Gp Canada, Ferrari:a Montreal il sogno è bissare il successo 2018
F1 2019

Gp Canada, Ferrari: il sogno è bissare il successo del 2018


Avatar di Salvo Sardina , il 03/06/19

2 anni fa - Le parole di Vettel e Leclerc alla vigilia del Gran Premio del Canada

Vettel e Leclerc non parlano chiaramente di "vittoria", ormai quasi un tabù per Maranello. Ma il precedente della scorsa stagione...

Benvenuto nello Speciale CANADIANGP 2019, composto da 36 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario CANADIANGP 2019 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

DEBUTTO OLTREOCEANO La Formula 1 lascia temporaneamente l’Europa per approdare sull’altra sponda dell’Atlantico. Il Canada attende per la settima tappa di un mondiale che fino a questo momento ha parlato soltanto la lingua della Mercedes. In casa Ferrari però non è ancora tempo per ammainare la vela e pensare al 2020. Anzi, si punta sul Circuit Gilles Villeneuve di Montreal per provare a bissare il successo ottenuto da Sebastian Vettel nel 2018.

PAROLA DI SEB Proprio nella passata stagione il tedesco è uscito trionfatore dalla gara canadese, rompendo il filotto di vittorie della Mercedes di Lewis Hamilton, vincitore nel 2015, 2016 e 2017. “Quella di Montreal – ha spiegato Vettel – è una delle corse più attese della stagione per noi piloti. Gareggiamo su un tracciato conosciuto per essere ’stop-and-go’, con lunghi rettilinei e forti frenate intervallate da qualche curva lenta e alcune chicane nelle quali bisogna usare molto i cordoli. Lo scorso anno sono partito in pole position e ho vinto la corsa, a 40 anni di distanza dal successo di Gilles Villeneuve. Darò il massimo per fare bene”.

VEDI ANCHE



IN CERCA DI RISCATTO Non parla espressamente di vittoria, il quattro volte campione del mondo. Non lo fa neppure il compagno di squadra Charles Leclerc, sebbene sia un po’ più evidente la voglia di riscatto dopo un weekend, quello monegasco, in cui tutto ma proprio tutto è andato storto: “Il Gp del Canada ci offre un’occasione in più per cercare di portare a casa un buon risultato. Dobbiamo lavorare al meglio per riuscire a preparare la vettura fin nei minimi dettagli così da poterne estrarre il massimo potenziale. La settimana scorsa sono stato a Maranello e ho lavorato al simulatore per preparare e migliorare la vettura e me stesso in vista di questo appuntamento. Trovo il tracciato molto interessante, perché mette insieme diverse tipologie di curve e un lungo rettilineo sul quale dovrebbe essere possibile effettuare dei sorpassi. Nella scorsa stagione sono andato a punti, quest’anno punto più in alto. Spero davvero di poter avere un fine settimana ricco di soddisfazioni”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 03/06/2019
CanadianGP 2019
Logo MotorBox