Autore:
Matteo Larini

Q2 DA INCUBO Dopo aver probabilmente deciso di optare per due strategie diverse tra i suoi piloti, facendo uscire Max Verstappen con le medie e Gasly con le soft, la Red Bull ha avuto la doccia fredda dell’eliminazione dell’olandese, non sufficientemente veloce con le Medium e penalizzato dalla bandiera rossa causata dallo spettacolare incidente della Haas di Magnussen.

MAX ZEN Nonostante il mancato accesso alla Q3, Verstappen si è presentato subito ai microfoni dei colleghi delle emittenti televisive, mostrando una calma invidiabile nel descrivere quanto accaduto: “Non è la posizione dove volevamo iniziare, no? Vedremo in gara. Abbiamo iniziato la Q2 con le Medie, non erano la scelta di gomme migliore, il traffico non ha aiutato e tutti sono passati alle Soft”. Il momento clou è stato l’incidente di Magnussen, che gli ha compromesso la qualifica, costringendolo a venire eliminato in Q2. L'olandese potrà però partire dalla decima piazza grazie alle penalità altrui e scegliere la gomma per il primo stint della corsa.

RIMONTA? Il ventunenne guarda con fiducia alla gara, dove la rimonta non sarà impossibile: “Avevamo montato le soft, era un buon giro ma poi è arrivata la bandiera rossa, siamo stati sfortunati, non potevamo farci niente. Non sono deluso, succede in Formula Uno. Non abbiamo il passo per lottare con Ferrari e Mercedes, sarà difficile riprenderli anche se possiamo recuperare posizioni ed avere una buona gara”.

GASLY QUINTO Anche se, vista la prestazione sottotono di Bottas e l'eliminazione in Q2 di Verstappen, Gasly avrebbe potuto chiudere quarto alle spalle di Hamilton e dei due ferraristi, un ottimo Daniel Ricciardo con la Renault ha battuto il francese della Red Bull, relegandolo così in terza fila. Il giovane talento del team austriaco non è ovviamente felice al 100% di quanto fatto in pista, ma resta ottimista: "Penso che la qualifica sia andata abbastanza bene. Senza scie, ho cercato di trarre il massimo dalla vettura. Pur essendo vicino alla terza posizione, credo che la quinta sia positiva per la gara: ne possiamo essere contenti. Partiremo con le Soft: sarà complicato per via della temperatura più alta, ma spero che terremo il passo e spingeremo al massimo per sfidare la top-3".


TAGS: red bull verstappen gasly f1 2019 CanadianGP 2019 Montreal