PASSO LENTO Dopo una mattinata travagliata, conclusa con un poco significativo settimo tempo nella prima sessione di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti e passata per buona parte ai box in attesa che venisse sistemato il pedale dell'acceleratore sulla sua Ferrari, Charles Leclerc ha potuto disputare una sessione completa al pomeriggio, siglando il secondo miglior tempo del giorno, ma pagando un distacco preoccupante sul passo (soprattutto con gomma Soft, meno con le Medium) dalle due Mercedes.

MERCEDES FORTI Intervistato nel ring da Sky Sport, Leclerc ha comunque giudicato in modo positivo la giornata in pista: "Credo che sia stato un buon inizio di weekend. Se devo fare un bilancio le PL1 sono state positive, un po' meno le PL2. Dobbiamo lavorare soprattutto sul passo gara perché la Mercedes è più forte."In effetti, dopo qualche giro con la gomma Soft sul piede del 1'39, il passo della Ferrari numero 16 si è alzato in maniera preoccupante sopra l'1'40, con il monegasco che via radio ha ammesso di non poter andare forte come Lewis.

CACCIA A LEWIS Le cose possono comunque cambiare alla domenica, come avvenuto in Messico lo scorso fine settimana, e contro la Ferrari sembrano giocare anche le basse temperature, che per tutto l'anno hanno favorito le caratteristiche delle Frecce d'Argento. "Dobbiamo cercare di migliorare i nostri long run" - ha confermato Leclerc - "Sulla qualifica invece siamo più competitivi. Abbiamo avuto qualche problema con le gomme Soft, soprattutto al posteriore, quindi dobbiamo fare passi in avanti per domenica per riprendere principalmente Hamilton, che oggi è andato molto forte."

 


TAGS: ferrari formula 1 austin Charles Leclerc f1 2019 GP USA 2019 USGP 2019 F1 GP USA 2019 FP1 GP USA 2019 FP2 GP USA 2019