PISTA DA CAMPIONI Dopo il weekend un po' sottotono del Messico, Charles Leclerc punta al riscatto sulla pista di Austin, dove domenica la Formula 1 tornerà a correre il Gran Premio degli Stati Uniti per l'ottava volta. Nelle sette precedenti occasioni hanno vinto Hamilton (5 volte), Vettel e Raikkonen: solo campioni del mondo. Charles ci tiene a infrangere questo tabù e per l'occasione ha preparato un casco speciale con i colori della bandiera americana.

MA QUALE GALA? Al di là del look, il pilota della Ferrari ha un obiettivo in mente: quello di concludere il Campionato di quest'anno in terza posizione. Qualcuno dice perché la sua presenza al Gala della FIA di fine anno metterebbe Sebastian Vettel in un ruolo scomodo e farebbe apparire Leclerc come prima guida di Maranello in vista del 2020, ma il giovane monegasco ha respinto le accuse al mittente: "Ma quale Gala, non è per questo che voglio finire terzo, e non c'entra neanche la leadership nel team. Ovviamente voglio essere terzo nel Campionato perché sarebbe pazzesco!" ha spiegato Charles ne paddock di Austin.

F1 GP Messico 2019, Città del Messico: Charles Leclerc spinto ai box dai meccanici Ferrari

TERZO PER SÉ STESSI "Voglio dire, l'anno scorso quando combattevo per la tredicesima posizione, non avrei mai immaginato di poter lottare quest'anno per il podio nel campionato iridato" - ha aggiunto Leclerc - "Quindi è solo per una mia soddisfazione personale che ne sarei estermamente felice." Per vincere però avrà bisogno di non commettere gli stessi errori fatti in messico, soprattutto strategici: "In Messico ero molto forte, se si guarda al primo stint andavo bene, poi abbiamo provato una strategia diversa, ma non credo abbia danneggiato la mia gara, credo anzi di aver imparato molto da questo weekend."

F1 GP Messico 2019, Città del Messico: Charles Leclerc (Ferrari)

GUIDARE DI TESTA "Stiamo cercando di migliorare sotto tanti aspetti" - ha infine concluso Leclerc - "Sicuramente su alcune piste nelle quali il degrado è importante sembra che la Mercedes mantenga le gomme più a lungo di noi, ma ci stiamo lavorando. Come ho detto penso che guidando con più cervello io possa fare ancora molti miglioramenti per cercare di ottenere gli stessi tempi sul giro senza sprecare la maggior parte del battistrada."


TAGS: ferrari formula 1 vettel austin Charles Leclerc binotto cota f1 2019 F1 GP USA 2019 US GP 2019