Autore:
Salvo Sardina

IL TRIONFO DI "LeVIs" Il Gran Premio degli Stati Uniti segna il trionfo per gli uomini della Mercedes: a vincere davanti al pubblico del Circuit of the Americas è stato infatti Valtteri Bottas, capace di beffare a pochi giri dalla fine il compagno di squadra Lewis Hamilton. L'inglese, secondo al traguardo a completare la doppietta d'argento, festeggia però come da copione il sesto titolo mondiale della carriera. Terzo gradino del podio, invece, per la Red Bull dell'olandese Max Verstappen.

1 O 2 SOSTE? Così come sette giorni fa in Messico, la gara si è tutta decisa con le strategie: nell'incertezza se la scelta migliore fosse quella di impostare la gara suuna o due soste ai box, Hamilton ha ancora una volta optato per una tattica di difesa e gestione degli pneumatici, venendo stavolta beffato da Bottas, andato invece all'attacco con due pit-stop al pari di Verstappen. Il momento decisivo? A tre giri dalla fine quando il campione inglese, con le Pirelli Hard ormai molto consumate, è stato sverniciato in rettilineo dal compagno di squadra. La stessa sorte gli sarebbe probabilmente capitata anche con Verstappen, subito alle sue spalle, se solo Kevin Magnussen non avesse rotto i freni in curva-12, costringendo i commissari a esporre la bandiera gialla nel punto dove era più naturale tentare il sorpasso. In ogni caso poco male per il "cannibale" LeVIs, al quale sarebbe bastato un'ottava posizione per laurearsi matematicamente campione del mondo con due gare di anticipo.

FERRARI DOVE SEI? Weekend totalmente da dimenticare invece per la Ferrari: scattato piuttosto male dalla seconda casella e scivolato fino al settimo posto in una manciata di curve, Sebastian Vettel è stato costretto al ritiro dopo sette giri a causa della rottura della sospensione posteriore destra; un po' meglio è andata a Charles Leclerc, se non altro in grado di vedere la bandiera a scacchi. Il monegasco ha chiuso però al quarto posto, pagando un gap di quasi un minuto di ritardo dal leader Bottas. Un Gp Usa dunque nerissimo per la Rossa, lontana dalle scuderie rivali sul ritmo gara e tornata quasi sui pessimi livelli del Gran Premio d'Ungheria. Un semplice passo falso o un preoccupante campanello d'allarme in vista degli ultimi due appuntamenti della stagione?

GLI ALTRI Chiude al quinto posto in ottima rimonta dal fondo - a causa del contatto in curva-1 con Sainz - l'altro pilota Red Bull, Alexander Albon. Primo degli altri, in sesta posizione, è invece Daniel Ricciardo, seguito a ruota dalle McLaren dei "soliti" Lando Norris e Carlos Sainz. Completano la zona punti Nico Hulkenberg e Sergio Perez, che riacquista la decima posizione grazie alla penalità di cinque secondi inflitta dalla Direzione gara a Daniil Kvyat (colpevole di averlo sportellato all'ultimo giro). La Formula 1 tornerà in pista fra due settimane, nel weekend del 17 novembre 2019 per il Gp del Brasile. Da non perdere, poi, la seconda puntata di RadioBox in cui verrà riservato ampio spazio all'analisi di quanto accaduto in Texas: appuntamento a domani, lunedì - e non martedì, in via del tutto eccezionale - 4 novembre in diretta dalle ore 18.30 su MotorBox e sul nostro canale Youtube.

