F1 2017, GP Monza e Italia, qualifiche: Lewis Hamilton batte tutti anche sul bagnato e centra la 69° pole di carriera
F1 2017

F1 2017, GP Monza, qualifiche: Lewis Hamilton batte tutti anche sul bagnato e centra la 69° pole di carriera


Avatar Redazionale , il 02/09/17

4 anni fa - F1 2017: il britannico ha fatto volare la sua Mercedes davanti alle due Red Bull

F1 2017: in una sessione di qualifica interminabile a causa del maltempo, il britannico ha messo le ali alla sua Mercedes anche su pista bagnata battendo entrambe le Red Bull

Benvenuto nello Speciale F1 2017 GP ITALIA, composto da 19 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario F1 2017 GP ITALIA qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

SONO SOLO DUE GOCCE... Il tanto atteso miglioramento delle condizioni meteorologiche in seguito al terzo turno di prove libere sull'Autodromo di Monza è stato solamente un miraggio. La pioggia, infatti, non ha mai smesso di cadere sul circuito brianzolo, e questo ha influenzato l'inizio delle qualifiche del pomeriggio.

AQUAPLANING L'asfalto rifatto di recente, soprattutto nella zona del rettifilo iniziale, è risultato micidiale in condizioni bagnate, e alla fine chi ha pagato il prezzo di un pericolosissimo aquaplaning è stato Romain Grosjean. Il francese, infatti, ha perso il controllo della sua HAAS in pieno rettilineo, andando a sbattere prima contro il muretto di sinistra per poi rimbalzare su quello di destra e fermandosi definitivamente sull'erba sintetica. Questo ha costretto la direzione gara ad esporre la bandiera rossa non solo per ripulire la pista dai detriti della VF-17, ma anche per fermare momentaneamente la Q1 a causa della scarsa sicurezza dimostrata dal circuito brianzolo in queste condizioni limite.

ASPETTIAMO 15 MINUTI Dall'inizio del primo turno all'incidente di Grosjean erano passati appena 4 minuti, che si sono trasformati in 2 ore e mezza di attesa prima che la Race Direction avesse valutato l'asfalto di Monza di nuovo praticabile e sicuro per far correre i protagonisti del Circus iridato. Ogni 15 minuti la safety car è entrata in pista per un giro di valutazione dell'aderenza, ma solamente alle 16:40 Charlie Whiting ha fatto ripartire lo spettacolo sull'Autodromo di Monza. Nel frattempo, in pit-lane piloti e addetti ai lavori si sono sbizzarriti nel far trascorrere il tempo “libero” a loro disposizione nei modi più insoliti: Daniel Ricciardo e Max Verstappen si sono immedesimati “cameran”, un paio di ragazzi della Force India hanno circolato su un carrello con tanto di remi per farsi largo tra l'acqua, mentre Felipe Massa ha iniziato a giocare a pallone con i meccanici della Williams.

NUOVAMENTE IN PISTA Dopo mille rinvii, finalmente la direzione gara si è decisa a far ripartire il primo turno di qualifica alle 16:40, quando ha valutato la pista finalmente sicura per far correre i propri piloti. In Q1 pioveva ancora copiosamente e tutti sono entrati in pista con le Full Wet, ma dopo pochi giri i protagonisti del Circus hanno capito che si poteva tentare da subito l'azzardo delle Intermedie. Gomme che sono state sfruttate anche in Q2, quando Giove Pluvio ha concesso una piccola tregua al termine della quale ha scatenato nuovamente la sua furia nell'ultima sessione. Questa è stata influenzata un'altra volta da una condizione molto difficile da affrontare sia in rettilineo, dove le monoposto alzavano dei grandi nuvoloni d'acqua, che in curva, dove la maggior aderenza garantita dal regolamento 2017 non ha potuto fare granchè per tenerle incollate all'asfalto.

VEDI ANCHE



GIRO SPETTACOLARE Proprio in Q3 è andata in scena una sfida per la pole position che ha tenuto con il fiato sospeso tutti quanti: nel finale di sessione sembrava che fosse prima Esteban Ocon e poi Max Verstappen a poter centrare la prima casella per la gara di domani, se non fosse stato per un Lewis Hamilton che ha voluto rifarsi della scelta sbagliata di partire a inizio turno con le gomme Intermedie anziché con le Full Wet. Per questo motivo Hammer ha spinto al massimo ed è stato capace di firmare un giro sensazionale, rifilando oltre un secondo di distacco ai più diretti inseguitori e grazie al quale ha conquistato la sua 69esima pole position di carriera, superando il precedente primato assoluto di Michael Schumacher.

