Autore:
Andrea Rapelli

DICA 21 La Moto Guzzi MGX-21 è una sfida. Che ruota attorno a quel numero lì, scritto sulle fiancatine mica per caso: 21, infatti, sono i pollici della ruota anteriore. Inusuali per una bagger – Victory a parte – hanno complicato la vita a tecnici e progettisti.

BAT-MOTO Ma, da guardare, non hanno proprio rivali: la MGX-21 (Fortezza Volante è il suo secondo nome) ispira prima di tutto forza. Alta davanti, bassa e slanciata dietro, carbonio a profusione. Per plasmarla, Miguel Galluzzi si è ispirato alle Alfa Romeo BAT, disegnate da Bertone negli Anni '50. Potresti metterla in salotto, che lei farebbe il suo bel figurone.

ATTORI PROTAGONISTI Al semaforo, è come diventare attori protagonisti nell'ultimo film appena uscito: avrete gli occhi di tutti puntati addosso. Davanti, una strumentazione decisamente automobilistica: due display, cornici cromate. E, ai lati, gli speaker dell'impianto stereo: peccato solo che, superati i 50 km/h, si senta davvero poco, anche tenendo al massimo il volume. Dall'infotainment si gestisce anche bluetooth, interfono e non manca una presa USB.

IMPATTO FORTE Il primo approccio con la Moto Guzzi MGX-21 è forte. Non tanto per il peso – 341 kg senza benzina – o per le dimensioni (l'interasse raggiunge i 1.465 mm, la sella è a 740 mm), quanto per i trabocchetti che gioca la ruota anteriore sotto i 40 km/h. Il manubrio è pesante e nonostante in Guzzi si siano inventati un ammortizzatore di sterzo un po' particolare, capace di smorzare le reazioni intorno al fine corsa grazie a molle regressive e uno strano cinematismo, a bassa velocità c'è da prenderci la mano. O, meglio, il bicipite.

CHE PRECISIONE Superati i 40 km/h, magicamente, è tutto un altro viaggiare. Meglio se su strade larghe e curve ampie, dove godersi la precisione del 21” anteriore e la pastosità del motore. Il V2 a doppia accensione da 1.380 cc è straordinariamente vivo: vibra (poco, grazie ai silent-block che lo vincolano al telaio) ma solo di good vibrations, e non scalcia. Spinge vellutato e possente, dando il meglio nella zona mediana del contagiri.

QUASI 100 Sotto la manopola destra (ride-by-wire) ci sono 96,6 cavalli a 6.500 giri e ben 121 Nm a quota 3.000. E un controllo di trazione che è veramente un mago a gestirli, senza farsi sentire mai troppo. Tre le modalità di guida - Veloce, Strada, Pioggia – cruise control, ABS. Il cambio è preciso, dolce, mentre la frizione potrebbe essere più morbida. Ottimi i freni.

FUORI CITTA' Il segreto per godersi al meglio la MGX-21? Uscite dalla città. Disegnate traiettorie tonde, anticipate un po' le manovre e non guidate sporco. Facile, così, ritrovare la precisione delle sorelle: sotto sotto, in effetti, questa Moto Guzzi nasconde il telaio della California rinforzato e una forcella dalla corsa più corta. Dà gusto, la bat-moto, e non serve strafare per apprezzarla.

VIAGGIARE? Se la sospensione anteriore lavora bene, più che altro in velocità, dietro qualche colpo secco, alle terga, arriva. Comoda la sella – quella del passeggero si può smontare – un po' troppo avanti, per i miei gusti, il manubrio. Piuttosto scarsa la protezione aerodinamica: l'autostrada non è proprio il suo pane, nonostante la presenza di una sesta marcia overdrive.

SFIDE Una sfida vinta, la Guzzi MGX-21. Con i suoi 23.900 euro (f.c.) e il suo look così anticonformista, è chiaramente una moto per pochi. Che, però, possono apprezzare tutti. Anche chi non vive sulle colline di Mulholland Drive e frequenta più Milano Marittima che Venice Beach...

IN QUESTO SERVIZIO

CASCO CABERG GHOST  Un casco per distinguersi, questo Ghost. Che si può usare chiuso, con la protezione in gomma sotto la visiera, ma anche in configurazione jet. La guarnizione anti-spifferi in spugna alla base della lente si può aggiungere o togliere, per far diventare il Ghost quasi un casco da cross. Comodo nella calzata, è protettivo ma non claustrofobico e può contare sulla calotta in fibra di carbonio, senza prese d'aria. Il Caberg Ghost Full Carbon costa 349,99 euro ed è disponibile in due calotte: piccola (XS-L) e grande (XL-XXL).

GIACCA IXON MECHANICS Un bel "chiodo" in morbida pelle, che puoi mettere con nonchalance anche all'aperitivo serale (pure senza moto al seguito). Grazie all'interno imbottito staccabile i climi meno miti non fan paura, il generale inverno un po' sì. Certo, non è un capo tecnico tecnico: la regolazione di polsi, collo e vita è piuttosto sommaria. Ma le protezioni ci son tutte, dai gomiti al paraschiena e, in velocità, difficilmente svolazza. Ecco, non chiedetegli di essere anche impermeabile... Taglie: S-4XL Prezzo: 449,90 euro

GUANTI IXON PRO DRIVE HP Piacevolmente lunghi, questi caldi guanti invernali coprono bene fino al polso. Vestono piuttosto stretti e resistono all'acqua, grazie alla membrana impermeabile e traspirante al tempo stesso. Dietro il look sobrio, perfetto per la città, si nascondono palmo in morbida pelle di capra e protezioni omologate sulle nocche. Taglie dalla S alla 3XL. Prezzo: 54,90 euro

PANTALONI IXON OWEN In tessuto Denim stretch con rinforzi interni su glutei e anche, questi pantaloni sono caratterizzati dalle grandi tasche laterali, dalla regolazione a bottoni in vita e dalla cintura di serie. La vestibilità è regolare e compresa nel prezzo c'è una pochette con copertura antipioggia. Le protezioni? Of course. Si può perfino scegliere fra due posizioni diverse, sempre nella zona delle ginocchia. Prezzo: 199,90 euro

SCARPE TCX SCARPE TCX X-STREET WATERPROOF Fanno parte della linea Urban ma queste scarpe si possono usare senza patemi anche per gite più lunghe. Modaiole ed eleganti, hanno una tomaia in pelle pieno fiore trattata stile vintage e rinforzi su punta, tallone e malleoli. Non bastasse, sono anche impermeabili. Occhio che vestono larghe: può anche andar bene un numero in meno rispetto al solito. Le taglie vanno dalla 36 alla 48 e c'è anche la versione lady.


TAGS: prova test prova su strada Moto guzzi mgx-21