Pos Pilota Team Tempo Giri
1 Valtteri Bottas Mercedes 1:33:55.653 56
2 Lewis Hamilton Mercedes +4.148s 56
3 Max Verstappen Red Bull-Honda +5.002s 56
4 Charles Leclerc Ferrari +52.239s 56
5 Alexander Albon Red Bull-Honda +78.038s 56
6 Daniel Ricciardo Renault +90.366s 56
7 Lando Norris McLaren-Renault +90.764s 56
8 Carlos Sainz McLaren-Renault +1 giro 55
9 Nico Hulkenberg Renault +1 giro 55
10 Sergio Perez Racing Point-Mercedes +1 giro 55
11 Kimi Räikkönen Alfa Romeo-Ferrari +1 giro 55
12 Daniil Kvyat* Toro Rosso-Honda +1 giro 55
13 Lance Stroll Racing Point-Mercedes +1 giro 55
14 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo-Ferrari +1 giro 55
15 Romain Grosjean Haas-Ferrari +1 giro 55
16 Pierre Gasly Toro Rosso-Honda Ritiro 54
17 George Russell Williams-Mercedes +2 giri 54
18 Kevin Magnussen Haas-Ferrari Ritiro 52
19 Robert Kubica Williams-Mercedes Ritiro 31
20 Sebastian Vettel Ferrari Ritiro 7

In grassetto il pilota che ha ottenuto il punto extra per il giro più veloce della gara.
*Kvyat 5 secondi di penalità per contatto con Sergio Perez.

Gli orari tv del weekend di AustinTutte le info e i risultati del GP Usa 2019 | Classifica piloti e costruttori | Calendario F1 2019

Gran Premio degli Stati Uniti 2019 terminato, rivivilo su MotorBox con la nostra cronaca minuto per minuto.

21.55 - Per il momento è tutto cari lettori di MotorBox! Ovviamente vi invitiamo a restare connessi per tante news, commenti e dichiarazioni sul Gp appena concluso, oltre che di tornarci a trovare domani soprattutto dalle 18.30 quando (in via del tutto eccezionale al lunedì) saremo in diretta per la seconda puntata di RadioBox. Il prossimo appuntamento con la cronaca live della Formula 1 è invece fra due weekend, quando vi racconteremo minuto per minuto il fine settimana del Gp del Brasile 2019.

21.52 - Questo l'omaggio della Formula 1 a Lewis Hamilton, che festeggia il suo sesto titolo della carriera.

21.50 - Questa la classifica finale del Gran Premio degli Stati Uniti 2019.

21.48 - Bandiera a scacchi, finisce qui il Gran Premio degli Stati Uniti 2019! Vince Valtteri Bottas, seguito da un Lewis Hamilton in grado di conquistare matematicamente il suo sesto titolo piloti! Terzo gradino del podio per Max Verstappen.

21.47 - La bandiera gialla rimane anche nell'ultimo giro e questo vuol dire che Max Verstappen non può attaccare Hamilton. I due sono vicinissimi, ma non ci sono più punti per tentare il sorpasso...

21.45 - Bandiere gialle in curva-12, il punto dove è più facile tentare il sorpasso: ritiro per Kevin Magnussen, che sembra aver rotto un disco dei freni prima di fermarsi lungo sulla ghiaia. Sicuramente una buona notizia per Lewis Hamilton...

21.44 - Inizia il penultimo giro con Max Verstappen in zona Drs su Hamilton. Bottas è invece scappato via: 3.4 i secondi di gap su Hamilton.

21.42 - Con Bottas che va via verso la sua settima vittoria in carriera, Hamilton deve difendersi dall'attacco di Max Verstappen: l'olandese, a 1.3 da Lewis, ha appena urlato via radio "datemi tutta la potenza disponibile!".

21.40 - Giro 53/56 e stavolta Bottas va! Il finlandese ha preso l'interno verso curva-12 riuscendo a riprendersi la leadership!

21.39 - Primo attacco di Bottas a Hamilton! Il finlandese ha provato la staccatona all'esterno verso curva-12, ma Lewis ha allargato le spalle accompagnando il rivale verso l'esterno.

21.38 - La classifica dopo 50 dei 56 giri previsti. Bottas è in zona Drs alle spalle di Hamilton!

21.35 - Albon completa la sua rimonta con il sorpasso ai danni di Daniel Ricciardo. Il thailandese è adesso in quinta posizione ma a 19.8 secondi da Leclerc.

