Prova su strada
Ducati Multistrada 950, rosso

Ducati Multistrada 950: prova, prezzi, caratteristiche. Guarda il video

La Ducati Multistrada 950 è una crossover entry level premium, bella e curata come le sorellone

1 25 0
Autore:
Andrea Rapelli

BABY MULTI Fiocco rosa in casa Multi: dopo 1200 e 1200 Enduro, la famiglia si allarga con la Ducati Multistrada 950, che abbiamo già ammirato ad Eicma. Ruota da 19”, 113 cavalli e 227 kg in ordine di marcia. Una entry level ma premium, tengono a sottolineare i ragazzi di Borgo Panigale. Pronta per battagliare in un segmento combattutissimo, popolato da rivali come Honda CRF1000L Africa Twin, KTM 1090 Adventure o Suzuki V-Strom 1000.

FAMILY FEELING Dal punto di vista estetico la Multistrada 950 assomiglia in modo marcato alle sorellone e questo non mi dispiace affatto. Becco pronunciato, serbatoio importante – 20 litri – e codino derivato da quello della Multi Enduro fanno bene il loro lavoro, specie in rosso. Meno azzeccati i cerchi in lega, che sostituirei senza pensarci con quelli a raggi, disponibili come optional. Ma si tratta di gusti, si capisce.

CURATA Mi piace come è stato integrato il forcellone bibraccio, derivato anche lui da quello della endurona di famiglia, lo scarico piatto e corto – ma allora si può fare anche con l'Euro 4! - e il gruppo ottico posteriore a Led. Ma anche la sella, di serie a 840 mm da terra, e le finiture delle pedane, con i gommini rimovibili in un batter d'occhio: sono inseriti a pressione.

MOTORE Sotto il classico telaio a traliccio, rinforzato con due telaietti laterali in alluminio, fa capolino il solito Testastretta 11° che già muove la Ducati Hypermotard 939. Qui la carta d'identità recita 937 cc, 113 cavalli a 9.000 giri e 96,2 Nm a 7.750 giri. Nuove sono le teste, che hanno ricevuto circuito dell'olio e condotti di aspirazione ridisegnati, i corpi farfallati Ride by Wire, da 53 mm di diametro, centralina ed iniezione elettronica. Il tutto per tagliandi ogni 15.000 km/12 mesi, con registrazione gioco valvole ogni 30.000.

CAPITOLO SOSPENSIONI La Ducati Multistrada 950 si affida, davanti, ad una forcella Kayaba a steli rovesciati da 48 mm di diametro e 170 mm di escursione (per capirci, la Multi Enduro raggiunge quota 200 mm). L'inclinazione del cannotto è di 25,2°, con avancorsa pari a 105,7 mm e interasse da 1.594 mm. Dietro, invece, c'è un mono Sachs con molla progressiva ed escursione di 170 mm. Sia la forcella sia l'ammortizzatore posteriore si regolano manualmente in compressione, estensione e precarico (il mono ha un comodissimo pomellone).

SICUREZZA PER TUTTI Tutte le Multi 950 hanno di serie il Ducati Safety Pack, che comprende ABS Bosch 9.1 MP (tre livelli) e Ducati Traction Control (regolabile su 8 livelli). Non c'è la piattaforma inerziale, ma ci si può consolare con l'impianto frenante by Brembo con pinze anteriori radiali monoblocco M4.32 e pompa assiale, con dischi da 320 mm davanti e disco singolo da 265 mm dietro.

CARATTERI DIVERSI Non mancano i Riding Mode: Sport e Touring permettono di spremere tutti e 113 i cavalli del Testastretta, Urban e Enduro scendono a quota 75, per una maggiore trattabilità alle basse velocità. Il capitolo elettronica annovera anche una comoda presa 12V a lato della strumentazione – display lcd e non TFT, peccato – e due prese, USB e 12V, nel generoso e regolare vano sotto la porzione di sella del passeggero.

