Prova pneumatici
Continental ContiSportAttack3: la prova

Continental ContiSportAttack3:
la prova

I #Continental ContiAttack3 sono pneumatici dedicati alle supersportive, che si comportano bene sia in #pista sia in #strada

12 0
Autore:
Andrea Rapelli

TRACK DAY E PIOGGIA L'idea che sta alla base del nuovo Continental ContiSportAttack3 è semplice: una gomma che sopporti senza patemi una sortita in circuito per il classico trackday ma che, allo stesso tempo, non abbia la durata di una slick. E che, soprattutto, non faccia prendere un coccolone ogni volta che si viene sorpresi da un'acquazzone.

TARGET SPORTIVO Cosa non semplice da realizzare tecnicamente, specie se si pensa che questi nuovi pneumatici Continental hanno come target di riferimento i possessori di supersportive quali BMW S1000RR, Kawasaki ZX-10R, Suzuki GSX-R 1000 e Yamaha YZF-R1. Moto da 200 cavalli o quasi alla ruota, per intenderci...

WET Rispetto alla serie precedente, gli uomini Continental hanno voluto migliorare in modo sensibile le performance su asfalto bagnato e, al contempo, aumentare la durata. Senza, però, perdere un grammo in quanto a piacere di guida e tenuta su asfalto asciutto.

VUOTO O PIENO? Uno dei segreti delle Continental ContiAttack3 sta nel rapporto vuoti/pieni dei nuovi intagli: se sui bordi si formano grandi blocchi per il massimo grip in piega su asciutto e un buon drenaggio dell'acqua su bagnato, tra i 5 e i 30 gradi d'inclinazione si formano intagli più fitti. Che diminuiscono il tempo di riscaldamento della gomma, garantiscono un'usura più regolare e convogliano più in fretta l'acqua verso le scanalature sui lati.

BIMESCOLA? NO GRAZIE Il tutto per ottenere un feeling in piega quanto più sincero e omogeneo possibile, sia sull'asciutto sia sul bagnato. Buona parte del merito va anche alla singola mescola a base di silicio che, grazie alle diverse temperature durante il processo di vulcanizzazione, riesce ad essere più dura sulla parte centrale – per garantire un maggior chilometraggio – e più morbida sulle spalle, per il massimo grip in curva.

IN CIRCUITO Se è vero che i ContiAttack3 sono pensati per le supersportive, non si può nascondere che la lista delle misure disponibili contempli anche moto meno arrabbiate. Proprio come la Suzuki SV 650 A che ho scelto per provare queste scarpette. In una cornice insolita quanto probante: il circuito Tazio Nuvolari di Cervesina (PV). Senza dimenticare qualche piega stradale. Cliccate sul Come Va per sapere come è andata.

MISURE CONTINENTAL CONTIATTACK3
ANTERIORE
110/70 ZR 17 54W
120/60 ZR 17 55W
120/70 ZR 19 58W

POSTERIORE
150/60 ZR 17 66W
160/60 ZR 17 69W
180/55 ZR 17 73W
190/50 ZR 17 73W
200/55 ZR 17 78 W

PESCE FUOR D'ACQUA? Mentre faccio montare le Continental ContiAttack3 sulla Suzuki SV 650 A, mi sento un po' come un politico che si presenta all'ultimo comizio della campagna elettorale in bermuda e infradito: intorno a me rombano BMW S 1000RR, Ducati Panigale 1299, Kawasaki ZX-10R, Yamaha YZF-R1...

DAVIDE VS GOLIA Che cosa potrò fare contro questi mostri con i miei timidi 76 cavalli? D'altra parte, però, è interessante valutare una gomma con questa potenza. E poi, la Suzuki SV650 è sempre stata una moto divertente, anche fra i cordoli.

RUGOSE La prima cosa bella dei ContiAttack3 si vede già da fermi: la superficie dei pneumatici si presenta rugosa, quasi come fossero già stati rodati. Si chiama TractionSkin, ed è una tecnologia di Continental che permette di evitare l'uso di cera nella fase di stampo del pneumatico.