21.33 - Valtteri vuole concentrazione: "Non mi parlate più". 1.4 di distacco da Hamilton quando siamo nel corso del giro 49/56.

21.31 - Bottas sembra aver rotto gli indugi su Hamilton! 1.8 adesso tra i due piloti di casa Mercedes, che stanno per ingaggiare una lotta per la vittoria finale.

21.30 - Dieci giri alla fine: Hulkenberg ha scavalcato Raikkonen fuori pista in curva-15 ed è per questo che è stato invitato dal muretto a cedere nuovamente la posizione al pilota di casa Alfa Romeo.

21.28 - 1:36.169 e nuovo giro record della pista per Charles Leclerc. Un piccolo contentino per il monegasco, che si trova a 59 secondi da Hamilton...

21.27 - Bottas continua a guadagnare qualcosina su Hamilton giro dopo giro, ma con 11 giri alla fine c'è ancora un gap di 3.3 a separarlo dal compagno di squadra.

21.25 - Pit-stop per Charles Leclerc, che torna a essere inquadrato dopo una buona mezz'ora di... pausa. Il monegasco monta le Soft nuove forse per tentare di portare a casa il punto per il giro più veloce.

21.24 - Continuano le discussioni tra "Bono" e Hamilton: Lewis è indeciso sulla possibilità di arrivare fino alla fine senza cambiare ancora le gomme...

21.23 - Si ferma adesso anche Alexander Albon: addirittura terza sosta per il thailandese, che monta le Soft per gli ultimi 15 giri di gara.

21.22 - Questa la classifica dopo 40 giri di gara.

21.20 - Hamilton risponde ai tempi di Bottas e, approfittando di qualche doppiaggio del compagno di squadra, riesce a guadagnare tre decimini. Il britannico ha 4.4 da amministrare ma mancano tanti giri alla fine...

21.18 - Abbiamo un po' perso di vista Leclerc, ancora in pista anche se totalmente ignorato (a ragione) dalle telecamere. Il monegasco è nella terra di nessuno, con 21 secondi di gap da Verstappen e 26 di vantaggio su Albon.

21.16 - Bottas vola! 1:36.957 per il pilota di casa Mercedes, che segna il nuovo record della pista in gara, dopo aver segnato ieri anche quello in qualifica. Ci sono solo 5.4 secondi tra Hamilton e il suo compagno...

21.15 - Sarà tiratissima per la vittoria: mancano 19 giri alla fine e Hamilton ha 7.5 secondi di gap su Bottas. Verstappen è a 5.8 dal finlandese.

21.13 - Mercedes non si fida di Verstappen e subito richiama ai box Valtteri Bottas! Gomme Medium nuove anche per il finlandese, che ritorna in pista in seconda posizione.

21.11 - Pit-stop a sorpresa perché decisamente in anticipo per Max Verstappen. L'olandese rientra in pista in terza posizione con un nuovo treno di gomme Medium (che dovranno percorrere ancora 21 giri).

21.09 - Prosegue la rimonta di Albon, bravo a scavalcare Sainz e adesso in settima posizione alle prese con l'altra McLaren di Lando Norris.

21.07 - Intanto Hamilton a poco a poco si avvicina sempre più a Max Vertsappen. Ci sono 6.1 secondi tra Max e Lewis.

21.04 - Questa la classifica dopo 30 giri di questo Gran Premio Usa 2019:

21.02 - Forse un'indicazione interessante sulla durata delle gomme dure ce la può dare Nico Hulkenberg, partito proprio con le Hard. Il tedesco della Renault è da poco rientrato ai box dopo uno stint di 27 giri con le Hard. Negli ultimi giri, però, il biondo era in grossa difficoltà...

21.00 - Intanto Alex Albon prosegue la sua rimonta dal fondo: sorpasso su Kimi Raikkonen e ingresso in zona punti per il thailandese.