QUATTRO PACK Per ritagliarsi il più possibile su misura la Multistrada 950, Ducati ha pensato a quattro pacchetti di accessori: il Touring Pack comprende valigie laterali e cavalletto centrale; lo Sport Pack lo scarico Termignoni omologato, tappi telaio e serbatoio pompa freno anteriore in alluminio ricavato dal pieno; lo Urban Pack offre top case, borsa serbatoio con tank lock e hub USB; l'Enduro Pack, infine, regala fari supplementari a Led, barre protezione motore, griglia radiatore acqua, paracoppa alluminio, base cavalletto laterale più generosa e pedane pilota da offroad tutto by Touratech.

QUASI 14.000 Il DNA premium della Ducati Multistrada 950 esce anche nel listino, francobollato a quota 13.690 euro se vi piace il rosso e 13.890 euro se volete lasciarvi sedurre dal bianco. Ma adesso bando alle ciance, è giunto il momento di leggere la prova. Cliccate sul pulsante Come va qui sotto!

INSERITO E PROTETTO In sella alla Ducati Multistrada 950 mi sento un poco infossato, ma con una bella sensazione di protezione. Il cupolino si regola manualmente, la seduta è invece fissa. Se quella a 840 mm da terra non fa per voi, potete sempre sceglierne una a 820 o a 860 mm dal listino accessori Ducati Performance.

SI PARTE Intuitivi i blocchetti, cicciotte le manopole del manubrio a sezione variabile, che permette un bel braccio di leva. Le premesse sono buone. L'inossidabile Beppe (Gualini, uno dei nostri apripista) fa un cenno: si può partire per il test. Scena, le splendide stradine disegnate fra le rocce di Fuerteventura, l'isola delle Canarie più vicina all'Africa. Ecco perché lui, dakariano di ferro, si sente già un po' a casa.

MULTI PER TUTTI Il primo approccio è semplice, distensivo. E' lei la Multi più facile della famiglia, quella che ti mette più a tuo agio subito, quella più per tutti. Magari non ti prende l'anima, ma ti conquista con altre armi. Quali? Ad esempio il motore che non vibra e non sussulta, almeno finchè non si scende sotto i 2.000 giri. O con una gestione, nelle manovre a bassa velocità, che non richiede quelle malizie necessarie con la 1200 Enduro.

IN MEDIO STAT VIRTUS Il cuore sa bene di essere un Ducati: nell'alto dei regimi c'è, eccome. Anche nel sound, con un bel ringhio deciso. Ma il meglio lo dà ai medi, dai 3.500 ai 6.000 suppergiù, proprio dove serve. Gas ride by wire preciso, bella risposta in prima apertura soprattutto in Sport – anche se qualcuno potrebbe volere un pizzico di grinta in più in basso. La Touring è più smussata, Urban ed Enduro tarpano parecchio le ali, giuste giuste quando finisce l'asfalto o quando piove.

UN BEL 19" Non entra in curva fulminea, la 950, ma non devi nemmeno prenderle le misure: sulle curve ci metti davvero poco ad abituarti. A conti fatti, non impegna e diverte. E poi, ragazzi, il 19” davanti mi piace molto, anche più del 17”. Sulla baby Multi è la soluzione migliore: intuitiva sempre, piuttosto facile da interpretare, è pure stabile sul veloce (anche nella versione con le borse). Nondimeno, perdona con nonchalance eventuali e grossolani errori di valutazione nelle curve. Parte del merito va anche alle Pirelli Scorpion Trail II, che offrono un grip quasi da gomma sportiva.

MANO AL CACCIAVITE Le sospensioni rispecchiano l'indole facile di questa Ducati: la forcella affonda parecchio e il mono è pensato per non spaccare la schiena alla prima buca. Volendo, mano al cacciavite e, in un attimo, anche chi vuole trasferimenti di carico meno decisi e un sapore più sportivo nella guida è accontentato. Ma non aspettatevi – giustamente, direi – rigidità da Hypermotard.

POCO VENTO Buona la protezione aerodinamica, praticamente assenti le vibrazioni: credo proprio che l'autostrada non vada indigesta alla baby Multi. Ottimo il freno anteriore, modulabile e super-pronto nella risposta, più indolente invece il pedale, che va sollecitato se si vuole una risposta decisa. 

