GP Canada, Binotto: "Pole a sorpresa, non ce l'aspettavamo"
F1 2019

GP Canada, Binotto: "Pole a sorpresa, non ce l'aspettavamo"


Avatar di Simone Valtieri , il 09/06/19

2 anni fa - Binotto ammette la sorpresa per la pole ma non per il talento di Seb

Il team principal Ferrari ammette la sorpresa per la pole di Vettel e ma non per il talento del suo pilota, capace di giri perfetti

Benvenuto nello Speciale CANADIANGP 2019, composto da 36 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario CANADIANGP 2019 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

SODDISFAZIONE Al termine di una delle sessioni di qualifica migliori degli ultimi tempi per la Ferrari, ha parlato il team principal Mattia Binotto, fin troppo sincero nel manifestare la sua soddisfazione per la pole position di Sebastian Vettel e per il terzo posto di Charles Leclerc - nonstante un errore nel terzo settore senza il quale poteva essere una doppietta - nelle qualifiche del Gran Premio del Canada a Montreal.

POLE A SORPRESA L'ultima pole conquistata dalla Ferrari risale a una manciata di gare fa, in Bahrain con Leclerc, ma era Vettel ad attendere da quasi un anno questo risultato, da quel sabato di luglio preludio del disastro di Hockenheim. 10 mesi e 18 giorni dopo eccolo nuovamente intonare i suoi motivetti canori via team radio per festeggiare il risultato. "Siamo contenti, questo risultato ci serviva dopo un periodo non particolarmente felice e difficile." - ha esordito il team principal ai microfoni di Sky - "È quasi una sorpresa oggi, credo che non ce l'aspettavamo, quando hai un competitor così forte qualunque sia il tracciato hanno un vantaggio loro."

VEDI ANCHE



PER I TIFOSI "Credo che finora abbiamo fatto un buon weekend" - ha poi proseguito Binotto - "I piloti e la squadra hanno lavorato bene e credo che Seb si sia meritato questa pole. L'ha cercata, è stato bravo, siamo contenti per lui e per i nostri tifosi che - come diceva Seb via radio - stanno soffrendo con noi. Ne avevamo bisogno. Ovviamente siamo consapevoli che oggi è solo la qualifica, che non dà punti, che la gara è domani e che il campionato è lungo, però intanto è una bella soddisfazione."

MISSION: VITTORIA Mattia Binotto ci ha tenuto ad allontanare le ombre dei chiacchiericci delle scorse settimane, che vedevano addirittura Seb lontano da Maranello e dalla Formula 1 a fine anno, accennando invece alla missione di cui parlava Seb alla vigilia di Montreal, ossia quella di vincere con la Ferrari: "L'ambiente nella squadra è buono" - ha così spiegato Binotto - "Tutti hanno voglia di far bene anche se i risultati finora non l'hanno dimostrato, però lo spirito c'è, ed è quello di volere rappresentare al meglio i nostri colori, sappiamo di avere una missione e ci teniamo".

GODIAMOCI L'OGGI Sull'impresa del suo pilota e sulle prospettive per la gara della serata italiana (diretta Motorbox.com dalle 19.45, partenza alle 20.10), Binotto ha infine aggiunto: "Un giro da gladiatore? No, lo chiameri un giro perfetto. Sapeva di averlo in tasca e l'ha tirato fuori al momento giusto. Ora consideriamo tutto per la gara, Bottas scatta 6°, Verstappen 11°, anche questi sono elementi da considerare, però la il Gran Premio sarà molto duro, con temperature in crescita, tanto caldo, e un degrado al posteriore severo per tutti. Sarà lunghissima, giro dopo giro. Godiamoci l'oggi che poi al domani ci pensiamo."


Pubblicato da Simone Valtieri, 09/06/2019
CanadianGP 2019
Logo MotorBox