Autore:
Luca Cereda

TEMPI MODERNI L'imborghesimento della specie continua. E nemmeno un totem come la Nissan Patrol – nato negli anni Cinquanta come veicolo militare e giunto alla sua settima generazione – fa eccezione. Un po' più curato nel look e rivisitata all'interno in chiave stradale, il Suv king-size di Nissan ha debuttato in anteprima ad Abu Dhabi, in mezzo a quello che, in origine, era il suo habitat naturale. Noi europei lo vedremo probabilmente al Salone di Ginevra. Nelle concessionarie nostrane, poi, chissà…

DISTINTO Il pezzo forte del nuovo Patrol è un inedito V8 (nome in codice VK56VD) da 400 cavalli, neo arruolato nel plotone delle motorizzazioni e abbinato a un cambio automatico a sette rapporti con riduttore. L'abitino elegante, invece, gli è stato cucito addosso con una carrozzeria più levigata, un profilo un po' più sportivo delle finestrature e una coda meno pitagorica, più sinuosa. La calandra resta imponente e massiccia come prima, dominata da una griglia big size.

QUATTRO STELLE Anche all'interno si alza di una stella la qualità del salotto (sette posti). Sedili più ampi e più profondi, e maggiore spazio (+10 cm) dove stendere le gambe per chi siede dietro. Non fosse abbastanza a garantire una crociera rilassata, dietro i due sedili anteriori spuntano altrettanti monitor da 7 pollici con cui tenere a bada i bambini. Vivande e bevande, intanto, giacciono al fresco in una cella frigorifera posizionata nella consolle centrale.

400 RONZINI "Non ci sono più i fuoristrada di una volta”, lamenterà qualche nostalgico. Se ne faccia pure una ragione: la stessa Nissan – nel comunicato stampa – ha dichiarato che la maggior parte dei suoi clienti dedica all'offroad non più del 15% del tempo che trascorre in auto. La potenza, molto spesso, se la gode di più sull'asfalto: ecco allora servito un bel V8 5.6 da 400 cavalli e 360 Nm di coppia, grande new entry del Patrol 2010, costruito su una piattaforma tutta nuova.

VIETATO ROLLARE Il nuovo sistema HBMC (Hydraulic Body Motion Control), invece - che si basa su barre di torsione attive - assolve il compito di diminuire il rollio in curva e garantire più stabilità alla vettura. Alla stessa missione concorrono le sospensioni, completamente ridisegnate, indipendenti sulle quattro ruote. Modifiche, queste, studiate – a detta della Casa - a beneficio della guida su strada come per l'offroad.

NUOVA TRAZIONE A tal proposito, sulla Patrol arriva anche una trazione All Mode 4x4 di nuovo tipo, con differenziali elettronici; il cliente può così passare facilmente da una modalità di guida all'altra potendo contare su quattro opzioni: una per la sabbia, una per la strada, le altre due specifiche per neve e roccia. Di serie anche i dispositivi che regolano la frenata in discesa e facilitano la partenza in salita.


TAGS: nuovo nissan patrol patrol Speciale Salone di Ginevra 2010, l'elenco aggiornato