RODAGGIO ADDIO Così, appena usciti dal gommista potete evitare di guidare sulle uova: la riprova ce l'ho sulle prime curve del Tazio, dove non percepisco perdite di aderenza o sgradevoli sensazioni di avantreno che prende sotto. Il tutto a gomme praticamente fredde: mica male.

GRIP SINCERO Man mano che giro i ContiAttack3 diventano sempre più grippanti. Scendono in piega svelti – aiutati, certo, dalla bella ciclistica della SV – offrono una stabilità degna di nota e permettono di sentire per filo e per segno quanta aderenza c'è sulla ruota anteriore, anche a moto molto piegata.

PIOLINI E POSSIBILITA' Il feeling con la Suzuki è sempre alto, si può spingere senza prendersi grossi spaventi. Insomma, ci si diverte davvero. Un po' di batticuore arriva solo dai piolini delle pedane della SV 650 che grattano prestissimo sull'asfalto, troppo lunghi per le (grandi) possibilità telaistiche della bicilindrica jap.

SU STRADA La strada conferma le già ottime impressioni della pista: i Continental danno grande confidenza, la moto curva sincera e piantata, anche dove l'asfalto non è proprio un biliardo. Il profilo dei ContiAttack3, né troppo spinto né troppo rotondo, aiuta anche fuori dalla pista.

PIU' KM A tutto ciò – dicono in Continental – va aggiunto un aumento della percorrenza, grazie alla maggior area di contatto a moto dritta e alla parte centrale della gomma senza intagli. Last but not least, pure una miglior feeling sul bagnato: stavolta, però, Giove Pluvio non mi ha permesso di verificarlo.

 

IN QUESTO SERVIZIO
CASCO SHOEI NXR Forma aerodinamica e dettagli curati, per questo Shoei NXR. Un casco con calotta esterna (disponibile in quattro misure) in fibra, chiusura a doppio anello e sistema di guanciali rimovibili velocemente in caso di emergenza. La ventilazione si affida a quattro prese d'aria frontali, tutte chiudibili, e ben sei estrattori sulla parte posteriore. In effetti, anche in pista la testa suda poco. E lo spoiler posteriore regola il flusso d'aria. Non è un casco scomodo o dalla calzata particolarmente stretta: si può tranquillamente usare tutti i giorni. Anche grazie al peso, pari a 1.360 grammi.
Taglie: XXS-XXL

TUTA DAINESE RACING P. ESTIVA Una tuta elegante, questa Dainese. Con una pelle morbida che si adatta bene al corpo e rimane sempre molto aderente. Qualità, tipologia di pelle, cuciture e chiusure zip sono di livello molto alto. Nonostante non sia realizzata su misura, calza bene e non mi fa male, nemmeno dopo una giornata di turni.
Taglie: 44-60

GUANTI DAINESE FULL METAL D1 Sicuri, grazie alle protezioni in titanio su nocche, dorso e giunture delle dita, sono anche piuttosto comodi e danno un pizzico di stile - che non guasta. Dolori zero, qualche fastidio verso i mignoli. Calzata accurata, con un sistema di chiusura preciso.
Taglie: XS-XL

STIVALI DAINESE TR COURSE OUT Stivale smilzo e stiloso, con un sistema di calzata un po' particolare: tirando giù la zip posteriore si scopre un gambaletto interno che, oltre ad avere una funzione protettiva in caso di caduta, migliora il comfort. A proposito di sicurezza, il sistema Axial Distortion Control evita danni alle caviglie mentre il paratibia anteriore, il tallone in PTU e il puntale in Nylon aumentano la protezione. Numeri dal 41 al 47.


TAGS: continental pneumatici suzuki sv650 2016 Continental ContiSportAttack 3 prova autodromo tizio nuvolari cervesina prove moto 2016

Prova pneumatici
Metzeler Roadtec 01, la prova
Metzeler Roadtec 01, la prova

Una gomma per (quasi) tutti i tipi di moto

14 0
Back To Top