Prova pneumatici
Metzeler Roadtec 01, la prova

Metzeler Roadtec 01, la prova

Come vanno i nuovi #pneumatici #Metzeler #Roadtec 01: la nostra prova su strada e in pista

14 0
Autore:
Andrea Rapelli

UNA PER TUTTE Fino a qualche anno fa, era difficile pensare ad un pneumatico che fosse in grado di ben figurare su (quasi) tutti i tipi di moto, dalla enduro stradale alla sport-tourer. Oggi quella gomma c'è e si chiama Metzeler Roadtec 01.

GLOBETROTTER Un pneumatico che strizza l'occhio a chi fa tanti km e usa la moto tutto l'anno, indipendentemente dalla colonnina di mercurio e dalle decisioni di Giove Pluvio. Ma il Roadtec 01 verrà ricordato anche perché è il punto di partenza di una nuova generazione di gomme, sviluppate con tecnologie inedite.

DURA DI PIU' Rispetto al suo predecessore, lo Z8 Interact, il Metzeler Roadtec 01 aumenta del 10% la resa chilometrica e – ricordano i tecnici – offre una maggior sensazione di sicurezza, anche sul bagnato e su pavimentazioni problematiche come il pavé, senza sacrificare precisione e limpidezza nelle reazioni.

FILOSOFIE D'INTAGLI Come è stato possibile tutto ciò? Lavorando di fino, manco a dirlo, su mescole e disegni del battistrada. Prendiamo come esempio il Roadtec 01 anteriore: gli intagli incurvati al centro, piuttosto vicini e tutti alla stessa distanza l'uno dall'altro, aumentano il grip in frenata sulle superfici a basso attrito e vanno d'amore e d'accordo con l'ABS. Man mano che si va verso il bordo esterno della gomma gli intagli aumentano la loro distanza, fino a 2 volte rispetto a quella del centro: così, i blocchi di gomma più generosi regalano maggior grip in piega. E riescono a drenare meglio l'acqua senza compromettere l'handling.

PIU' IMPRONTA Mica finita: il Roadtec 01 ha anche un'impronta a terra maggiore del 5% rispetto al vecchio Z8. Ciò significa che c'è un più alto numero d'intagli in contatto con la superficie, una distribuzione della pressione ottimale (alta nel mezzo e inferiore nella zona posteriore) e un consumo minore.

QUESTIONE DI SILICE Anche la mescola ci mette del suo: se sull'anteriore troviamo solo Silice, sul posteriore c'è una zona centrale – il 20% dell'intero pneumatico - che è composta dall'80% di Silice e dal restante 20% di nero fumo. Così, sulle lunghe percorrenze autostradali, il consumo è minimo. Sui lati, invece, ritorna il prezioso materiale che aumenta il grip in piega.

MOTO PESANTI Visto e considerato che il Metzeler Roadtec 01 è indirizzato a diverse tipologie di moto, è stata pensata anche una versione HWM (Heavy Weight Motorcycle) dedicata alle due ruote più pesanti. Sostanzialmente, il Roadtec 01 HWM - distinguibile grazie ad un simbolo sul fianco - prevede una carcassa a due tele sulla gomma posteriore (il Roadtec normale ne ha una) mentre, davanti, conta su carcassa e fianchi più rigidi, grazie ad un filler aggiuntivo iniettato nella mescola.

PROVIAMOLI! Per convincermi della bontà di queste coperture quelli della Metzeler mi hanno anche portato a fare un giro in fabbrica, dove robot allenati e precisi sfornano pneumatici senza sosta. La parte più interessante, però, è la prova su strada (e in pista): la trovate qui sotto, dopo la gallery.

MISURE ANTERIORE
120/60 ZR 17 55W TL
120/70 ZR 17 58W TL
120/70 ZR 17 58 W TL HWM
110/80 R 19 58 V TL
120/70 ZR 19 60W TL

MISURE POSTERIORE
150/70 R 17 69V TL
160/60 ZR 17 69W TL
170/60 ZR 17 72W TL
180/55 ZR 17 73W TL
180/55 ZR 17 73W TL HWM
190/50 ZR 17 73W TL
190/50 ZR 17 73W TL HWM
190/55 ZR 17 75W TL
190/55 ZR 17 75W TL HWM

PROVA FRENATA La mattina è dedicata ai test del Metzeler Roadtec 01 in circuito e, più precisamente, nell'impianto Bosch di Boxberg, dove si possono ricreare tutte le condizioni più simili alla vita reale. La prima prova è la frenata su sanpietrino sconnesso e pure bagnato: raggiunti i 55 km/h su una Suzuki Bandit 1200 con ABS, si frena tipo panic-stop fino all'arresto completo. Prima con il vecchio Z8, poi con il nuovo 01.

FACILE E GENUINO Difficile valutare a occhio nudo gli spazi di arresto. Per questo, Metzeler ha messo a punto un sistema di rilevazione dati che sfrutta GPS e piattaforma inerziale e ha un margine di errore di soli 20 cm: mica male. Sulle prime, la sensazione è che il nuovo 01 renda il controllo della frenata più facile e genuino.

IL RESPONSO DEI DATI Ma si tratta di impressioni, supposizioni. Il responso dei dati? La Bandit con il Roadtec 01 si è fermata, in media, in poco più di 18 metri. Che sono diventati quasi 21 con il vecchio Z8. In sostanza, la differenza che passa tra un bello spavento e un possibile incidente.