20.59 - 1:38.446 per Lewis Hamilton, autore adesso del giro più veloce della gara. L'inglese si porta a 18.7 dal compagno ma viene avvisato via radio: "Sei molto al limite, servono ancora molti giri con queste gomme". Se questa indicazione è veritiera, allora è chiaro che sia Bottas che Verstappen dovrebbero fermarsi ancora.

20.57 - Per fermarsi ai box ci vogliono 22 secondi circa. Questo vuol dire che Lewis Hamilton, al momento a 19.5 da Bottas, è leader virtuale della gara, ammesso che il compagno si fermi ancora. In questo caso, poi, il britannico dovrebbe resistere negli ultimi giri agli attacchi del compagno (e di Verstappen). Davvero incerto il balletto delle strategie: chi avrà la meglio?

20.55 - Buoni i tempi di Charles Leclerc con le gomme Hard. Il monegasco è però a 23 secondi da Lewis Hamilton - che si è appena fermato ai box per montare un nuovo set di Pirelli dure - e a 45 dal leader.

20.54 - Niente da fare per Hamilton, anche lui letteralmente sverniciato in rettilineo da un Bottas che monta gomme Hard ancora piuttosto fresche. Valtteri si riprende la leadership nel rettilineo verso curva-12.

20.53 - Hamilton viene chiamato ai box ma la risposta di Lewis è perentoria: "No, voglio andare ancora un po' più lungo". Dunque Bottas dovrà provare a passare il compagno in pista.

20.51 - Momento decisivo della gara: Bottas è a 7 decimi da Lewis Hamilton, con Verstappen a 5.8 dalla coppia di piloti Mercedes. Vedremo se ci sarà l'attacco o se Lewis sarà richiamato ai box. Intanto Leclerc è di nuovo quarto dopo aver sorpassato in pista Nico Hulkenberg.

20.50 - Questa è invece l'immagine del triangolo della sospensione posteriore destra di Vettel, spezzato dopo il passaggio sul cordolo di curva-8.

20.48 - Pit-stop per Charles Leclerc che però perde circa cinque secondi prima di ripartire: problemi alla pistola pneumatica che ha avvitato la gomma posteriore sinistra.

20.47 - Che ne dite di un bel riepilogo della classifica? Siamo nel corso del giro 21 di questo Gp degli Stati Uniti.

20.45 - Dopo la sosta Valtteri Bottas ha impresso alla gara un ritmo forsennato, portandosi a 6.6 da Hamilton con Verstappen addirittura a 5.7. A questo punto, considerando il passo del finnico, appare chiaro che almeno lui sarà su due soste.

20.43 - Non è certo che Max Verstappen e Valtteri Bottas non siano su una strategia a due soste. Di questo viene informato anche Lewis Hamilton, che continua in pista con 9.2 di vantaggio su Valtteri.

20.41 - Hamilton continua in pista ma sta perdendo molto rispetto a Bottas e Verstappen. Leclerc, intanto, viene sverniciato anche dalla Red Bull di Verstappen. Davvero indecifrabile questa domenica per la Rossa di Maranello.

20.40 - Leclerc è stato praticamente sverniciato da Bottas nella salita verso curva-1. Il monegasco ha provato a tenere la traiettoria interna ma non c'è stato niente da fare contro la Mercedes con gomme Hard fresche.

20.39 - Dunque: giro 16/56 con Hamilton che prosegue in pista, con Leclerc, Bottas e Verstappen alle sue spalle.

20.38 - Pit-stop anche per Bottas, che rientra proprio per evitare l'undercut di Verstappen. In effetti, con un giro in più, Bottas avrebbe perso la prima posizione virtuale, visto che Max è praticamente incollato ai suoi scarichi dopo la sosta.

20.36 - Si ferma ai box Max Verstappen, primo dei piloti di vertice a cambiare gomme. L'olandese torna in pista con le Hard per provare ad andare fino in fondo. Riuscirà Max a completare la gara con una tattica simile a quella provata da Hamilton in Messico?