GRIGLIA SCOMBUSSOLATA Stando ai tempi finali della Q3, dietro di lui avrebbero dovuto classificarsi le due Red Bull di Max Verstappen e di Daniel Ricciardo, se non fosse che i due titolari del reparto corse di Milton Keynes dovranno pagare diverse posizioni in griglia di partenza per la sostituzione di alcune parti della power unit sulle loro RB13. In questo modo l'olandese partirà 16esimo mentre l'australiano due piazze più distante. E quindi, chi farà compagnia a Hamilton in prima fila? Fiancheggierà il tre volte Campione del Mondo della Mercedes il giovane pupillo della Williams, un Lance Stroll che aveva già brillato nelle FP3 e che si è prontamente riconfermato come uno dei protagonisti in qualifica. La sua gara di domani potrà quindi essere molto interessante... sempre se pioverà di nuovo.

POTERE ROSA La seconda fila, invece, sarà aperta dalla Force India di un Esteban Ocon che, per un momento, ha sognato veramente in grande sull'Autodromo di Monza; al suo fianco ci sarà la seconda Freccia d'Argento di Valtteri Bottas, mai veramente a proprio agio sotto la pioggia e che sarebbe partito addirittura sesto senza la doppia penalizzazione delle Red Bull.

FERRARI IN ALTO MARE Terza fila recuperata in extremis per le Rosse di Maranello: la Ferrari, sotto l'acqua, ha mostrato il suo vero tallone d'achille, che si è manifestato in maniera sempre più importante a partire dalla Q1 fino all'ultimo turno di qualifica, nel quale sia Sebastian Vettel che Kimi Raikkonen sono stati visti in palese difficoltà a gestire le loro SF70H. Seconda la regola del parco chiuso, i due ferraristi hanno girato oggi con l'assetto mantenuto ieri al termine delle prove libere, quindi con una configurazione da asciutto su asfalto bagnato. La scelta della Scuderia del Cavallino Rampante è stata quella di pensare esclusivamente alla gara di domani, sacrificando la posizione di partenza in griglia e confidando nella propria capacità di rimonta. Sarà stata la decisione giusta?

COMPLETANO LA TOP TEN Dietro alle Rosse domani troveremo poi la seconda FW40 di Felipe Massa in settima posizione davanti alla prima McLaren di Stoffel Vandoorne, che si è sempre ben comportato in tutto il weekend rispetto al suo compagno di squadra Fernando Alonso, che oltre a navigare in maggiori difficoltà sarà costretto a partire dall'ultima casella in griglia a causa di 35 posizioni da scontare per le sostituzioni effettuate sulla power unit Honda della sua MCL32. A seguire scatterà dalla nona piazza la VJM10 di Sergio Perez e dalla decima la Toro Rosso di Daniil Kvyat, che ha così completato la top ten.

GRIGLIA DI PARTENZA Qua di seguito la griglia di partenza del GP d'Italia, che si disputerà domani sull'Autodromo di Monza.

PILOTA TEAM TEMPO GAP
1. Lewis Hamilton Mercedes 1'34''660  
2. Lance Stroll Williams 1'37''002 +2.342
3. Esteban Ocon Force India 1'37''580 +2.920
4. Valtteri Bottas Mercedes 1'35''396 +0.736
5. Kimi Raikkonen Ferrari 1'37''031 +2.371
6. Sebastian Vettel Ferrari 1'36''223 +1.563
7. Felipe Massa Williams 1'37''456 +2.796
8. Stoffel Vandoorne McLaren-Honda 1'37''471 +2.811
9. Sergio Perez Force India 1'37''582 +2.922
10. Daniil Kvyat Toro Rosso 1'38''245 +3.585
11. Kevin Magnussen HAAS 1'40''489 +5.829
12. Marcus Ericsson Sauber 1'41''372 +7.072
13. Pascal Wehrlein Sauber 1'41''875 +7.215
14. Romain Grosjean HAAS 1'43''355 +8.695
15. Nico Hulkenberg Renault 1'38''059 +3.399
16. Max Verstappen Red Bull Racing 1'36''113 +1.453
17. Jolyon Palmer Renault 1'40''646 +5.986
18. Daniel Ricciardo Red Bull Racing 1'36''841 +2.181
19. Carlos Sainz Jr Toro Rosso 1'38''526 +3.866
20. Fernando Alonso McLaren-Honda 1'38''202 +3.542

Pubblicato da Giulio Scrinzi, 02/09/2017
Gallery
f1 2017 gp italia
Logo MotorBox