WET AND DRY Poi è la volta di un pistino un po' allagato artificialmente e un po' asciutto: si gira con naked – Honda CB1000R, Yamaha MT-07, Yamaha MT-09, BMW R 1200 R – e sport tourer come la BMW S 1000 XR o crossover come la Kawasaki Versys 1000. Qui a parlare sono solo le sensazioni: il passaggio da bagnato ad asciutto è praticamente inavvertibile, le Metzeler Roadtec 01 scendono in piega con un'omogeneità disarmante, regalando una bella sensazione di appoggio, indipendentemente dalla moto guidata.

GRIP CE N'E'? Qualcuno obietterà: l'asfalto di un impianto di test come quello di Boxberg sarà più che perfetto, e avrà un grip incredibile. Tutto ciò è vero, ma il passaggio tra asciutto e bagnato (e viceversa) mi ha davvero sorpreso: l'avantreno rimane sempre solido. E poi manca ancora il responso della strada.

LA STRADA Anche qui, sui colli intorno a Boxberg, è facile entrare in sintonia con questi Metzeler. Sia con moto leggere e agili come la Versys 650, sia con siluri come la Kawasaki ZZR 1400, sia con poltrone come la BMW R 1200 RT. Senza contare la R 1200 GS, la Triumph Speed Triple S, la KTM 1290 Super Duke GT... E' quasi incredibile la facilità con cui questa gomma si adatta a moto così diverse.

QUALITA' DELLA GUIDA Non sono coperture nervose e assecondano bene tutti i gli stili di guida. Ecco, magari chi è abituato a guidare come se non ci fosse un domani avrebbe bisogno di qualcosa di più spinto – tipo le M7 o le Diablo Rosso III, per restare in famiglia. Ma se il pensiero va a voler percorrere un sacco di km, nelle condizioni atmosferiche più diverse, con una qualità della guida sempre alta, il Metzeler Roadtec 01 ha ben pochi rivali.

IN QUESTO SERVIZIO
CASCO SCORPION-EXO 510 AIR 
É un casco dalla calzata piuttosto stretta e affusolata, lo Scorpion-EXO 510 Air. Una volta indossato, però, fascia bene il volto, senza per questo risultare fastidioso. La ventilazione è buona e, grazie al Pinlock di serie, non ci sono problemi di appannamento. Comodo anche il visierino parasole interno, che permette di risparmiare sull'acquisto della visiera scura (comunque disponibile). L'aerodinamica? Curata, senza fruscii. Nella media il peso, pari a 1.500 g in taglia M (+/- 50g). Ottimo il rapporto qualità prezzo, per 199,90 euro.

DAINESE SANDSTORM GORE-TEX JACKET Una giacca per il turismo vero, capace di adattarsi a qualsiasi tipo di clima grazie alla membrana Gore-Tex e all'interno in pile tecnico staccabile (che funziona anche da stiloso giacchino indipendente). Senza dimenticare le prese d'aria su braccia, petto e schiena, le infinite possibilità di regolazione, la cerniera aggancio giubbino-pantalone. Comode, per il cellulare, le due taschine all'altezza del bacino. Naturalmente non mancano le protezioni su spalle e gomiti e l'inserto per il paraschiena. Il tutto con vestibilità regular a 469,95 euro. Taglie: 42-62

PANTALONI DAINESE GALVESTONE GORE-TEX Degni compagni di cotanta giacca, vestono piuttosto attillati e, in sella, sembra quasi di non averli. Comodi e pensati per macinare km, hanno il plus dell'impermeabilità: l'imbottitura termica, inoltre, li rende molto caldi in inverno. Completano il quadro un design sobrio e protezioni sulle ginocchia. Anche dopo una giornata in sella, non stancano. Prezzi: 249,95 euro. Taglie: 42-64

GUANTI DAINESE ERGOTOUR GTX X-TRAFIT Un paio di guanti più invernali, 100% impermeabili e con polsino lungo. Le protezioni sulle nocche, le dita e il mix di pelle (bovina e capria) e tessuto garantiscono comodità anche dopo molti km. Ottime le possibilità di regolazione e chiusura, di pregevole fattura la pelle. Prezzo: 179,95 euro. Taglie: XS-XXL

STIVALI DAINESE LATITOUR GORE-TEX Stivale corto, impermeabile 100%, traspirante e anti-vento. Non molto morbido, ma dotato di tutte le protezioni necessarie per viaggiare in sicurezza. Sulle prime la calzata dà un pochino fastidio sul tallone, poi basta qualche km e tutto passa. Da usare con climi piuttosto freddi. Prezzo: 199,95 euro. Taglie: 36-50


TAGS: moto prova test turismo crossover naked review Metzeler Roadtec 01 metzeler gomme sport-tourer prove moto 2016

Vivere con la moto
Metzeler Offroad Park
Metzeler Offroad Park

Sei km per gli amanti di Enduro, Cross, Trial e non solo

8 0
Pneumatici moto
Metzeler Racetec RR Slick e RR CompK Slick

Due gomme per due diversi tipi di pilota

9 0
Lifestyle
Calendario Metzeler 2016
Calendario Metzeler 2016

Al centro della scena, moto e cinema

13 0
Back To Top