Autore:
Simone Valtieri

SU E GIÙ Una giornata di tanti alti e qualche basso per i due piloti della Mercedes quella vissuta nel venerdì di libere del Gran Premio del Canada a Montreal. Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, dopo aver dominato le FP1, hanno avuto entrambi qualche problema nelle FP2: il primo è finito a muro, dovendo poi rinunciare al resto della sessione, mentre il secondo non ha trovato il giusto bilanciamento, finendo alle spalle delle due Ferrari di Leclerc e Vettel. Al termine della sessione sia il britannico che il finlandese hanno raccontato le sensazioni provate in macchina, soprattutto vista la nuova Power Unit portata in Canada dalla Mercedes, più potente - si mormora - di una ventina di cavalli rispetto alla precedente.

DAL PRESIDE "La sessione mattutina è trascorsa senza intoppi" - Ha esordito Lewis Hamilton al termine della giornata - "La pista era molto sporca, ma lo era per tutti. Nelle FP2 invece ho commesso un errore e danneggiato la macchina. I ragazzi hanno provato in tutti i modi a risolverlo ma non c'era abbastanza tempo. Non ricordo bene l'ultima volta che ho perso l'intera sessione, non è stato sicuramente bello guardare gli altri girare dal garage, mi sembrava di stare nell'ufficio del preside desiderando di tornare in classe."

PERDITA DI ADERENZA Rimembranze scolastiche a parte, Lewis ha spiegato l'incidente: "È stato un errore banale, stavo facendo qualche giro con la gomma Medium alla ricerca del suo limite, ovviamente sono andato un po' oltre, ho fatto un grosso scatto in curva 9 e ho perso aderenza per una lunga frazione di tempo, e nel mentre speravo di non colpire il muro... ma queste cose accadono, devi metterle subito alle spalle e tornare in sella. Fortunatamente Valtteri ha avuto una buona sessione oggi e raccolto un sacco di dati per i ragazzi, che hanno fatto un ottimo lavoro riparando la macchina e domani torneremo in pista per far si che sia una giornata migliore."

BILANCIAMENTO "Mi sono veramente divertito oggi, è stato bello là fuori" - ha infatti spiegato Valtteri Bottas, confermando la chiosa di Lewis - "Questa pista è sempre molto sporca all'inizio del weekend e migliora con il passare dei giorni, quindi bisogna trovare il grip passo dopo passo. È quello che mi piace di questa pista, ossia che cambia ogni volta che vai in pista ed è una scoperta ogni volta. L'auto sembra forte, ma dobbiamo ancora lavorare sul bilanciamento, in FP2 abbiamo fatto dei cambi che l'hanno resa più difficile da guidare, anche se mi è sembrata un filo più veloce."

CHE POTENZA! "Dunque dobbiamo capire se c'è qualcosa che potevamo fare meglio nelle FP2" - ha aggiunto Bottas - "Ed è quello che faremo in vista di domani. È bello, inoltre, avere un nuovo motore con più potenza, non una grandissima differenza ma si può sentire, ed è veramente una bella sensazione. La macchina sembra forte sia sul giro secco che sul passo, ma la Ferrari è stata molto veloce sui rettilinei e mi aspetto che la lotta sarà molto serrata domenica. In ogni caso amo questa pista e mi sento confidente, perciò vediamo cosa ci diranno le qualifiche."


TAGS: mercedes formula 1 valtteri bottas lewis hamilton f1 2019 CanadianGP 2019 GP Canada 2019