INTERROTTA LA STRISCIA FERRARI Prosegue il buon momento di Sebastian Vettel che anche ad Austin trova ancora la prima fila dello schieramento di partenza, ma si interrompe per soli 12 millesimi la striscia di sei pole position consecutive della Ferrari, grazie al tempo ottenuto da Valtteri Bottas. Il finlandese ha fatto segnare il miglior tempo nel primo tentativo in Q3, così come il tedesco che recrimina per un piccolo errore nel corso del suo secondo giro. Il quattro volte campione del mondo può comunque ritenersi soddisfatto del suo piazzamento, in una qualifica tiratissima che ha visto ben quattro piloti racchiusi in un decimo.

QUESTIONE DI CENTESIMI "Sembra più corta dalla macchina la distanza da qui alla prima curva - ha esordito Vettel una volta sceso dalla monoposto, osservando la salita che porta in fondo al rettilineo del Circuit of the Americas - Complimenti a Valtteri, è stata una qualifica entusiasmante. Eravamo molto vicini, pensavo di avere qualcosina in più, ho perso qualcosa nella parte ad alta velocità nell'ultimo tentativo però ero già un pochino dietro quando ho commesso questo errore. Ho fatto due giri discreti, è stata una questione di centesimi e c'è sempre qualche punto in cui puoi recuperare, ma nel complesso sono contento, spero domani di fare una bella partenza e di poter fare una bella gara".

F1, GP Stati Uniti 2019: la Ferrari di Sebastian Vettel riportata nel box

PARTENZA CRUCIALE Dato il grande equilibrio visto oggi in pista, la partenza di domani assume ancora maggior importanza. Lo sottolinea Vettel, ricordando come ancora una volta tutti i top driver scatteranno con le gomme a mescola media, mettendoli inizialmente sullo stesso piano: "Il rettilineo qui non è poi così lungo e si parte in salita, ma vedremo, spero di partire bene e scattare subito sulla giusta traiettoria, sarà cruciale. Poi vedremo cosa riusciremo a fare, tutti partiremo con le gomme medie, quindi nessuno ha un vantaggio e la gara sarà lunga. Dovremo sicuramente pensare a tante cose, sarà molto impegnativa, il primo giro è importante ma anche tutti quelli dopo".

SENSAZIONI MIGLIORI In conferenza stampa, Vettel ha spiegato di aver perso forse i centesimi decisivi nell'ultimo settore del COTA, ma si è anche dichiarato moderatamente ottimista per la gara: "Il distacco è stato molto piccolo, sotto i due centesimi, e quando è così piccolo c'è sempre la possibilità di trovarlo da qualche parte. Mi sono tenuto forse un piccolo margine nell'ultimo settore, sono stato troppo conservativo per assicurarmi di fare il primo giro e completarlo per poi migliorare nel secondo tentativo, poi purtroppo non sono riuscito a farlo e il mio piano non ha funzionato. Nel complesso è stata una buona sessione, pensiamo di poter fare una bella gara domani, oggi la macchina ha dato migliori sensazioni rispetto a ieri, nettamente, è ciò di cui avevamo bisogno". 


TAGS: ferrari formula 1 vettel sebastian vettel valtteri bottas f1 austin bottas circuit of the americas cota f1 2019 GP Stati Uniti USGP 2019