F1 2017, GP Monza e Italia, Maurizio Arrivabene: “Aspettative elevate, ma bisogna lavorare sodo”
F1 2017

F1 2017, GP Monza, Maurizio Arrivabene: “Aspettative elevate, ma bisogna lavorare sodo”


Avatar Redazionale , il 01/09/17

4 anni fa - F1 2017: ecco le dichiarazioni di Arrivabene nella conferenza stampa del venerdì

F1 2017: il team principal della Scuderia Ferrari ha ammesso che per la gara di domenica bisogna essere realisti e continuare a lavorare a testa bassa per la gara di domenica

Benvenuto nello Speciale F1 2017 GP ITALIA, composto da 19 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario F1 2017 GP ITALIA qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

MANCA ANCORA QUALCOSA Il venerdì di libere della Scuderia Ferrari ha mostrato il valore della monoposto di Maranello, o quantomeno quello che gli uomini in Rosso ci hanno voluto far vedere nel caso in cui alcune carte non siano state scoperte. Al momento alla SF70H manca un decimo o poco più per poter impensierire seriamente le più veloci Mercedes, un distacco che potrà essere colmato solamente dal duro lavoro di tutta la squadra assieme al valore aggiunto del tifo del pubblico, già molto presente sugli spalti.

CONTINUIAMO A COMBATTERE Questo è il pensiero del team principal Maurizio Arrivabene, che nella conferenza stampa successiva alle FP2 ha affermato di voler continuare a combattere a testa bassa per l'opportunità di salire domenica sul gradino più alto del podio. “Bisogna essere realisti e tenere i piedi per terra: la nostra Ferrari non si arrenderà, ma con umiltà e determinazione cercheremo di giocarci tutte le carte a nostra disposizione. Monza non è una pista del tutto favorevole a noi perchè qua va meglio la Mercedes: tuttavia il tifo dei ferraristi, la nostra passione e il duro lavoro che porteremo avanti ci dirà se saremo i fortunati vincitori oppure no”.

VEDI ANCHE



RISPETTO RECIPROCO Per quanto riguarda la sfida che ci sarà con la rivale Mercedes, Maurizio Arrivabene ha anche affermato che in questo momento l'unica battaglia che la Ferrari sta portando avanti è quella in pista, perchè al di fuori del circuito tra le due squadre c'è solo profondo rispetto. “Nessun conflitto con la Mercedes: tra i cordoli ce le diamo di santa ragione, ma fuori dalla pista ci rispettiamo a vicenda”.

QUESTIONE GIOVANI TALENTI Per quanto riguarda, infine, il dibattito sull'utilizzo di HAAS e Sauber come junior team per quei talenti che rispondono al nome di Antonio Giovinazzi e Charles Leclerc, il team principal della Ferrari ha sottolineato che queste giovani leve arriveranno prima o poi nella Scuderia di Maranello... a una condizione. “Il nostro obiettivo è quello di vedere Giovinazzi e Leclerc con i colori del nostro reparto corse in futuro. Una cosa è certa: quest''opportunità se la dovranno meritare”.


Pubblicato da Giulio Scrinzi, 01/09/2017
f1 2017 gp italia
Logo MotorBox