20.35 - Leclerc viene avvisato via radio: "Devi tenerti lontano dal cordolo posizionato in curva-8, perché Seb ha avuto una rottura della sospensione passando lì". Questa l'immagine del dissuasore killer, posizionato proprio dopo le qualifiche di ieri.

20.34 - Hamilton è già negli scarichi di Max Verstappen. Mentre Bottas dunque scappa via, il quasi sei volte campione del mondo è all'attacco della seconda posizione.

20.32 - Dunque siamo nel corso del giro 12 con Bottas seguito a 2.5 da Verstappen, il quale deve difendersi da un Hamilton deciso a entrare in zona Drs. Poi Leclerc, staccato addirittura di 10 secondi dal leader del mondiale.

20.29 - Questa intanto un'altra emblematica immagine del problema tecnico che ha costretto Sebastian Vettel al ritiro. Era forse per questo che il tedesco non riusciva a tenere un buon passo?

20.28 - Gran bel sorpasso per Daniel Ricciardo, che attacca Lando Norris in curva-12 per la quinta posizione.

20.27 - Colpo di scena per Sebastian Vettel, costretto al ritiro per rottura della sospensione posteriore destra. Momento decisamente pericoloso per il tedesco, che è comunque riuscito a tenere in pista la sua SF90 prima di parcheggiare a bordo pista.

20.25 - La Ferrari sembra essere di nuovo sprofondata in una sorta di gara in stile Budapest: distantissimo dai rivali di alta classifica, Vettel addirittura resta ancora alle spalle di Ricciardo e Norris.

20.24 - "Andiamo sul piano B però adesso devi avvicinarti a Hamilton che è davanti a te", spiega a Leclerc il suo ingegnere di pista Xavier Marcos.

20.22 - Davvero pessimo l'avvio delle Ferrari, che sembrano proprio non avere il passo: Leclerc a 5.2 da Hamilton e 9.1 dal leader Bottas. Praticamente più di un secondo al giro in questi primi 6 passaggi.

20.21 - Bottas al comando con 1.8 secondi su Verstappen, seguito a sua volta a due secondi da Hamilton. Leclerc è già scivolato a 4.8 da Lewis, mentre Vettel proprio non riesce ad avvicinarsi a Ricciardo.

20.20 - Nessuna investigazione tra Albon e Sainz: i due si sono toccati in uscita di curva-1, ma la Direzione gara ha deciso (giustamente) di lasciare correre.

20.18 - Alexander Albon intanto è finito in ultima posizione a causa del contatto in curva-1 con Sainz (e non, come era sembrato, con Leclerc). Il thailandese è stato costretto a una sosta ai box non prevista ed è rientrato con gomme Medium.

20.17 - "Ho dei danni, non so perché visto che non ho toccato nessuno, ma ho un sottosterzo incredibile", spiega via radio il tedesco della Ferrari, scivolato in settima posizione. Bottas seguito da Verstappen, Hamilton, Leclerc.

20.15 - Super sorpasso di Lewis Hamilton ai danni di Sebastian Vettel in curva-9! Qualche curva dopo Seb è stato infilato anche da Charles Leclerc e da Norris e Ricciardo. Non sappiamo per quale motivo ma l'impressione è che Vettel abbia dei problemi!

20.13 - Si spengono le luci dei semafori e... Parte il Gran Premio degli Stati Uniti 2019! Non una buona partenza per le due Ferrari: Bottas tiene la prima posizione con Verstappen bravo a prendere la seconda piazza. Leclerc invece si tocca in curva-1 con Alexander Albon.

20.10 - Via al giro di formazione. Tra circa tre minuti il via al Gran Premio numero 19 della stagione.

20.09 - Ed eccoci con la scelta gomme al via: Medium usate per i primi cinque in griglia, Soft usate per gli altri piloti (capitanati dalla Red Bull di Alex Albon) in top-10: poi Hard nuove per Hulkenberg e Kvyat, Soft nuove per Raikkonen e Medium nuove per tutti gli altri.

