

IL CARRO DI BUOI Le SUV (compatte e medie, soprattutto) tirano più di un carro di buoi e rimanere indietro rispetto al gruppetto di testa può essere fatale. A Monaco lo sanno bene perché, con la BMW X1 2015, hanno voluto alzare ulteriormente l'asticella. Al Salone di Francoforte la X1 si presenta infatti in una nuova veste, non scordandosi la parentela con il resto della gamma X. 

SORELLE DI SANGUE Se sul portellone avessero scritto X3, sono certo che nessuno avrebbe gridato allo scandalo. In effetti, la BMW X1 2015 è davvero simile alla sorellona, da qualunque prospettiva la si osservi. Mantenendo – c'erano dubbi? - i grandi classici dell'Elica: frontale con quattro occhi a led, doppio rene, gruppi ottici posteriori oblunghi.

PIU' ALTA Ma non è solo fumo, c'è anche un bel po' di arrosto: allo scopo di migliorare l'abitabilità, i tecnici hanno alzato il padiglione (+53 mm) e, contemporaneamente, tirato su sedili anteriori (+36 mm) e divano posteriore (+64 mm). Così, dicono a Monaco, si ha una posizione privilegiata sul traffico. Pur rimanendo praticamente invariata nella lunghezza (444 cm), la BMW X1 2015 conquista 85 litri di bagagliaio in più, per un totale di 505/1.550 litri. Inoltre, arrivano schienale regolabile nell'inclinazione e diviso in percentuale 40:20:40 ma anche il divano scorrevole di 13 cm (tutti optional).

INNESTI TECNOLOGICI Il design degli interni della BMW X1 2015 segue il fil rouge degli esterni, con plancia, comandi e finiture già strausate e stranote nella produzione dell'Elica. Val la pena invece spendere qualche riga in più sugli innesti tecnologici, perché la BMW X1 2015 conquista, a pagamento, head-up display e una serie di angeli custodi quali cruise control attivo con funzione Stop&Go, Lane Departure Warning, assistente di guida in colonna e dispositivo di frenata automatica alle basse velocità. Non mancano all'appello, tra i tanti optional, fari full Led e azionamento automatico portellone.

ANTERIORE O INTEGRALE Mettetevi comodi che c'è ancora un bel po' da leggere. Sui motori, per esempio, perché la BMW X1 2015 sfrutta la nuova famiglia di cuori a quattro cilindri trasversali, con potenze da 150 a 231 cv. Schema propulsivo che porta in dote – nelle varianti Sdrive – la trazione anteriore, già sfruttata sulle monovolume. I diesel partono dal sDrive18d da 150 cv e 4,3 l/100 km per arrivare fino al xDrive20d, forte di 231 cv e 5 l/100 km. In mezzo, l'xDrive20d da 190 cv e 4,9 l/100 km. La famiglia dei benzina comprende il 2 litri da 192 cv (sia quattro sia due ruote motrici) e l'xDrive25i da 231 cv e 6,4 l/100 km.

PIACERE DI GUIDA Preoccupati per la dipartita della trazione posteriore? In BMW assicurano che non occorre farne un cruccio, perché la dinamica sarà sempre all'altezza della situazione: gli ingegneri hanno rivisto totalmente il reparto sospensioni (McPherson davanti e Multilink dietro) per una guida sempre precisa. A riprova, la possibilità di scegliere lo sterzo sportivo a rapporto variabile di assistenza e il Dynamic Damper Control, l'assetto a regolazione elettronica, per la prima volta disponibile su X1.


TAGS: salone di francoforte iaa bmw x1 2015 Salone di Francoforte 2015 salone di francoforte 2015: tutte le novità iaa 2015