GATTA DA PELARE A voler fare i pignoli ci sarebbe una leva della frizione (antisaltellamento) poco modulabile, un cambio non proprio precisissimo e dalla escursione lunghetta. Senza contare qualche grado centigrado di troppo in zona sella, quando si viaggia per un po' a bassa velocità. Ad ogni modo, considerando il pacchetto offerto dalla Multistrada 950, direi che non ci si può lamentare. Credo proprio che le avversarie avranno una bella gatta da pelare...

IN QUESTO SERVIZIO 

CASCO SCORPION-EXO 3000 AIR E' molto leggero (1.420 grammi) per essere un modulare, anche perché ha la calotta in fibre. Comoda la mentoniera, che si apre con una sola mano, sbloccando un tasto rosso mentre gli interni sono in tessuto antibatterico, asportabili e lavabili in lavatrice. Una pompetta permette di gonfiare (o sgonfiare) i guanciali interni, per farli aderire perfettamente alle guance. In questo modo, si può compensare la naturale usura delle imbottiture. Non manca il visierino parasole estraibile con trattamento Antifog, la visiera (disponibile in quattro diverse tonalità, trasparente di serie) con Pinlock, il cinturino di chiusura a regolazione micrometrica. E poi una calzata comoda, che non stringe la nuca in nessun punto. 
Taglie: XS-XXL
Prezzo: 359,90 euro

DAINESE SANDSTORM GORE-TEX JACKET Una giacca per il turismo vero, capace di adattarsi a qualsiasi tipo di clima grazie alla membrana Gore-Tex e all'interno in pile tecnico staccabile (che funziona anche da stiloso giacchino indipendente). Senza dimenticare le prese d'aria su braccia, petto e schiena, le infinite possibilità di regolazione, la cerniera aggancio giubbino-pantalone. Comode, per il cellulare, le due taschine all'altezza del bacino. Naturalmente non mancano le protezioni su spalle e gomiti e l'inserto per il paraschiena. Il tutto con vestibilità regular a 469,95 euro. Taglie: 42-62

PANTALONI DAINESE GALVESTONE GORE-TEX Degni compagni di cotanta giacca, vestono piuttosto attillati e, in sella, sembra quasi di non averli. Comodi e pensati per macinare km, hanno il plus dell'impermeabilità: l'imbottitura termica, inoltre, li rende molto caldi in inverno. Completano il quadro un design sobrio e protezioni sulle ginocchia. Anche dopo una giornata in sella, non stancano. Prezzi: 249,95 euro. Taglie: 42-64

GUANTI DAINESE ERGOTOUR GTX X-TRAFIT Un paio di guanti più invernali, 100% impermeabili e con polsino lungo. Le protezioni sulle nocche, le dita e il mix di pelle (bovina e capria) e tessuto garantiscono comodità anche dopo molti km. Ottime le possibilità di regolazione e chiusura, di pregevole fattura la pelle. Prezzo: 179,95 euro. Taglie: XS-XXL

STIVALI DAINESE FREELAND GORE-TEX Un bello stivale da turismo, comodo (quasi) come una pantofola e caldo, giusto giusto per i mesi invernali. In più, è anche Gore-Tex: anche sotto i peggiori acquazzoni, i piedi stanno all'asciutto. La suola è rinforzata, così come la zona dei malleoli (anche se non ci sono protezioni rigide). Pratica la linguetta per aprire il velcro laterale, che nasconde una cerniera. Facile la calzata.
Taglie: 39-50


TAGS: test ducati review ducati multistrada 950 ducati multistrada 950 prova prove moto 2016

Eicma 2016 | Novità moto
Live Eicma 2016: Ducati Multistrada 950 in video
Live Eicma 2016: Ducati Multistrada 950 in video

Ducati: ad Ecima 2016 sfila la Multistrada 950

1 2
Eicma 2016
Ducati Multistrada 950

La Ducati Multistrada 950 è una Multi più umana, con 113 cv

5
Novità moto
Ducati Multistrada 1200 Enduro: come è fatta

L'anima da globe-trotter della Multistrada 1200 Enduro

10
Back To Top