Autore:
Andrea Rapelli

IMPAZIENZA A Russelsheim non sono riusciti ad aspettare fino a dopo l'estate: la Opel Astra 2016 è un boccone troppo succulento per restare nascosto fino al prossimo Salone di Francoforte di settembre, palcoscenico previsto per l'ingresso in società. Quindi, ecco a voi la nuova media Opel, frutto di un progetto tutto nuovo.

RIGOROSA Il look della Opel Astra 2016 rimane di stampo piuttosto rigoroso: il frontale, con la mascherina cromata a due listelli, crea un bel gioco di forme con la calandra mentre la fiancata è mossa da un'evidente nervatura all'altezza delle maniglie porta. Particolare il terzo montante, solcato da una specie di triangolo di vetro che raccorda finestratura laterale e lunotto.

PIU' SPAZIO, MENO CM In barba alle ultime tendenze, la Opel Astra 2016 si accorcia di circa 5 cm di lunghezza (437 il dato totale) e si abbassa di 2,6 in altezza, arrivando a 146 cm. C'è di più: nonostante il passo sia stato tagliato di circa 2 cm, lo spazio per le ginocchia dei passeggeri posteriori è però aumentato di 35 mm, grazie al nuovo disegno degli schienali. Inedita anche la plancia, dal design mosso, che beneficia di nuovi sistemi multimediali. 

ONSTAR E INTELLILINK La Opel Astra 2016 porta al debutto l'Opel OnStar, assistente virtuale che si occupa, ad esempio, di chiamare i soccorsi se rileva l'esplosione degli airbag. Il sistema fa perfino diventare l'Astra un hotspot wi-fi su ruote con connessione 4G LTE, al quale si possono connettere fino a 7 dispositivi. Non è finita: il sistema IntelliLink di nuova generazione porta in dote la compatibilità con Android Auto e Apple CarPlay, per un'interazione ancora più completa con gli smartphone.

SOTTO IL COFANO Per ora si sa che la famiglia dei turbodiesel della Opel Astra 2016 è imperniata sull'1.6 CDTI, che parte da una base di 95 cv. I benzina Ecotec turbo spaziano dal 1.0 ad iniezione diretta da 105 cv al 1.4 da 145 cv e 250 Nm. In ogni caso, sotto il cofano della nuova Astra si troveranno potenze comprese tra i 95 e i 200 cv (in attesa di una eventuale variante OPC).

A DIETA Più leggera, a seconda dei motori, da 120 a 200 kg rispetto al modello che va a sostituire, la Opel Astra 2016 dimagrisce anche nella nuda scocca (da 357 a 280 kg). Ogni componente, tengono a far sapere dalla Germania, è stato comunque creato e modellato nell'ottica del massimo risparmio di peso. Tutto ciò – assicurano in Opel – ha prodotto un'Astra divertente come non mai tra le curve.

SICUREZZA La Opel Astra 2016 porta poi al debutto il sistema IntelliLux LED, con proiettori composti da 16 Led ciascuno capaci di adattare, tramite l'Opel Eye, la camera dietro il parabrezza, il fascio luminoso alle condizioni del traffico e della strada. In soldoni, procedendo a 80 km/h, potete individuare oggetti in strada fino a 30-40 metri prima rispetto ad un'auto con fari xeno convenzionali. A far compagnia all'IntelliLux non mancano i classici angeli custodi elettronici come Lane Keep Assist e Lane Departure Warning, Blind Spot Alert, Traffic Sign Assistant, avviso di collisione con frenata automatica, telecamera posteriore e sistema di parcheggio assistito.


TAGS: salone di francoforte iaa nuova opel astra 2016 Salone di Francoforte 2015 salone di francoforte 2015: tutte le novità iaa 2015