20.07 - Tre minuti al via del giro di formazione, salgono le pulsazioni in griglia di partenza. A breve conosceremo anche le scelte gomme dei piloti in pista.

20.04 - Ed ecco invece le possibili strategie secondo gli uomini Pirelli. Il fornitore di pneumatici prevede che la migliore tattica sia quella di partire con le Soft e poi montare le Medium, ma i primi cinque - nell'ordine Bottas, Vettel, Vertsappen, Leclerc e Hamilton - scatteranno tutti con le "gialle". Per il momento sembra esclusa la possibilità di vedere una gara a due soste...

20.02 - Queste le combinazioni per vedere Hamilton campione del mondo tra circa due ore.

20.01 - In pit-lane è stato anche riservato un parcheggio speciale per il campione del mondo. Lewis Hamilton riuscirà a posteggiare lì la sua Mercedes?

20.00 - Parliamo di meteo: dopo il grande freddo di venerdì quella odierna è di gran lunga la giornata migliore del weekend texano. 21 gradi la temperatura dell'aria, 30 l'asfalto in questo momento. Nessun rischio di pioggia nell'arco delle prossime due ore.

19.58 - Questa la griglia di partenza del Gran Premio degli Stati Uniti 2019:

Pos Pilota Team Tempo
1 Valtteri Bottas Mercedes 1:32.029
2 Sebastian Vettel Ferrari 1:32.041
3 Max Verstappen Red Bull-Honda 1:32.096
4 Charles Leclerc Ferrari 1:32.137
5 Lewis Hamilton Mercedes 1:32.321
6 Alexander Albon Red Bull-Honda 1:32.548
7 Carlos Sainz McLaren-Renault 1:32.847
8 Lando Norris McLaren-Renault 1:33.175
9 Daniel Ricciardo Renault 1:33.488
10 Pierre Gasly Toro Rosso-Honda 1:33.601
11 Nico Hulkenberg Renault 1:33.815
12 Kevin Magnussen Haas-Ferrari 1:33.979
13 Daniil Kvyat Toro Rosso-Honda 1:33.989
14 Lance Stroll Racing Point-Mercedes 1:34.100
15 Romain Grosjean Haas-Ferrari 1:34.158
16 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo-Ferrari 1:34.226
17 Kimi Räikkönen Alfa Romeo-Ferrari 1:34.369
18 George Russell Williams-Mercedes 1:35.372
19 Robert Kubica Williams-Mercedes 1:35.889
PL Sergio Perez* Racing Point-Mercedes 1:35.808

*Perez partirà dalla pit-lane per non essersi fermato alle verifiche tecniche Fia nella giornata di venerdì.

19.55 - Ecco il solenne momento dell'esecuzione dell'Inno nazionale americano. Nella migliore tradizione a Stelle e strisce, l'inno è intonato a cappella. Rivedibile sicuramente la mise del cantante.

19.50 - Gp degli Stati Uniti e ovviamente non potrebbero mancare alcune grandi star di Hollywood. Qui un Matthew McConaughey selvatico, avvistato aggirarsi circospetto in griglia di partenza nonostante il tentativo di travestimento in stile texano.

19.45 - Buonasera a tutti voi, cari lettori di MotorBox! Siamo in diretta per raccontarvi minuto per minuto il Gran Premio degli Stati Uniti 2019: riuscirà la Ferrari a tornare al successo? Riuscirà Bottas a neutralizzare questo secondo match point di Hamilton, al quale comunque basterebbe arrivare ottavo per laurearsi campione del mondo per la sesta volta? Scopritelo insieme a noi, la partenza è prevista per le 20.10 italiane.


TAGS: ferrari mercedes formula 1 red bull vettel f1 Hamilton austin verstappen circuit of the americas leclerc f1 2019 Diretta F1 Live F1 F1 in diretta GP Stati Uniti USGP 2019 GP Stati Uniti LIVE LIVE Gp Stati Uniti GP USA LIVE Diretta GP Usa 2019 Austin F1 LIVE Motorsport LIVE